INTER IN BARCA - LUKAKU SPRECA TROPPO, PROSEGUE LA MALEDIZIONE CHAMPIONS PER CONTE - IL BARCELLONA DEI RAGAZZINI ESPUGNA SAN SIRO: PASSA IL BORUSSIA DORTMUND, NERAZZURRI IN EUROPA LEAGUE – LA BEFFA FIRMATA DAL 17ENNE ANSU FATI, IL PIU’ GIOVANE GOLEADOR DELLA STORIA DELLA CHAMPIONS - CAPELLO SU "SKY": "TROPPI REGALI, LUKAKU E’ ARRIVATO PER TRE VOLTE DAVANTI AL PORTIERE…"

-

Condividi questo articolo

inter barcellona inter barcellona

Valerio Clari per gazzetta.it

L'Inter è in Europa League. Il Barcellona, pur con una formazione largamente rimaneggiata, vince 2-1 a San Siro e il successo con lo stesso punteggio del Borussia Dortmund sullo Slavia Praga condanna la squadra di Conte all'eliminazione dalla Champions League.

 

antonio conte antonio conte

L'Inter parte forte, con D'Ambrosio e Lukaku subito pericolosi. Il Barça caracolla, ma quando mette il naso fuori dalla propria metà campo, fa vedere buona qualità pur senza Messi, Suarez e Dembélé: Perez al 9' stuzzica Handanovic col sinistro. È proprio l'attaccante classe 1998 a sbloccare il punteggio al 23', sfruttando il rimpallo su Godin e fulminando Handanovic da due passi. I catalani hanno anche una clamorosa occasione per il raddoppio, ma Lenglet calcia fuori tutto solo da centro area. L'Inter è scossa, ma pian piano riprende vigore. Ci prova Lautaro, Neto respinge in corner. Poi al 44' il pareggio: Martinez lavora un bel pallone per Lukaku che calcia dal limite, leggera deviazione e Neto battuto.

 

antonio conte antonio conte

Nel secondo tempo il Barça impone il palleggio e ogni tanto punge. Come al 13', quando Griezmann impegna Handanovic in diagonale. La grandissima chance nerazzurra è sui piedi di Lukaku al 16', ma il centravanti belga spara addosso a Neto da distanza ravvicinata. Lukaku si ripete poco dopo, sempre sull'uscita del portiere, trascinandosi il pallone sul fondo. Al 27' è un numero di Lautaro a gasare il Meazza, peccato che il sinistro successivo sia di poco largo. Conte si gioca le carte Lazaro, Politano ed Esposito.

 

L'Inter si riversa in attacco e rischia in contropiede, con Perez che spara fuori da buona posizione. Lautaro segnerebbe anche due volte, ma in fuorigioco. E al 42' arriva la beffa, con il destro chirurgico dal limite di Ansu Fati, appena entrato: 17 anni e nuovo primato per il gol più giovane della storia della Champions. Per l'Inter è ormai troppo tardi.

antonio conte antonio conte

antonio conte antonio conte

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

“È COMODO CAVALCARE LA RABBIA PER RIPRENDERSI CONSENSO IN VISTA DEL REFERENDUM” – SENTITE COME LE CANTA A DI MAIO E CRIMI MARCO RIZZONE, IL DEPUTATO SOSPESO PER IL BONUS: “QUESTO TIRO AL PICCIONE MI DISGUSTA. MI PRENDO LE MIE RESPONSABILITÀ, MA VI METTO IN GUARDIA DA CHI VI STA GETTANDO FUMO NEGLI OCCHI. CHI PENSA DI INGANNARE IL POPOLO CON LA CACCIA ALLE STREGHE E IL POPULISMO FACILE NON HA CAPITO CHE I CITTADINI SONO PIÙ SVEGLI DI QUANTO SI PENSI” (SICURI FOSSE GRILLINO?)

business

MONTE DEI PEGNI – SEI MILIARDI E PASSA DELLO STATO NON SONO SERVITI A NIENTE: DOPO TRE ANNI IN MANO AL TESORO MPS STA MESSA PEGGIO DI PRIMA – A DIRLO SONO I CONTI SEMESTRALI PRESENTATI DAI VERTICI DI ROCCA SALIMBENI, CHE HANNO SPOSTATO IL RITORNO DELL’UTILE DI ALTRI TRE ANNI – E LA FONDAZIONE (EX AZIONISTA DI MAGGIORANZA) CHIEDE 3,8 MILIARDI DI RISARCIMENTO. ORA BISOGNA VENDERLA, MA A QUESTE CONDIZIONI CHI SE LA COMPRA? CONTATTI TRA IL SOTTOSEGRETARIO BARETTA E I FRANCESI DI BNP E CREDIT AGRICOLE 

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute