SOCIOS, ANNAMO BENE! - IL NUOVO SPONSOR DELL’INTER SI DIVERTIVA A PRENDERE PER IL CULO I NERAZZURRI SU TWITTER - IL 9 MARZO 2020, DOPO LA VITTORIA DELLA JUVENTUS CONTRO LA SQUADRA DI CONTE: "BUONGIORNO, VI AUGURIAMO UN COMPLEANNO PIENO DI GIOIA", "IL PRIMO GIOCATORE NERAZZURRO CHE CI VIENE IN MENTE? MODRIC" E ANCHE UNO SPUDORATO: "DAI JUVE DAI" - TUTTI I POST SONO STATI CANCELLATI PRIMA CHE ARRIVASSE L'UFFICIALITÀ DELL'ACCORDO, MA ORMAI…

-

Condividi questo articolo


Fabrizio Rinelli per www.fanpage.it

TWEET SOCIOS INTER TWEET SOCIOS INTER

 

L'Inter ha ufficializzato Socios come nuovo sponsor di maglia a partire dalla prossima stagione 2021/2022. Una rivoluzione per il club nerazzurro che dice addio a Pirelli sulla propria divisa dopo ben 26 anni dando il benvenuto alla piattaforma direct-to-consumer. Socios sfrutta la tecnologia blockchain per fornire alle principali organizzazioni sportive del mondo gli strumenti necessari per coinvolgere e monetizzare i loro fan globali, attraverso i cosiddetti Fan Token. In pratica i tifosi saranno protagonisti delle scelte decisionali del club nell'ambito del marketing.

 

Ma sono gli stessi sostenitori nerazzurri sui social a ricordare un passato piuttosto particolare da parte di Socios.com. Sul proprio account Twitter, proprio l'azienda legata alla criptovaluta, si divertiva a pubblicare tweet di sfottò nei confronti di diversi club, tra cui l'Inter. Tra la scorsa stagione e quella attuale, sono state diverse le provocazioni social di Socios nei confronti dei nerazzurri, specie dopo le sconfitte. "Buongiorno Inter, vi auguriamo un compleanno pieno di GIOIA" si legge in un tweet del 9 marzo 2020 dopo la vittoria della Juventus sui nerazzurri grazia al gol di Dybala.

 

TWEET SOCIOS INTER TWEET SOCIOS INTER

Solo uno dei tanti esempi di tweet pubblicati da Socios che negli ultimi anni si è divertito a prendere di mira anche i nerazzurri senza escludere ovviamente altri club. È un po' lo stile dell'azienda che fa proprio della collaborazione con i tifosi il suo punto di forza. Ecco perché anche il sano sfottò fa parte della propria filosofia. "Non prenderlo troppo sul serio. Ecco a cosa serve Twitter, battute amichevoli" scrive Socios il 9 settembre del 2019 sottolineando proprio questo tipo di concetto.

SOCIOS INTER SOCIOS INTER

 

Nel caso specifico dell'Inter alcuni tifosi hanno anche risposto ai tweet divertenti e provocatori di Socios. Proprio a margine della sconfitta contro la Juventus del 9 marzo 2020, un sostenitore nerazzurro scrive: "L'Inter da sola ha più Champions di tutte le squadre sulla vostra piattaforma, è questa la nostra gioia". Socios risponde parafrasando il tifoso e pubblicando i loghi dei partner di Socios tra cui club come il Barcellona. Ora però la storia è cambiata e anche l'Inter fa parte del grande universo di Socios.com.

TWEET SOCIOS INTER TWEET SOCIOS INTER

 

Prima che arrivasse l'ufficialità dell'accordo però, tutti quei tweet pubblicati negli anni scorsi sono stati cancellati e sui social sono stati proprio i sostenitori nerazzurri a sottolineare questo aspetto. "Vogliamo ricordare i post di Socios anti-Inter?" scrive qualcuno ricordando come l'azienda avesse provveduto in modo repentino a rimuovere quei tweet: "Li hanno cancellati". Sta di fatto che Socios sarà presente sulle maglie dell'Inter a partire dalla prossima stagione diventando il terzo sponsor più generoso in Serie A dopo Jeep e Mediacom per Juventus e Fiorentina per aver sborsato ben 20 milioni nelle casse nerazzurre.

SOCIOS INTER SOCIOS INTER SOCIOS INTER SOCIOS INTER SOCIOS INTER SOCIOS INTER TWEET SOCIOS INTER TWEET SOCIOS INTER TWEET SOCIOS INTER TWEET SOCIOS INTER

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

BOLLETTINIAMOCI – OGGI 6.619 CASI E 18 DECESSI, CON 247.486 TAMPONI EFFETTUATI. IL TASSO DI POSITIVITÀ RIMANE STABILE AL 2,7% - LE DOSI DI VACCINO SOMMINISTRATE SONO OLTRE 67,5 MILIONI, CON PIÙ DI 31,7 MILIONI DI CITTADINI CHE HANNO RICEVUTO IL RICHIAMO (IL 58,82% DELLA POPOLAZIONE OVER 12) – IL PRESIDENTE DELL'ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ BRUSAFERRO SUL POSSIBILE CAMBIO COLORE DELLE REGIONI: “OGGI È DIFFICILE FARE PREVISIONI, LA PROSSIMA SETTIMANA AVREMO UN QUADRO PIÙ DEFINITO”