“IL DENARO VINCE SEMPRE” - DAMIANO DEI MANESKIN ATTACCA L'ARBITRO DI SIVIGLIA-ROMA. IL CANTANTE, TRA I TIFOSI GIALLOROSSI PRESENTI A BUDAPEST PER LA FINALE DI EUROPA LEAGUE, SI È SCAGLIATO CONTRO IL DIRETTORE DI GARA INGLESE ANTHONY TAYLOR LA CUI DIREZIONE DI GARA HA FATTO INFURIARE ANCHE MOURINHO - SUGLI SPALTI CON TOTTI E NOEMI, ANCHE EDOARDO LEO, NOEMI, VENDITTI E UNO SCATENATISSIMO VALERIO MASTANDREA - IL CHARTER DI POLITICI E SVIPPATI ORGANIZZATO DA MALAGO'

-

Condividi questo articolo


Estratto da corrieredellosport.it

 

damiano dei maneskin vola a budapest per roma siviglia damiano dei maneskin vola a budapest per roma siviglia

Oltre all'amarezza c'è la rabbia. Questi i sentimenti prevalenti tra i tifosi della Roma dopo il ko ai rigori contro il Siviglia nella finale di Europa League a Budapest, al termine di una partita in cui alcune decisioni arbitrali hanno fatto discutere.

 

E la direzione di gara di Anthony Taylor è stata contestata da José Mourinho e non è piaciuta nemmeno a Damiano dei Maneskin, tra i tifosi giallorossi presenti alla Puskas Arena per supportare la squadra, che dopo il match è andato all'attacco del 'fischietto' inglese sui social: "El dinero siempre gana" (il denaro vince sempre, ndr) è la frase scritta dal cantante in una storia Instagram a corredo di una foto dello stesso arbitro Taylor.

 

 

DAMIANO ARRIVA IN VAN, TOTTI CON NOEMI PARTERRE DI VIP PER SOFFRIRE CON LA MAGICA
Estratto dell'articolo di L.D.A. per “la Repubblica - Edizione Roma”

totti noemi totti noemi

 
(...) Più comodo, decisamente più comodo, il viaggio di Francesco Totti e Noemi Bocchi. L’ex capitano della Roma, simbolo di intere generazioni di tifosi, non poteva mancare all’appuntamento. Non poteva per dersi uno di quei match che, in cuor suo, è convinto di poter risolvere ancora da solo. Un assist, un calcio di punizione come quelli che fanno esplodere i palloni dei campi di calciotto della Capitale.
 

valerio mastandrea valerio mastandrea

Ieri, però, il numero 10 si è dovuto accontentare della tribuna, stringendosi forte alla nuova compagna nella partita più importante dell’ultimo trentennio giallorosso. Capitolo politici. Assente a Budapest, contrariamente a quanto riportato ieri su queste pagine, Maurizio Gasparri. Il senatore forzista è rimasto a Roma a lavorare e a votare a palazzo Madama. Presenti, invece, i due sottosegretari al ministero del Lavoro e al Mef, Claudio Durigon e Federico Freni. Erano — pagandosi biglietto e volo — sul volo charter organizzato da Giovanni Malagò.
 

edoardo leo edoardo leo

Il presidente del Coni ha lanciato l’iniziativa dopo essere stato subissato per giorni di richieste da politici e vip lasciati letteralmente a terra dai due voli preparati con Ita dalla Roma e dagli altri due charter in programma ieri. Ecco, allora, la mossa del numero uno dello Sport italiano. Un volo extra, con un pacchetto di biglietti, per non scontentare nessuno. Partenza alle 16 di ieri e ritorno in nottata. D’altronde alla trasferta ha aderito una fetta del governo Meloni. Tornando agli assenti, era prevista la presenza di Carlo Verdone.
 
Avrebbe dovuto trovare un posto vicino a Edoardo Leo e Claudio Amendola.. A Noemi, altra giallorossa doc, e a Blanco. I due sono arrivati ieri in aereo — il van pare sia un’esclusiva di Damiano — postando gli scatti del volo su Instagram e piazzandosi poi in tribuna. Non troppo distante dal sindaco-tifoso Roberto Gualtieri, invitato dalla Roma così come Francesco Rocca, governatore del Lazio ( e laziale) che invece è rimasto nella Capitale. Non si può dire lo stesso dei tanti consiglieri capitolini che hanno seguito la Roma in Ungheria. Passione bipartisan condivisa anche con Valerio Mastandrea, abbonato in Curva Sud laterale e ieri, pure lui, alla maledetta Puskas Arena.

