UN "GALLO" NEL POLLAIO DI MOU - DOPO LA FINE DEL CONTRATTO CON IL TORINO E METÀ ESTATE PASSATA DA "DISOCCUPATO", ANDREA BELOTTI SAREBBE VICINO ALLA ROMA - L'ATTACCANTE POTREBBE ARRIVARE NELLA CAPITALE COME VICE ABRAHAM, MA CON UN INGAGGIO DA "TITOLARE" (SI PARLA DI 3 MILIONI L'ANNO) - È MEGLIO RESTARE NEL CALCIO "CHE CONTA" (AMMESSO CHE QUELLO ITALIANO LO SIA) A FARE IL PANCHINARO OPPURE...

-

Condividi questo articolo


G.buc. per “La Stampa”

andrea belotti andrea belotti

 

Un Gallo a Roma. E alla corte Mourinho. Può accadere, accadrà - salvo ripensamenti improvvisi - non appena il club giallorosso avrà trovato spazio a Belotti cedendo (Shomurodov l'indiziato) uno dei suoi attaccanti. Finirà, così, la lunga sosta ai box di un centravanti campione d'Europa e rimasto senza squadra nonostante si sia liberato da ogni tipo di vincolo con il Toro lo scorso 30 giugno?

 

andrea belotti andrea belotti

Può darsi e sarebbe una fine per alcuni con poca logica, per altri sì. Non sarebbe stato meglio per il Gallo legarsi al Toro per la vita come simbolo, storia e presente? E perché la scelta di Belotti dovrebbe cadere per una piazza, prestigiosa, pesante, ma dove non andrebbe a fare il titolare all'età di ventotto anni? Interrogativi a cui potrà dare risposta soltanto l'ex capitano granata e la risposta non potrà che arrivare solo a cose fatte e siglate.

gallo belotti foto mezzelani gmt17 gallo belotti foto mezzelani gmt17

 

TRE MILIONI L'INGAGGIO

Va in Canada, no al Monza. Vorrebbe il Milan, c'è il Napoli, forse la Lazio e, poi, la Premier League. Al termine di un gioco con il ritorno sempre al punto di partenza ecco la Roma e le ambizioni e personalità di un tecnico, Mourinho, che ha individuato nell'occasione Belotti la via da percorrere per completare un mercato molto vivace e che ha in Dybala il suo punto più alto, non l'unico.

 

Nella Capitale giallorossa c'è Abraham indiscusso re, ma c'è spazio per una partita dopo l'altra, Europa League compresa dopo il successo di Tirana contro il Feyenoord nella finale di Conference League. Il Gallo in Europa con i club non ha mai messo piede, ma la sensazione generale è che ci volesse entrare dalla porta principale, quella della Champions.

 

cairo belotti cairo belotti

Oltre all'eventuale annuncio della firma del contratto da tre milioni di euro a stagione, attorno a Belotti c'è il pieno di curiosità per quello che dirà nel giorno della presentazione non avendo, il Gallo, mai aperto bocca nell'ultimo anno e nelle ultimissime settimane, le più calde. Un Gallo a Roma, e alla corte Mourinho, può accadere.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

BUTTI LA RETE (COMINCIAMO BENE...) – IL RESPONSABILE TELECOMUNICAZIONI DI FRATELLI D’ITALIA ALESSIO BUTTI SMENTISCE "IL FOGLIO" SULLA RETE UNICA - "SIAMO FORTEMENTE CONTRARI AL PIANO DI VENDITA DELLA RETE TIM. LA RETE UNICA DEVE RIMANERE IN CAPO A TIM. MA CON CONTROLLO E GESTIONE DI CDP" – CERASA (DIRETTORE DE "IL FOGLIO"): IL PIANO DI FRATELLI D’ITALIA E’ FAR COMPRARE OPEN FIBER A TIM E POI FAR COMPRARE TIM A CDP. MI PARE ISPIRATO AL MODELLO MADURO (NAZIONALIZZARE TUTTO)…

cronache

sport

"UNA VOLTA NON GLI PASSAI IL PALLONE E CALCIAI DA TRENTA METRI. MI DISSE: 'NON HAI MAI SEGNATO DA LÌ. CHE CAZZO CALCI?'" - DIEGO SIMEONE PARLA DEL SUO RAPPORTO CON MARADONA: "ERA COME AVERE UN ALTRO ALLENATORE IN SQUADRA. MI CRITICAVA ANCHE PERCHÉ MI PIACEVA ANDARE AVANTI, CERCARE IL GOL. E LUI MI DICEVA CHE IL CENTROCAMPISTA SI CHIAMA COSÌ PERCHÉ GIOCA A CENTROCAMPO" - "SI È SEMPRE COMPORTATO IN MANIERA FANTASTICA, PRENDENDOSI CURA DI ME, INVITANDOMI A CASA SUA QUANDO ERAVAMO INSIEME A SIVIGLIA…" - VIDEO

cafonal

viaggi

salute