“MARCO PANTANI NON ERA UN COCAINOMANE” - IL RECITAL SUL “PIRATA” FA INCAZZARE MAMMA TONINA: “DANNEGGIA L'INCHIESTA. VENGONO RIPORTATE FRASI TRATTE DA ATTI GIUDIZIARI”. IN REALTA’ LA MADRE DI PANTANI NON HA ACCETTATO IL FATTO CHE VENISSE DETTO CHE SUO FIGLIO FOSSE COCAINOMANE - IL REGISTA: “UNA PAROLA CHE PERÒ VIENE MESSA IN BOCCA SOLO A PERSONE CHE ERANO CONTRO DI LUI, MAGISTRATI E GIORNALISTI” - IL LEGALE DELLA FAMIGLIA PANTANI: “NESSUNA CENSURA. AVEVAMO SOLO CHIESTO DI TOGLIERE ALCUNE PAROLE INOPPORTUNE” - LA PRIMA A PADOVA IL 23 MAGGIO

-

Condividi questo articolo


Alessandro Fulloni per il “Corriere della Sera”

 

MAMMA TONINA POSTER MARCO PANTANI MAMMA TONINA POSTER MARCO PANTANI

Un «reading» su Marco Pantani tratto, anche, da articoli e crudi atti giudiziari, quelli relativi alle due indagini sulla morte del ciclista per overdose, il 14 febbraio 2004 al residence «Le Rose» di Rimini.

Una portò alla condanna di due pusher. La seconda fu archiviata.

 

Ma a mamma Tonina l'idea che quel recital - titolo eloquente, «Storia di un linciaggio» - possa andare in scena, il prossimo 23 maggio a Padova, proprio non va giù.

Invitata con suo marito Paolo, snobberà la «prima». Questo perché «abbiamo preso atto - ha scritto in un comunicato firmato con gli avvocati Fiorenzo e Alberto Alessi che assistono la coppia - di come si maltratti ancora nostro figlio. Senza riguardo e rispetto di un ragazzo da tempo morto e del lutto delle persone a lui vicine».

 

MARCO PANTANI RECITAL MARCO PANTANI RECITAL

Ma qual è stato il casus belli che ha allontanato, dopo un'iniziale collaborazione avviata nel 2020, Tonina dal regista Emanuele Montagna, autore del testo con il giornalista Andrea Maioli? «Lei si aspettava una santificazione: che ci sarà, ma laica - dice perplesso Montagna -. Credo non abbia accettato il fatto che si dica che suo figlio fosse cocainomane: una parola che però noi metteremo in bocca a persone che erano contro di lui, alcuni magistrati - scandisce - e alcuni giornalisti. Il risentimento nasce da qui».

 

Scuote la testa l'avvocato Alberto Alessi: «Con Tonina avevamo suggerito, e non certo imposto, alcuni cambiamenti al testo che riporta virgolettati tratti da atti giudiziari. Ragioni di opportunità lo sconsigliavano: dopo aver ricevuto documenti secretati dalla Commissione Antimafia, la Procura di Rimini ha avviato, nel novembre 2021, una nuova inchiesta sulla morte di Marco».

 

MARCO PANTANI 11 MARCO PANTANI 11

Si procede per «omicidio in concorso a carico di ignoti» ricorda il legale convinto che l'inserimento di certe frasi nel reading equivalga, per l'indagine, «a una ditata nell'occhio. Ma non è censura, per carità: gli autori vadano pure avanti». Sei le voci narranti sul palcoscenico: il Pirata (impersonato da Montagna), la bici, l'avvocato, la magistratura, l'informazione, la Federciclismo. Il recital fa parte di un'iniziativa - «L'avvocatura incontra la città» - avviata dall'Ordine di Padova il cui presidente, Leonardo Arau, spera che Tonina «sia alla "prima". E ai convegni successivi in cui stigmatizzeremo l'uso malato del ricorso al processo mediatico, proprio il linciaggio che subì Marco».

TONINA E MARCO PANTANi 3 TONINA E MARCO PANTANi 3 TONINA E MARCO PANTANI TONINA E MARCO PANTANI pantani 19 pantani 19 pantani tifosi pantani tifosi pantani il migliore 44 pantani il migliore 44 pantani il migliore 55 pantani il migliore 55 pantani pantani pantani il migliore 6 pantani il migliore 6 TONINA E MARCO PANTANI 11 TONINA E MARCO PANTANI 11

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

MILLERI, OGGI E DOMANI – SARÀ L’AMMINISTRATORE DELEGATO DI ESSILUX, FRANCESCO MILLERI, IL GARANTE DELLA CONTINUITÀ NELL’IMPERO DI DEL VECCHIO: DIVENTERÀ ANCHE PRESIDENTE DEL COLOSSO DELLE LENTI – LO SCHEMA DELLA SUCCESSIONE ERA STATO PREPARATO PER TEMPO DAL PAPERONE DI AGORDO: IERI È STATO COOPTATO NEL CDA DI ESSILOR-LUXOTTICA ANCHE MARIO NOTARI – LA HOLDING DELFIN È BLINDATA DAI DISSIDI TRA I FIGLI DI DEL VECCHIO, CHE HANNO CIASCUNO IL 12,5%:  PER LA VENDITA A UN SOCIO ESTERNO SERVE L’88% DEL CAPITALE, PRATICAMENTE L’UNANIMITÀ – I NODI MEDIOBANCA E GENERALI

cronache

sport

cafonal

CAFONALINO PALLONARO - SI STAVA MEGLIO QUANDO C'ERA MATARRESE? L'EX PRESIDENTE DELLA SERIE A E DELLA FIGC HA PRESENTATO AL SALONE D'ONORE DEL CONI IL SUO LIBRO "E ADESSO PARLO IO": "SONO RATTRISTATO NEL CONSTATARE IL MOMENTO CRITICO CHE STA VIVENDO IL CALCIO ITALIANO. NON VOGLIO FARE PROCESSI, MA VI SIETE INCATTIVITI" - AD ASCOLTARLO C'ERANO I PRESIDENTI DELLA LAZIO, CLAUDIO LOTITO, E DELLA LEGA DI A, LORENZO CASINI. PRESENTI ANCHE GABRIELE GRAVINA, LUCA PANCALLI, VITO COZZOLI, GIANCARLO ABETE E FRANCESCO GHIRELLI, OLTRE AL PADRONE DI CASA GIOVANNI MALAGÒ E… - FOTO

viaggi

salute

CHI SONO I RICOVERATI IN TERAPIA INTENSIVA DELLA NUOVA ONDATA DI COVID? HANNO IN MEDIA PIÙ DI 75 ANNI, NOVE VOLTE SU DIECI SONO VACCINATI CON ALMENO DUE DOSI E OTTO SU DIECI SONO RICOVERATI IN INTENSIVA PER “ALTRO” – I PAZIENTI CON POLMONITE SONO MOLTO RARI E LA GRANDE MAGGIORANZA ARRIVA PER ALTRE PATOLOGIE CHE COMPROMETTONO LE FUNZIONI VITALI, COME ICTUS, IPERTENSIONE POLMONARE, INSUFFICIENZA CARDIACA O TRAUMI E INTERVENTI: IN CERTI CASI IL VIRUS FAVORISCE GLI SCOMPENSI E…