DAZN RISCHIA DI DIVENTARE UN BOOMERANG PER I CLUB DI SERIE A - TRE SOCIETA' (GENOA, SAMP E SASSUOLO) MINACCIANO DI FAR CAUSA ALLA LEGA: LA DISTRIBUZIONE DEL DENARO È LEGATA ALL’AUDIENCE DEGLI INCONTRI. MA I DATI FINORA NON SONO CERTIFICATI (A DIFFERENZA DI QUEL CHE RICHIEDE LA LEGGE MELANDRI) – INOLTRE QUEST’ANNO NON SCATTA IL BONUS DI 150 MILIONI PER I CLUB: POCHI ABBONATI – E ORA SKY…

-

Condividi questo articolo


Da ilnapolista.it

 

 

Dazn rischia di diventare un boomerang per i club di Serie A che erano certi di aver fatto la furbata del secolo vendendo per tre anni alla piattaforma Streaming i diritti tv per il campionato al prezzo di 840 milioni (340 garantiti da Tim Vision).

dazn errore tecnico dazn errore tecnico

 

Oggi MilanoFinanza informa che ci sono due ordini di problemi, entrambi legati ai soldi tema cui i presidenti sono molto sensibili. La distribuzione del denaro è legata all’audience degli incontri. E occorrerebbe una certificazione di tali ascolti, attraverso ad esempio Auditel. Dazn per ora si limita a fornire i dati Nielsen. E ci sono per il momento almeno tre club – Genoa, Sampdoria, Sassuolo – pronti ad aprire un contenzioso con la Lega: Si potrebbe finire in tribunale e sarebbe difficile dar torto ai club visto che la legge Melandri parla chiaro: i dati devono essere certificati.

 

diletta leotta di dazn 8 diletta leotta di dazn 8

Non solo, ma il basso numero di abbonati fatti registrare da Dazn (dato che è ancora misterioso, è stato comunicato solo all’ad della Lega Serie A De Siervo) non ha fatto scattare il bonus di 150 milioni previsto per questa stagione. Uno di quei bonus sul modello di quelli previsti nei contratti dei calciatori. Gli abbonati di TimVision sono stati solo 500mila. Insomma i presidenti sono stati colpiti negli affetti più cari. Loro gongolavano alla stesura del contratto, se ne infischiavano che gli italiani vedessero o meno le partite (addirittura De Laurentiis ha parlato di occasione di sviluppo del Paese). Ora, però, Dazn sta creando problemi anche alle loro tasche. La richiesta di Sky di un bando per gli highlight potrebbe essere sostenuta dalle società di Serie A.

dazn dazn dazn dazn

 

Dazn forum al posto di alessandra juve Dazn forum al posto di alessandra juve Dazn forum al posto di alessandra juve Dazn forum al posto di alessandra juve diletta leotta di dazn 6 diletta leotta di dazn 6

 

diletta leotta di dazn 7 diletta leotta di dazn 7 marco parolo dazn marco parolo dazn dazn dazn

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

FARSA ITALIA – NON SAREBBE GIUNTA L’ORA DI FINIRLA CON LA MEGACAZZATA DI BERLUSCONI-QUIRINALE? E’ RISAPUTO DA TUTTI CHE E’ STATO CONDANNATO IN VIA DEFINITIVA SCONTANDO LA PENA AI SERVIZI SOCIALI E HA UN PROCESSO IN CORSO, RUBY-TER, CON OLGETTINE SCATENATE – QUALCHE ANIMA PIA SALVI IL BANANA SBUCCIATO, OSTAGGIO DI LICIA RONZULLI, DA FIGURE DI MERDA: QUANDO A BRUXELLES HA DETTO “GARANTISCO IO PER MELONI E SALVINI”, IL PRESIDENTE DEL PPE WEBER GLI HA RISO IN FACCIA: “GARANTISCI CHI? QUELLI CHE STANNO CON VOX E LE PEN E VOTANO PER IL MURO ANTI-MIGRANTI DEI POLACCHI?”

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

BOLLETTINIAMOCI! – OGGI 3.882 NUOVI CASI E 39 DECESSI, CON 487.218 TAMPONI EFFETTUATI E IL TASSO DI POSITIVITÀ CHE RIMANE STABILE ALLO 0,8% - LE DOSI DI VACCINO SOMMINISTRATE SONO OLTRE 88,3 MILIONI, CON PIÙ DI 44,2 MILIONI DI CITTADINI CHE HANNO COMPLETATO IL CICLO VACCINALE (81,84% DELLA POPOLAZIONE OVER 12) – BRUSAFERRO DELL’ISS: “IN ITALIA NON C'È UNA RISALITA DELLA POSITIVITÀ COME IN ALTRI PAESI UE. LA MORTALITÀ MOSTRA UN LIEVE AUMENTO ANCHE SE SI PARLA DI NUMERI LIMITATI”