“PANTANI VOLEVA SAPERE CHI LO AVESSE FREGATO, PRIMA DI MORIRE AVEVA CAPITO TUTTO” - PARLA MANUELA RONCHI, MANAGER - PORTAVOCE DEL "PIRATA" NEI SUOI ULTIMI 5 ANNI DI VITA – "MARCO E’ MORTO QUEL GIORNO A MADONNA DI CAMPIGLIO. ERA STATO UN GIRO STRANO: AVEVA PARLATO CONTRO LA... - LA DIPENDENZA DALLA COCA? GLI DISSERO CHE NELLA DROGA AVREBBE TROVATO RISPOSTE" – IL LIBRO

Condividi questo articolo


Estratto dell'articolo di Cosimo Cito per “la Repubblica”

 

marco pantani madonna di campiglio marco pantani madonna di campiglio

Manuela Ronchi è stata ed è la manager di molti personaggi dello spettacolo e dello sport, da Gianmarco Pozzecco a Max Biaggi. Ma soprattutto, per il grande pubblico, è la donna con gli occhiali azzurri che fu consigliera, manager, portavoce e ombra di Marco Pantani nei suoi ultimi cinque anni di vita. Con "Le relazioni non sono pericolose" (Gribaudo editore), da oggi in libreria, Ronchi racconta i mille incontri della sua carriera e i giorni bellissimi e dolorosi di quella storia che ancora oggi è un fitto, potentissimo mistero.

 

Nello studio della sua Action Agency, all' interno di un palazzo Liberty nel centro di Milano, Ronchi ricorda, evoca, si commuove. Nel capitolo dedicato a Marco, lo racconta come "un omino minuto", ma "magnetico, con un carisma fuori dal comune".

 

marco pantani marco pantani

«Sin dal nostro primo incontro, a Cesenatico, si stabilì un contatto speciale. A lui serviva una persona che gestisse i suoi diritti d' immagine. Aveva appena vinto Giro e Tour 1998, era lo sportivo più amato d' Italia. Nel ciclismo non c' erano donne, e ancora oggi sono pochissime. Lui si fidò di me».

 

Nel 1999, la mattina di Madonna di Campiglio, quando Pantani fu trovato con l' ematocrito oltre i limiti consentiti, lei era là.

«Era la penultima tappa di un Giro già vinto, avevo preparato i completini del Pirata, ma non c' era un' aria di festa. Era stato un Giro strano, sin dalla partenza. Marco aveva parlato contro la sovrapposizione dei controlli antidoping dell' Unione ciclistica internazionale e del Coni. In quel momento partì una caccia alle streghe. Fui io a consigliare a Marco di uscire dal portone principale dell' hotel Touring, il Pirata doveva affrontare i giornalisti, non scappare. Quel giorno, e non a Rimini cinque anni dopo, Marco è morto».

MANUELA RONCHI E MARCO PANTANI MANUELA RONCHI E MARCO PANTANI

 

Nel libro racconta anche dell' inizio della dipendenza di Marco dalla cocaina: come andò?

«Successe pochi mesi dopo Campiglio. Qualcuno gli aveva raccontato che la cocaina aiuta a guardare oltre, ad aprire una finestra sulle cose e a vedere la verità. Lui cercava di scoprire chi l' avesse fregato al Giro del '99».

 

manuela ronchi cover manuela ronchi cover

Quando è morto, Marco sapeva tutta la verità?

«Io credo di sì. Non grazie alla cocaina, naturalmente. Ma era arrivato a un grado di consapevolezza di quei fatti, aveva chiuso un cerchio dentro di sé».

 

Lei si è occupata anche dei suoi rapporti con la stampa: come vedeva i giornalisti?

«Ero io a fargli una sorta di rassegna stampa, al mattino, gli piacevano i modi gentili ma anche energici di Gianni Mura. Era innamorato del soprannome Pantadattilo. Gli sembrava rispecchiasse la sua natura. Aveva un' anima romantica, in quelle cronache si ritrovava. Gran parte della stampa gli voltò le spalle troppo presto però».

