RIAD BENE CHI RIDE ULTIMO - BIN SALMAN SI GODE LA VITTORIA SULL’ARGENTINA: NON MALE PER UNA NAZIONALE CHE HA IL SECONDO PEGGIOR RANKING MONDIALE – SE “MBS” DETESTA IL QATAR E I SUOI EMIRI (ACCUSATI DI FINANZIARE I JIHADISTI) È INVECE BEN DISPOSTO VERSO L'ITALIA: NON SOLO L’OFFERTA DA 150 MILIONI PER LA SUPERCOPPA, LA STAMPA INGLESE HA VISTO NEL "GEMELLAGGIO" ITALIA-ARABIA SAUDITA LA POSSIBILITÀ DI ORGANIZZARE UN MONDIALE CONGIUNTO NEL 2030...

-

Condividi questo articolo


Massimiliano Castellani per Avvenire

 

MESSI BIN SALMAN MESSI BIN SALMAN

Debacle nazionale. Il Qatar ora è sotto di 4 gol: i due subiti con l'Ecuador nella partita inaugurale dei Mondiali domestici, vanno ad aggiungersi alle due pesantissime reti di Al-Shehri e Al-Dawsari, con cui i "nemici" e vicini di casa dell'Arabia Saudita hanno fatto piangere Messi e l'Argentina tutta.

 

La bellezza e la democrazia del calcio fa sì che, a volte, anche i peggiori, i Verdi sauditi hanno il secondo peggior ranking mondiale, possono umiliare i migliori, i favoriti del torneo dell'Argentina messianica. Ad Abu Dhabi gli emiri stanno brindando a champagne e ringraziano Allah e il loro profeta della panchina, la "volpe del deserto", il ct francese, Hervè Renard, che come Aldo Baglio del trio Aldo, Giovanni e Giacomo va ripetendo estasiato: «Non ci posso credere!».

 

MOHAMMED BIN SALMAN FESTEGGIA PER LA VITTORIA DELL ARABIA SAUDITA CONTRO L ARGENTINA MOHAMMED BIN SALMAN FESTEGGIA PER LA VITTORIA DELL ARABIA SAUDITA CONTRO L ARGENTINA

Tre anni fa alla Coppa d'Asia, l'Arabia Saudita, allora allenata dal ct argentino Juan Pizzi, perse 2-0, davanti alla sua gente, contro il Qatar che poi vinse la sua prima storica Coppa. Ma il campionato saudita evidentemente è molto più performante di quello qatariota e lo dimostra la forza dell'Al-Hilal, campione in carica della Champions League asiatica. Un rilancio internazionale quello saudita arrivato dopo un decennio di black out successivo a un inizio millennio in cui i vari Muhammad Al-Deayea, Sami Al Jaber e Saeed Al-Owairan avevano fatto sognare la casa regnante.

Poi due edizioni Mondiali in stile Italia: Arabia fuori da Sudadrica 2010 e Brasile 2014.

 

MOHAMMED BIN SALMAN FESTEGGIA PER LA VITTORIA DELL ARABIA SAUDITA CONTRO L ARGENTINA MOHAMMED BIN SALMAN FESTEGGIA PER LA VITTORIA DELL ARABIA SAUDITA CONTRO L ARGENTINA

Lo spiaggiamento saudita ha coinciso con il decollo del Qatar, nuova potenza organizzativa dello sport mondiale. Per non fallire l'appuntamento di Russia 2018 ha giocato un ruolo decisivo l'accordo fatto con la Liga spagnola e con la nostra Figc. Con la Liga il do ut des ha visto la migrazione "didattica" dei 9 migliori calciatori sauditi in altrettanti club iberici, in cambio di 25 milioni di dollari erogati alla federcalcio spagnola per disputare su territorio arabo tre finali di Supercoppa. Nel 2018 la finale di Supercoppa Italiana (Juventus-Milan 1-0) si disputò a Gedda e alle pesanti denunce rivolte a un paese che in fatto di diritti umani si comporta come i fratelli musulmani del Qatar, è seguita la megaofferta alla Lega di Serie A: «Vi diamo 150 milioni di euro per le prossime sei edizioni di Supercoppa in Arabia Saudita ».

