"VIVIAMO UN INCUBO, CI CHIAMANO PER INSULTARCI" – PARLA LA COMPAGNA DI ANDREA SERRANI, IL 45ENNE FINITO SOTTO I RIFLETTORI PER LA PALPATA ALLA GIORNALISTA TV, GRETA BECCAGLIA: “HO APPENA CHIUSO LA TELEFONATA CON UN SIGNORE CHE VOLEVA ORDINARE "DUE MOLESTIE". CHIEDIAMO SOLO DI TORNARE A UNA VITA NORMALE" - IL FLASH MOB DI AMICI E CLIENTI NEL RISTORANTE DELL’UOMO…

-

Condividi questo articolo


SARA FERRERI per ilrestodelcarlino.it

  

andrea serrani andrea serrani

"Un flash mob per Andrea che non ha mai usato violenza e anzi ha sempre rispettato le donne". Ieri sera ha riaperto la trattoria pizzeria "Il Ranocchiaro" di Andrea Serrani, il 45enne chiaravallese finito sotto i riflettori di tutto il mondo per la palpata alla giornalista tv, Greta Beccaglia, che stava svolgendo il suo lavoro davanti alla telecamera.

 

A riaprire (era rimasto chiuso dopo il clamore mediatico attorno alla vicenda) il locale di viale Rinascita è la compagna di Andrea Serrani, Natascia Bigelli che abbraccia amici e clienti che hanno organizzato ieri sera un flash mob senza striscioni né slogan, ma solo "in segno di solidarietà e vicinanza" ad Andrea e alla sua famiglia allargata.

 

ANDREA SERRANI ANDREA SERRANI

 

Durante il flash mob la chiamata in diretta ad Andrea, con una standing ovation per il ristoratore chiaravallese, che ha ringraziato tutti per l’affetto. Lo hanno pregato di andare al locale ma lui ha preferito restare a casa con la sua figlioletta, ancora lontano dai riflettori. Lei, Natascia Bigelli, è ancora provata, ha appena chiuso la chiamata con un signore che voleva ordinare "due molestie".

GRETA BECCAGLIA GRETA BECCAGLIA

 

 

"Chiediamo solo di tornare a una vita normale – spiega Bigelli – fatta di lavoro e di affetti in una piccola realtà com’è Chiaravalle. In questi giorni sta arrivando di tutto via social, spuntano minacce anche verso i nostri figli e accuse gratuite. Il mio compagno ha sicuramente sbagliato, ha fatto una cosa che non si fa e se n’è reso conto. Dopo l’accaduto mi ha chiamato dicendo di aver sbagliato e ha subito chiesto scusa a tutti. Io avrei dovuto raggiungerlo per fare una piccola vacanza a Firenze ma ci è piombato addosso il mondo.

 

flash mob per andrea serrani flash mob per andrea serrani

Lui risponderà in tribunale di quel gesto e pagherà, anche se non può essere equiparato a un violentatore – sottolinea ancora la compagna di Serrani –. Sono arrivati anche commenti pesanti e telefonici a mio figlio maggiore oltreché a noi. Un vero linciaggio. Parole davvero irripetibili e che mai avrei immaginato nei nostri confronti. Spero che questo incubo finisca presto".

 

ANDREA SERRANI ANDREA SERRANI

Nadia Imberti racconta: "Andrea mi è stato molto vicino dopo il mio divorzio. Ha preso a cuore me e mio figlio quando eravamo in difficoltà. Ci portava anche la pizza gratis. Una persona che di fronte alla sofferenza apre il suo cuore. Lui è un burlone, ma ha rispetto per tutti.

 

greta beccaglia 2 greta beccaglia 2

Mi aspettavo che la giornalista non lo denunciasse valutando che è stata più una burla, una cosa fatta senza pensarci ma non con cattiveria. La molestia è ben alto. Lui ha chiesto scusa e cercato di avere il suo perdono". "Andry ha chiesto scusa – le fa eco Roberta – si è reso conto di aver sbagliato, ma questo non ha avuto nessun effetto. Mi auguro che questa storia venga rivalutata dalla giornalista: è stato un gesto istintivo, spontaneo e burlone come lui, che tutto questo casino non se lo merita proprio".

Andrea Serrani Andrea Serrani GRETA BECCAGLIA 11 GRETA BECCAGLIA 11 GRETA BECCAGLIA GRETA BECCAGLIA greta beccaglia 2 greta beccaglia 2 greta beccaglia 4 greta beccaglia 4 greta beccaglia 3 greta beccaglia 3 greta beccaglia 1 greta beccaglia 1 Andrea Serrani Andrea Serrani

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

IL VACCINO? UN RICATTO. NON HO PAURA, L’ETA’ MEDIA DEI MORTI E’ MOLTO ALTA” - L'EX CAMPIONE DI MOTOCICLISMO MARCO MELANDRI ALLA PROTESTA NO PASS DI MILANO: "NON SONO UN NO VAX, SONO UN SOSTENITORE DELLA LIBERTA’ MA NON HO PRESO IL COVID APPOSTA, QUELLA ERA SOLO UNA BATTUTA INFELICE” – LA SITUAZIONE NEGLI OSPEDALI È CRITICA: “I DATI DIFFUSI NON SONO VERI. NON SI GUARDA ALLA REALTÀ DEI FATTI, MA A QUELLO CHE FA COMODO. DJOKOVIC? UN CAPRO ESPIATORIO” - MELANDRI PAGA L’INTERVISTA SUL COVID: UNO SPONSOR NON GLI RINNOVA IL CONTRATTO

cafonal

viaggi

salute