L’INTER SCACCIA GLI INCUBI! UN GRAN GOL DI CALHANOGLU METTE KO IL BARCELLONA. SI AVVICINA LA QUALIFICAZIONE AGLI OTTAVI. INZAGHI PUO’ RESPIRARE NONOSTANTE DIVERSI BRIVIDI: PALO DI DEMBELE', GOL ANNULLATO A PEDRI PER TOCCO CON LA MANO DI ANSU FATI E PRESUNTO RIGORE PER I BLAUGRANA NEGATO DAL VAR - MAROTTA BLINDA INZAGHI: "AVANTI CON LUI. LE VOCI SU SKRINIAR? PER NOI È UNA CERTEZZA"

-

Condividi questo articolo


Da gazzetta.it

calhanoglu inter barcellona calhanoglu inter barcellona

Miglior modo di rialzarsi da un momento di crisi non c'è: battere il Barcellona con una prova di sofferenza e carattere e avvicinarsi alla qualificazione agli ottavi di finale di Champions League. L'Inter stende 1-0 il Barcellona con un guizzo di Hakan Calhanoglu e sale a 6 punti in classifica nel girone.

 

CONCRETEZZA

Il primo tempo al Giuseppe Meazza è un lungo possesso palla di qualità del Barcellona, con l'Inter di Simone Inzaghi che punta a chiudersi nella propria metà campo e poi ripartire in modo efficace. Gli episodi sfortunati impediscono due volte ai nerazzurri di passare in vantaggio a metà frazione: prima un fallo di mano in area blaugrana non diventa rigore per un leggerissimo fuorigioco e poi una rete di Joaquin Correa viene invalidata per un altro offside. Dietro André Onana para poco rispetto alla mole di passaggi degli ospiti e nei minuti di recupero la poca incisività catalana viene punita: da fuori area Calhanoglu trova una splendida conclusione e buca Marc-André Ter Stegen trovando l'angolino basso.

calhanoglu inter barcellona calhanoglu inter barcellona

 

LA RIPRESA

   I pochi cambi nella prima parte di secondo tempo non spostano gli equilibri, ma intorno a metà frazione l'Inter rischia seriamente in due occasioni: prima Dembelé colpisce il palo di potenza, poi la rete di Pedri viene annullata. Sulla pessima uscita di Onana, infatti, Ansu Fati tocca il pallone con la mano e ciò è sufficiente per indurre Var e arbitro a invalidare la rete. Nel finale, poi, il Barcellona va vicinissimo a guadagnare un rigore: dubbio sul tocco di mano di Denzel Dumfries, ma l'arbitro non va al monitor dopo un consulto con il Var. Game over, trionfa l'Inter.

SIMONE INZAGHI BEPPE MAROTTA SIMONE INZAGHI BEPPE MAROTTA

 

Condividi questo articolo

media e tv

“A LETTO VANNO BENE LE COCCOLE, MA NON SOLO QUELLE. CONTA QUALITÀ E QUANTITÀ” – L’INTERVISTA BOMBASTICA AD ANTONELLA CLERICI CHE NELL'INTIMITA’ VUOLE “UNA CERTA DOSE DI TRASGRESSIONE" - A 58 ANNI LA CONDUTTRICE NON HA PERSO LA PASSIONE E SOTTO LE COPERTE SI VUOLE DIVERTIRE: "MAGARI NON TUTTI I GIORNI COME UN TEMPO MA COME SI DEVE” – “LA PRIMA VOLTA DAL CHIRURGO ESTETICO? A 40 ANNI, MA NON CI VADO PIÙ DI DUE VOLTE L’ANNO. NON VOGLIO TRASFORMARMI, VEDO CERTE BOCCHE IN GIRO, MAMMMA MIA…”

politica

business

cronache

sport

cafonal

CAFONALISSIMO! GOVERNO MELONI ALL'OPERA – L'EMOZIONANTE PRIMA DI “DIALOGHI DELLE CARMELITANE”, REGIA DI EMMA DANTE, CON IL PALCO REALE OCCUPATO DA SANGIULIANO ASSEDIATO DI LINGUE BIFORCUTE, CASELLATI, SGARBI, MOLLICONE - GUALTIERI È FILATO VIA ALLA FINE DEL PRIMO ATTO PER NON PERDERE L'AEREO PER BRUXELLES - IL SIPARIETTO TRA IL NEOSENATORE LOTITO E L’ASSESSORE ONORATO (FLAMINIO CI COVA?) – E POI LETTA, GRILLI, PADOAN, PALERMO, MASI, SEVERINO, NASTASI, AUGIAS, GOTOR, JERVOLINO, DAGO LEOPARDATO, LUCCI CHE SI BECCA DEL “BASTARDO” E DUE DIPENDENTI DEL TEATRO CHE DENUNCIANO: “QUI SI RUBANO LE PALLINE DELL’ALBERO DI NATALE!” – FOTO BY DI BACCO

viaggi

salute