TENNIS DOTTO: “APPREZZO CHE MUGHINI MI ABBIA ISCRITTO D’UFFICIO NEL CATALOGO DI QUELLI CHE DEVONO CHIEDERE SCUSA A NADAL. IO, ANCHE A NOME DI GIAMPIERO, MI DISSOCIO. SCUSA UN BEL NIENTE. IL TENNIS ENERGUMENO DI RAFA, CHE EVITO A PIU’ NON POSSO, CI RIPORTA A QUELLO CHE SIAMO, SAPPIAMO DI ESSERE E NON NE POSSIAMO PIÙ DI ESSERE. ROGER È IL MIRAGGIO CHE CI TIENE IN VITA, DROGA ALLO STATO PURO…E DIO HA PERSO UNA STREPITOSA OCCASIONE DI ESISTERE QUEL GIORNO A WIMBLEDON”

-

Condividi questo articolo

Giancarlo Dotto per Dagospia

giancarlo dotto giancarlo dotto

 

Apprezzo molto (e lo ringrazio pure) che Mughini, amico gemello di ossessioni celestiali spacciate per tennis, con una bizza imperiosa del suo carattere imperioso, mi abbia iscritto d’ufficio nel catalogo di quelli che devono chiedere scusa a Rafa Nadal.

 

Io, anche a nome di Mughini, mi dissocio. Scusa un bel niente. Rafa è un ragazzo incantevole, ovvio. Uno straordinario tennivoro, ovvio. Mai sognato di negarlo. E nemmeno mi frega nulla di ascoltare o dare fiato alle tante illazioni sulle mutazioni alias rigenerazioni “sospette” del suo corpo. Dopo di che, io mi acceco volentieri se si tratta di non “vedere” il suo tennis energumeno. E, infatti, lo evito a più non posso. Non l’ho evitata domenica notte, ma solo perché dall’altra parte c’era quello strampalato di Medvedev, meravigliosa anomalia di tennista ragno per cui ho tifato senza speranza alcuna.

 

federer federer

Lascio stare le private fobie da zoomorfismo (l’espressione da ratto cattivo di Rafa quando lancia la palla in aria, subito prima di colpirla, un incubo), che per me bastano e avanzano. Vado oltre. Dove oltre Rafa non va, non può andare. Dicevamo del “corpo”. Roger Federer è droga allo stato puro. Non saprei come altro definirlo. “Esperienza religiosa” sì, va bene, ma solo se include annientamento, smaterializzazione e dispersione. Non sono un idolatra tout court di Roger (detesto ad esempio quel suo spot orrendamente ammiccante degli spaghetti dove fa il paio con Oldani).

 

Come tanti al mondo, sono tossico e dipendente del suo gesto che per convenzione chiameremo “tennistico”. Se la preghiera recita “liberaci dal male”, nel caso di Roger diremo “liberaci dal corpo”. Il male assoluto,  la delirante punizione che ci chiude in gabbia. 

mughini mughini

 

I “momenti” di Federer hanno questo di psichedelico, ci liberano dal corpo, ci spediscono in un altrove dove non esistono la digestione e la defecazione, dove non ci sono zuccheri nel sangue e calcoli nel fegato, dove tutto accade con la levità di chi non ha marcibili budella da sanare o muscoli da gonfiare. Una volée di Roger è il respiro di una bocca che non c’è, la grazia di un gesto che non ha braccio né volontà. Roger ci assolve, ci estasia. Roger è droga pura. E Dio ha perso una strepitosa occasione di esistere quel giorno a Wimbledon (e non ditemi che Dio non si applica su vicende così meschine, che quella era invece una vicenda di proporzioni bibliche) 

federer federer

Rafa è il suo contrario. Il suo tennis energumeno, di esiti certo grandiosi, irripetibili, ci riporta dritto, inesorabile, nell’inferno del corpo e nella mediocre grandezza umana del “volli fortissimamente volli”. Ci riporta nella miseria dei grugniti, degli spasimi, del sudore, della fatica di vivere, di evacuare, di rispondere al servizio o tracciare un passante. Rafa ci riporta a quello che siamo, sappiamo di essere e non ne possiamo più di essere. Roger è il miraggio che ci tiene in vita. Ancora per poco.

giancarlo dotto giancarlo dotto giancarlo dotto autografa il libro presentato giancarlo dotto autografa il libro presentato giampiero mughini giampiero mughini mughini mughini mughini mughini giancarlo dotto (3) giancarlo dotto (3) giancarlo dotto e giovanni malago giancarlo dotto e giovanni malago GIANCARLO DOTTO GABBIANO GIANCARLO DOTTO GABBIANO giancarlo dotto giancarlo dotto giancarlo dotto e carmelo bene giancarlo dotto e carmelo bene giancarlo dotto twitta carmelo bene giancarlo dotto twitta carmelo bene giancarlo dotto giancarlo dotto giancarlo dotto giancarlo dotto nadal nadal giampiero mughini giampiero mughini nadal nadal federer federer federer djokovic federer djokovic federer djokovic 1 federer djokovic 1 federer federer federer djokovic federer djokovic nadal che mangia la banana nadal che mangia la banana nadal nadal berrettini nadal 9 berrettini nadal 9 berrettini nadal 4 berrettini nadal 4 berrettini nadal 4 berrettini nadal 4 giampiero mughini giampiero mughini nadal nadal giampiero mughini giampiero mughini

 

giancarlo dotto intervistato giancarlo dotto intervistato GIANCARLO DOTTO GIANCARLO DOTTO giancarlo dotto giancarlo dotto federer federer nadal nadal nadal nadal

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

"CONTE HA SVENDUTO IL NOSTRO PAESE: SFIDEREMO I TRADITORI CHIUSI NEI PALAZZI – LE NOTE DI “NESSUN DORMA” ELETTRIZZANO SALVINI CHE A PONTIDA GALVANIZZA IL POPOLO DEL CARROCCIO – "MI SPIACE CHE LA RIVOLUZIONE DEI 5STELLE SI TRASFORMI IN UNA SVENDITA DI DIGNITÀ IN UMBRIA DOVE VANNO CON IL CAPPELLO IN MANO DAL PD PER QUALCHE POLTRONA – DAL CAVALLO DI BATTAGLIA DELL’IMMIGRAZIONE ALLA LEGGE ELETTORALE – STRALI SU CAROLA RACKETE: “UNA VIZIATELLA – LERNER FISCHIATO, PUGNO A UN REPORTER DI REPUBBLICA – VIDEO

business

cronache

sport

cafonal

DANDOLO FLASH! ECCO LE PRIME IMMAGINI DEL MATRIMONIO DI ELEONORA DANIELE - DOPO 16 ANNI DI FIDANZAMENTO OGGI POMERIGGIO LA CONDUTTRICE RAI È CONVOLATA A NOZZE CON GIULIO CESARE TASSONI A ROMA, NELLA BASILICA DI SAN GIOVANNI BATTISTA DEI FIORENTINI – LUI, DI ORIGINI NOBILI, E’ UN IMPRENDITORE DEL SETTORE FARMACEUTICO – TRA GLI INVITATI SIMONA VENTURA COL COMPAGNO GIOVANNI TERZI, LA GNOCCHISSIMA SAMANTHA DE GRENET, CORINNE CLERY, BEPPE CONVERTINI, MAURIZIO MATTIOLI E ANGELO PERRONE – IL BACIO DELLA CUCINOTTA

viaggi

salute