mourinho taylor mourinho taylor mourinho oliver taylor mourinho oliver taylor arbitro taylor arbitro taylor

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT! - SIAMO ARRIVATI ALLA CANNA DEL GAS? LO SPREAD QUESTA MATTINA HA TOCCATO QUOTA 200, CON I RENDIMENTI BTP AI MASSIMI DA 10 ANNI A QUESTA PARTE - DAL NADEF SCODELLATO DAL GOVERNO MELONI I MERCATI INTERNAZIONALI SI ASPETTAVANO UNA RIDUZIONE DEL NOSTRO ENORME DEBITO PUBBLICO DELLO 0,5%, INVECE SI SONO TROVATI LO 0,1%. E L’ALGORITMO DEI FONDI HA SUBITO DATO ORDINE DI VENDERE I BTP - MA IL PEGGIO ARRIVERÀ FRA DUE SETTIMANE CON LO SBARCO A ROMA DELLE PRINCIPALI AGENZIE DI RATING…

COME MAI PAOLO BERLUSCONI, CHE NON HA MAI AVUTO IL DNA AFFABULATORIO, EGO-ESPANSO E ARCI-NARCISISTA DEL FRATELLO MAGGIORE SILVIO, HA LEGNATO SENZA ALCUN RIGUARDO MARTA FASCINA, ULTIMA INCONSOLABILE COMPAGNA DEL FRATELLO DEFUNTO? DIETRO LA REPRIMENDA SI PUÒ LEGGERE UN AVVISO DI SFRATTO DEL BISCIONE FAMILY. CARA MARTA, A FINE ANNO PREPARA LE VALIGIE, GIRA I TACCHI E MOLLA ARCORE: CON I 100 MILIONI DI EREDITÀ INTASCATI PER AVER TENUTO STRETTA COME UNA TRAPPOLA PER TOPI LA MANO DI SILVIO, PUOI TROVARE, CON IL TUO AMATO PAPÀ AL SEGUITO, UN'ALTRA DOVIZIOSA DIMORA - DIETRO TALE BRUTALE AVVISO DI CAMBIARE ARIA, C’È IL DESIDERIO DI PIERSILVIO DI PRENDERE POSSESSO DELLA REGGIA BRIANZOLA (ANCHE PERCHE' LA FOLTA SERVITU' GRAVA SULLE TASCHE DEI BERLUSCONI)

DAGOREPORT! - COME È ANDATO IL FACCIA A FACCIA TRA GIORGIA MELONI E DANIELA SANTANCHÉ PER FARE CHIAREZZA SUI GUAI GIUDIZIARI DELLA “PITONESSA”? LA PREMIER HA FATTO NOTARE CHE UN PASSO INDIETRO SAREBBE SAGGIO, LA SANTADECHÉ HA DIFESO LA SUA POSIZIONE, ACCUSANDO I QUOTIDIANI DI DIFFONDERE BALLE, E HA GARANTITO CHE L’INCHIESTA SI SGONFIERÀ - LA SORA GIORGIA HA DATO FIDUCIA ALLA “SANTA” MA LE HA ANCHE SBATTUTO IN FACCIA UNA PROMESSA: SE ARRIVASSE PER TE IL RINVIO A GIUDIZIO, SARÒ IO STESSA AD ANNUNCIARE LE TUE DIMISSIONI...

DAGOREPORT – COM’È ANDATO L’INCONTRO TRA EMMANUEL MACRON E GIORGIA MELONI? LA PREMIER È TORNATA DRAGHETTA: NO A TONI TRUCI, LARGO AI SORRISI – IL TOYBOY DELL’ELISEO E' STATO DISPONIBILE SUL TEMA MIGRANTI, MA HA INCALZATO LA SORA GIORGIA SULL'INVITO A PONTIDA DI SALVINI A MARINE LE PEN, SUA PRIMA AVVERSARIA ALLE ELEZIONI EUROPEE (NEL MIRINO ANCHE LA KERMESSE SOVRANISTA DI DICEMBRE) – I DUBBI DI MACRON SUL ''PIANO MATTEI'': NON ESISTE, NON C'E' ALCUN DOCUMENTO, SE NON DIECI PAGINETTE E SLIDE PREPARATE DALL'ENI - TAJANI A BERLINO PER RICUCIRE I RAPPORTI DOPO LA DURISSIMA MISSIVA DI MELONI A SCHOLZ...