 

pantani, 10 anni dalla morte del pirata 7 pantani, 10 anni dalla morte del pirata 7 pantani, 10 anni dalla morte del pirata 15 pantani, 10 anni dalla morte del pirata 15 pantani, 10 anni dalla morte del pirata 3 pantani, 10 anni dalla morte del pirata 3 pantani, 10 anni dalla morte del pirata 16 pantani, 10 anni dalla morte del pirata 16 manuela ronchi manuela ronchi pantani, 10 anni dalla morte del pirata 12 pantani, 10 anni dalla morte del pirata 12 pantani, 10 anni dalla morte del pirata 14 pantani, 10 anni dalla morte del pirata 14 PANTANI FILM 1 PANTANI FILM 1 pantani, 10 anni dalla morte del pirata 2 pantani, 10 anni dalla morte del pirata 2 PANTANI FILM PANTANI FILM PANTANI FILM PANTANI FILM pantani pantani pantani, 10 anni dalla morte del pirata 9 pantani, 10 anni dalla morte del pirata 9 Marco Pantani Marco Pantani MARCO PANTANI VINCE IL TOUR DE FRANCE MARCO PANTANI VINCE IL TOUR DE FRANCE pantani, 10 anni dalla morte del pirata 6 pantani, 10 anni dalla morte del pirata 6

(...)

pantani, 10 anni dalla morte del pirata 8 pantani, 10 anni dalla morte del pirata 8 Pantani mollica Pantani mollica PANTANI TOUR PANTANI TOUR la stanza di marco pantani in hotel la stanza di marco pantani in hotel la stanza di marco pantani in hotel la stanza di marco pantani in hotel marco pantani marco pantani marco pantani marco pantani marco pantani bagno marco pantani bagno marco pantani cadavere marco pantani cadavere PANTANI PANTANI PANTANI PANTANI pantani pantani Armstrong Pantani 2 Armstrong Pantani 2 Speciale Marco Pantani Pantani Speciale Marco Pantani Pantani gianni bugno francesco moser marco pantani e cesare romiti 1998 gianni bugno francesco moser marco pantani e cesare romiti 1998

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

FARSA ITALIA – NON SAREBBE GIUNTA L’ORA DI FINIRLA CON LA MEGACAZZATA DI BERLUSCONI-QUIRINALE? E’ RISAPUTO DA TUTTI CHE E’ STATO CONDANNATO IN VIA DEFINITIVA SCONTANDO LA PENA AI SERVIZI SOCIALI E HA UN PROCESSO IN CORSO, RUBY-TER, CON OLGETTINE SCATENATE – QUALCHE ANIMA PIA SALVI IL BANANA SBUCCIATO, OSTAGGIO DI LICIA RONZULLI, DA FIGURE DI MERDA: QUANDO A BRUXELLES HA DETTO “GARANTISCO IO PER MELONI E SALVINI”, IL PRESIDENTE DEL PPE WEBER GLI HA RISO IN FACCIA: “GARANTISCI CHI? QUELLI CHE STANNO CON VOX E LE PEN E VOTANO PER IL MURO ANTI-MIGRANTI DEI POLACCHI?”

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

BOLLETTINIAMOCI! – OGGI 3.882 NUOVI CASI E 39 DECESSI, CON 487.218 TAMPONI EFFETTUATI E IL TASSO DI POSITIVITÀ CHE RIMANE STABILE ALLO 0,8% - LE DOSI DI VACCINO SOMMINISTRATE SONO OLTRE 88,3 MILIONI, CON PIÙ DI 44,2 MILIONI DI CITTADINI CHE HANNO COMPLETATO IL CICLO VACCINALE (81,84% DELLA POPOLAZIONE OVER 12) – BRUSAFERRO DELL’ISS: “IN ITALIA NON C'È UNA RISALITA DELLA POSITIVITÀ COME IN ALTRI PAESI UE. LA MORTALITÀ MOSTRA UN LIEVE AUMENTO ANCHE SE SI PARLA DI NUMERI LIMITATI”