 

MOHAMMED BIN SALMAN GUARDA ARABIA SAUDITA ARGENTINA MOHAMMED BIN SALMAN GUARDA ARABIA SAUDITA ARGENTINA

Re Mohammed bin Salman come detesta il Qatar e i suoi emiri, accusati nel recente passato di essere i finanziatori, più o meno occulti, della jihad, così invece è ben disposto verso l'Italia. La stampa inglese addirittura ha visto nel "gemellaggio" Italia-Arabia Saudita la possibilità di organizzare un Mondiale congiunto nel 2030. Ma il Boston Consulting Group punta di più sul progetto Egitto-Grecia- Arabia Saudita. Rotto l'embargo con il Qatar, il Saudi Vision 30 ormai è formalmente una lega unica che persegue l'obiettivo di un nuovo colonialismo calcistico in Europa. Per diretta volontà della casa regnante il 7 ottobre 2021 la Public Investment Fund Saudita ha acquistato il club inglese del Newcastle. L'emiro Mansour bin Zayd, proprietario della compagnia aerea di Abu Dhabi, Etihad, nel 2008 aveva acquisito il Manchester City.

 

argentina arabia saudita argentina arabia saudita

Ma si trattava ancora di un'azione privata, volta a rafforzare finanziariamente le aziende di Mansour, uomo dal patrimonio vastissimo ma mai paragonabile ai 430 miliardi di euro a disposizione dei governanti di Riad. Uomini fidati di re Salman, il quale mentre da una parte denunciava l'immoralità qatariota, minacciando il boicottaggio del Mondiale, dall'altra incentivava la spinta nazionale del wahhabbismo islamico ultrancoservatore. Come il Qatar, anche l'Arabia Saudita non crede alla parità di genere, le donne vengono segregate, ma al tempo stesso come specchietto nel 2020 hanno fondato la nazionale di calcio femminile. Tutto questo va in un'unica direzione: panarabizzare anche il mondo del football, e come scrive Marco Bellinazzo nel suo prezioso e quanto mai attuale saggio, Le nuove guerre del calcio (Feltrinelli): «Il calcio e lo sport in generale, dunque, potrebbero essere l'incubatore temporale per spalancare le porte del Golfo e trascinare un'intera area geografica e spirituale dal Medioevo alla contemporaneità».

argentina arabia saudita argentina arabia saudita mohammed bin salman insieme al presidente indonesiano e alla moglie mohammed bin salman insieme al presidente indonesiano e alla moglie argentina arabia saudita argentina arabia saudita argentina arabia saudita argentina arabia saudita argentina arabia saudita argentina arabia saudita MOHAMMED BIN SALMAN FESTEGGIA PER LA VITTORIA DELL ARABIA SAUDITA CONTRO L ARGENTINA MOHAMMED BIN SALMAN FESTEGGIA PER LA VITTORIA DELL ARABIA SAUDITA CONTRO L ARGENTINA

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - A MEDIASET NULLA SARÀ COME PRIMA: CON PIER SILVIO E MARINA AL COMANDO, TRAMONTA LA STELLA DEL GRAN CAPO DELL'INFORMAZIONE, MAURO CRIPPA (DA OLTRE 25 ANNI SOTTO L'ALA PROTETTIVA DI CONFALONIERI) - NELLA PROSSIMA STAGIONE TV, I CONDUTTORI-ULTRA’ CHE HANNO POMPATO I VOTI DI SALVINI E ORA TIRANO LA VOLATA ALLA MELONI (DEL DEBBIO, PORRO E GIORDANO) DOVRANNO DARSI UNA REGOLATA: PIER SILVIO VUOLE UN BISCIONE PLURALISTA - LO SCAZZO DI “PIERDUDI” CON PAOLO DEL DEBBIO - NICOLA PORRO, SE NON SI TOGLIE IL FEZ, RISCHIA DI PERDERE IL PROGRAMMA: LO STIPENDIO GLIELO PAGA MEDIASET, NON FRATELLI D’ITALIA - SILVIO NON C'E' PIU', CONFALONIERI HA 87 ANNI E CRIPPA INIZIA A PRENDERE CEFFONI: LA CACCIATA DELLA D’URSO E IL LICENZIAMENTO IN TRONCO DI DEL CORNO…

