IL PAESE DI PULCINELLI – ASCOLI-CREMONESE RINVIATA IN SERIE B PER MANCANZA DI MISURE PREVENTIVE PER IL CORONAVIRUS, IL PATRON DELL'ASCOLI MASSIMO PULCINELLI SI INFERVORA: “PAESE ASSURDO. RIDICOLO! GESTITO DA IRRESPONSABILI. LO STADIO? IL LUOGO MENO PERICOLOSO AL MONDO”. ORA CHIUDIAMO TUTTI GLI ESERCIZI PUBBLICI PER LA PAURA!” – LA POSIZIONE DI MALAGO’ E SPADAFORA

-

Condividi questo articolo


Da ilmessaggero.it

 

pulcinelli pulcinelli

Anche lo sport è in allarme per il coronavirus. «Sono in contatto con le autorità che hanno la responsabilità, il diritto e dovere di prendere iniziative e precauzioni. Se ci sono autorità governative e rappresentanze locali che faranno ordinanze per la sicurezza dei cittadini, lo sport si deve immediatamente adeguare». Lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò, a margine di Benvenuto Brunello a Montalcino (Siena). «Se c'è una manifestazione dove si verifica uno di questi casi, lì lo sport si deve fermare», ha aggiunto. «Per quanto riguarda le competizioni sportive al momento sono tutte confermate, a meno che non ci siano ordinanze delle autorità che hanno vietato non la competizione sportiva ma tutto quanto», ha poi sottolineato Malagò.

 

pulcinelli pulcinelli

«Stiamo monitorando e man mano prendendo tutti i provvedimenti necessari. Non vogliamo fare allarmismo ma è ovvio che i luoghi di aggregazione sportiva sono tra i posti in cui le difficoltà possono presentarsi maggiormente». Lo dice il ministro per le politiche giovanili e lo sport, Vincenzo Spadafora, a proposito dell'emergenza coronavirus. «Sono in stretto contatto col presidente del Coni Giovanni Malagò, ma anche con i presidenti delle federazioni, e con il presidente del Consiglio. Monitoreremo di volta in volta insieme a chi ha la competenza anche da un punto di vista sanitario, ma non vogliamo creare allarmismo. Faremo quello che è necessario per la tutela di tutti i cittadini», aggiunge Spadafora all'Olimpico prima della sfida Italia-Scozia del Sei Nazioni di rugby.

 

Calcio e polemiche. Sono 88 il numero delle partite dei campionati dilettanti rinviate in Lombardia per l'emergenza sanitaria legata al Coronavirus. Il Gos ha deciso il rinvio di Ascoli-Cremonese di serie B per mancanza di misure preventive per il coronavirus. Il patron dell'Ascoli Massimo Pulcinelli non è affatto d'accordo. «Paese assurdo. Ridicolo! Gestito da irresponsabili. Lo stadio? Il luogo meno pericoloso al mondo. Ora chiudiamo tutti gli esercizi pubblici per la paura!».

 

VINCENZO SPADAFORA GIOVANNI MALAGO' VINCENZO SPADAFORA GIOVANNI MALAGO'

Il comitato regionale della Lega Dilettanti della Lombardia ha infatti fornito un primo aggiornamento rispetto alle iniziali 42 gare di diversi campionati, dall'eccellenza alle juniores femminili fino alle giovanili, rinviate nella giornata di ieri, con il numero delle partite posticipate salito così a 88 sulle 502 in programma. Il comitato regionale nel tardo pomeriggio fornirà un ulteriore aggiornamento.In realtà c'è un primo stop: rinviata  la gara del campionato Primavera 2 tra Cremonese e Brescia, in programma oggi. Lo ha reso noto la Lega Serie B in una nota. 

MALAGO' MALAGO'

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

QUIRINAL TANGO – MATTARELLA SEGUIRA' LA PRIMA VOTAZIONE DA PALERMO. GIOVANNI GRASSO, PORTAVOCE DEL CAPO DELLO STATO, POSTA SU TWITTER LA FOTO CON PACCHI E SCATOLONI PRONTI: "WEEK-END DI LAVORI PESANTI" - IL RIFERIMENTO È AL TRASLOCO IN ATTO DAL COLLE - BERLUSCONI PARLA DI UN NOME PER IL QUIRINALE IN GRADO DI AVERE “IL MASSIMO CONSENSO POSSIBILE”. MA A PARTE MATTARELLA QUALE ALTRA FIGURA E’ IN GRADO DI AVERE UN CONSENSO COSI' VASTO? LA DISCUSSIONE NEL CORSO DEL VERTICE PERCHE’ FRATELLI D’ITALIA NON VOLEVA CHE…

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

L’EMERGENZA SANITARIA DEL FUTURO - OLTRE 1,2 MILIONI DI MORTI NEL 2019, A CAUSA DI INFEZIONI ANTIBIOTICO-RESISTENTI, MENTRE ALTRE 5 MILIONI PER CAUSE LEGATE INDIRETTAMENTE - LE INFEZIONI DELLE BASSE VIE RESPIRATORIE SONO QUELLE CHE FANNO PIÙ VITTIME, SEGUITE DA QUELLE DEL SANGUE E DA QUELLE ADDOMINALI – SI STIMAVA CHE ENTRO IL 2050 LE VITTIME POTREBBERO ARRIVARE A 10 MILIONI, CON I NUMERI EMERSI DI RECENTE SI RISCHIA DI ARRIVI MOLTO PRIMA A QUESTO TRISTE TRAGUARDO…