FISCO INFERNO PER CELLINO – IL PATRON DEL BRESCIA INDAGATO PER REATI FISCALI: PERQUISIZIONI DELLA GUARDIA DI FINANZA NELLA SEDE DEL CLUB E IN CASA DEL PRESIEDENTE - PREOCCUPAZIONE NELL'AMBIENTE ANCHE PERCHÈ PER IL BRESCIA, SUL CAMPO, È UNA STAGIONE TORMENTATA. SONO SALTATI DIVERSI ALLENATORI E I TIFOSI CONTESTANO. CELLINO PROVA A RASSICURARE: “LA SOCIETA’ NON E’ COINVOLTA”
-  

-

Condividi questo articolo

cellino cellino

Gianpaolo Laffranchi per gazzetta.it

 

Controlli in corso in casa Brescia. La notizia si è diffusa alla vigilia della partita con la Cremonese suscitando preoccupazione nell'ambiente biancazzurro. È la Guardia di Finanza ad essere entrata nella sede di via Solferino, in città, ma non solo: le perquisizioni sarebbero in corso anche nella casa del presidente Massimo Cellino sul lago di Garda, a Padenghe. Il proprietario del Brescia sarebbe iscritto nel registro degli indagati nell'ambito di un'inchiesta sui reati fiscali.

 

STAGIONE DIFFICILE

cellino cellino

Per il Brescia, sul campo, è una stagione tormentata. Retrocesso dalla Serie A, fatica in B tanto da aver cambiato diversi allenatori (Gigi Delneri, Diego Lopez, Davide Dionigi), affidandosi da ultimo alla coppia formata da Pep Clotet (ex vice tecnico del Leeds quando Cellino era presidente) e da Daniele Gastaldello (ex capitano, ora vice di Clotet). Se ne sono andati big come Sandro Tonali e Mario Balotelli, Ernesto Torregrossa e Stefano Sabelli, senza dimenticare Daniele Dessena. Periodo non facile con una delusione serpeggiante anche nella tifoseria organizzata, che nelle scorse settimane ha contestato con cori e striscioni.

Massimo Cellino Foto Mezzelani GMT04 Massimo Cellino Foto Mezzelani GMT04 cellino cellino Massimo Cellino Foto Mezzelani GMT01 Massimo Cellino Foto Mezzelani GMT01 cellino cellino

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

VIDEO! QUANDO BENOTTI DISSE: "A PROFUMO (AD DI LEONARDO) GLI FACCIO FINIRE LA CARRIERA. LI MANDO TUTTI IN GALERA! HO DOCUMENTI DI TUTTI, CREO UNO SCANDALO CHE NON FINISCE MAI"  – GILETTI TORNA SUL CASO DEL GIORNALISTA MEDIATORE COINVOLTO IN UNA INCHIESTA SULLA PRESUNTA MAXI COMMESSA DI MASCHERINE ACQUISITE DALLA STRUTTURA COMMISSARIALE DI ARCURI E SCODELLA LE INTERCETTAZIONI-BOMBA TRA BENOTTI E SCOTTI (LINK UNIVERSITY) - LE 4 SOCIETA’ COINVOLTE - NELL’INDAGINE È FINITA ANCHE FRANCESCA CHAOUQUI - VIDEO

sport

cafonal

viaggi

salute