DAGOREPORT - I FRATELLINI D’ITALIA VARANO TELE-MELONI CON GIAMPAOLO ROSSI SEDUTO SULLA POLTRONA DI AMMINISTRATORE DELEGATO E SIMONA AGNES (IN QUOTA FORZA ITALIA) ALLA PRESIDENZA - ALLA LEGA, CHE VUOLE LA DIREZIONE GENERALE, NIENTE. SALVINI S'INCAZZA DI BRUTTO E SFANCULA I MELONI DI VIALE MAZZINI: LE NOMINE RAI RISCHIANO DI SALTARE A SETTEMBRE - LA DAGO-INDISCREZIONE DI UNA TRATTATIVA IN CORSO PER UN TRASLOCO DI FIORELLO A DISCOVERY NON HA FATTO PER NIENTE PIACERE (EUFEMISMO) ALLA MELONA. C’È UN ANTICO AFFETTO E SIMPATIA TRA FIORELLO E L’EX BABY SITTER DELLA FIGLIA OLIVIA DIVENTATA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO. ED È SUBITO PARTITA UNA TELEFONATA DELLA MELONA AI “SUOI” DIRIGENTI RAI: IL SUO “FIORE ALL’OCCHIELLO” DEVE RESTARE IN AZIENDA A QUALSIASI COSTO…

DAGOREPORT - GIORGIA MELONI È AL SUO PIÙ IMPORTANTE BANCO DI PROVA: IL VOTO PER L’ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE UE DEFINIRÀ IL SUO PROFILO INTERNAZIONALE. FARÀ UNO SCATTO DA STATISTA, METTENDO GLI INTERESSI ITALIANI AL CENTRO E VOTANDO PER LA RICONFERMA DI URSULA VON DER LEYEN O DIRÀ “NO, GRAZIE”, IN VERSIONE RAMBA DELLA GARBATELLA, SPINGENDO L’ITALIA IN UN MARE DI GUAI? - DAL MES AL PATTO DI STABILITA’, DALLA FINANZIARIA AL POSTO DA COMMISSARIO, CON BRUXELLES BISOGNERA’ TRATTARE: MEGLIO FARLO DA AMICO CHE DA NEMICO - LA SPINTA DI CONFINDUSTRIA, TAJANI E CROSETTO: GIORGIA, VOTA URSULA…

DAGOREPORT - DOPO LA CONFERENZA STAMPA AL VERTICE NATO, BIDEN HA PARTECIPATO A UNA CONFERENCE CALL CON BARACK OBAMA, IL LEADER DEI DEMOCRATICI AL SENATO, CHUCK SCHUMER, E LA GOVERNATRICE DEL MICHIGAN, GRETCHEN WHITMER. I TRE SONO STATI PIUTTOSTO ASSERTIVI NEL FAR CAPIRE A BIDEN CHE LA SITUAZIONE È PRECIPITATA: SE NON FARÀ UN PASSO INDIETRO, I GOVERNATORI DEMOCRATICI NON MANDERANNO I LORO DELEGATI ALLA CONVENTION DEMOCRATICA, PREVISTA DAL 19 AL 22 AGOSTO A CHICAGO: UN CHIARO ATTO OSTILE PER SABOTARE LA CANDIDATURA - DIETRO LA LETTERA DI CLOONEY C'E' LA MANO DI OBAMA CHE DOMANI PARLERA' AGLI AMERICANI...

L’ESTATE SI CONFERMA LA STAGIONE PIÙ CRUDELE PER LE CELEBRITÀ! - DOPO TOTTI-BLASI, AMENDOLA-NERI, MARCUZZI-CALABRESI, BONOLIS-BRUGANELLI, FEDEZ-FERRAGNI, DAGOSPIA È COSTRETTA AD ANNUNCIARE LA SEPARAZIONE DI CHECCO ZALONE DALLA COMPAGNA MARIANGELA EBOLI - I DUE STAVANO INSIEME DAL 2005, ANNO IN CUI IL COMICO PUGLIESE ESORDI' SUL PALCO DI ZELIG OFF - IN BARBA ALLA LORO IDIOSINCRASIA PER IL BARNUM DEL FLASH, SULLA COPPIA CIRCOLAVANO DA TEMPO VOCI DI CRISI. IL SIPARIO SI È DEFINITIVAMENTE ABBASSATO ALCUNI GIORNI FA QUANDO CHECCO, ALL’ANAGRAFE LUCA PASQUALE MEDICI, SI È PRESENTATO NELLO STUDIO DI UN AVVOCATO DI ROMA PER ATTIVARE LE PRATICHE DI FINE RAPPORTO (MALGRADO LA NASCITA DI DUE BAMBINE, NON HANNO MAI TROVATO LA STRADA VERSO L’ALTARE PER IL FATIDICO “SÌ”)