TRIGORIA DEI VELENI – “QUANDO È USCITA LA NOTIZIA DELLE SUE DIMISSIONI, HANNO SENTITO DIRE A PINTO: ‘QUALCUNO ANDRÀ VIA PRIMA DI ME’ (CE L’AVEVA CON MOURINHO) - ZAZZARONI: “L’ESONERO DI MOU ERA PROGRAMMATO. DA MESI E PER RAGIONI CHE ESULANO DALL’ASPETTO TECNICO” – IL TRADIMENTO DELLA SQUADRA (CON LORENZO PELLEGRINI IN TESTA) E L’ANELLO DELLA CONFERENCE LASCIATO DALLO "SPECIAL" NELL’ARMADIETTO DEL CAPITANO (PER MANCANZA DI FASCIA)…

-

Condividi questo articolo


Ivan Zazzaroni per corrieredellosport.it

 

mourinho tiago pinto mourinho tiago pinto

Mi ero ripromesso di non scrivere più una riga su Tiago Pinto, volevo dimenticarlo. Ma niente, me le tira fuori. Ieri il Nostro ha salutato la Roma e i tifosi con un post su Instagram che mi è stato girato più volte, non avendo io social.

 

 

Bene, non un accenno a Mourinho, all’allenatore che l’ha portato per due volte in finale in Europa, cosa che non gli capiterà più nella vita. Mi auguravo che almeno una parola la spendesse. Zeru palavras.

 

 

De Rossi su Ranieri: "Provo affetto vero"

jose mourinho tiago pinto jose mourinho tiago pinto

E allora spendo la confidenza di un dirigente della Roma che non avrei voluto riportare. Quando è uscita la notizia delle dimissioni di Pinto, a Trigoria gli hanno sentito dire «qualcuno andrà via prima di me». L’esonero di Mourinho era ampiamente programmato. Da mesi e per ragioni che esulano dall’aspetto tecnico. Bisognava soltanto aspettare il momento giusto. Che è arrivato a metà gennaio. L’ingratitudine è una mescolanza di egoismo, orgoglio e stupidità. Non l’ho detto io, ma Renato Cartesio, per tutti Cartesio. Che la sapeva lunga e non gioca mediano nel Rio Ave.

 

IL GESTO DI MOURINHO

Da giallorossi.net

mourinho zazzaroni tiago pinto mourinho zazzaroni tiago pinto

L’edizione odierna de Il Messaggero rivela un retroscena emblematico dell’addio traumatico di Josè Mourinho dalla Roma e dal suo spogliatoio dopo l’esonero deciso dai Friedkin.

 

 

 

L’allenatore portoghese, racconta il giornale, prima di lasciare Trigoria ha deciso di restituire l’anello che la squadra gli aveva regalato dopo la vittoria in Conference League.

 

 

jose mourinho lorenzo pellegrini foto mezzelani gmt 015 jose mourinho lorenzo pellegrini foto mezzelani gmt 015

Mourinho ha riposto l’anello nell’armadietto di Lorenzo Pellegrini, capitano della squadra, perchè si è sentito tradito dai suoi calciatori, pronti a scaricare il tecnico per avallare l’arrivo di De Rossi come nuovo allenatore giallorosso.

 

I calciatori hanno provato a giustificarsi con lo Special One, dicendosi ignari della scelta della proprietà di esonerarlo dalla guida della squadra. Mourinho, evidentemente sconvolto dalla scelta improvvisa dei Friedkin, ha vissuto male questa separazione improvvisa da quella che lui chiamava “famiglia”.

tiago pinto mourinho tiago pinto mourinho

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT! - FORZA ITALIA, SI CAMBIA MUSICA: LETIZIA MORATTI RITORNA PREPOTENTEMENTE IN FORZA ITALIA MA NON NEL RUOLO DI COMPARSA: PER IMPRIMERE UNA SVOLTA MODERATA AL PARTITO DEL FU CAVALIERE, PIER SILVIO E MARINA HANNO SCELTO UN POLITICO DISTANTE 'ANNI DUCE' DALLA DESTRA DEI FEZ-ZOLARI, UNA CHE NON MANCA MAI DI RICORDARE IL PADRE PARTIGIANO, TANT'È CHE ALLE REGIONALI IN LOMBARDIA SCESE IN CAMPO, E FU SCONFITTA, DA MELONI-SALVINI - L'ADDIO ALL'ERA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI E' GIÀ INIZIATO A MEDIASET CON LO SBARCO DELLA BERLINGUER. SI È AVUTA ULTERIORE PROVA DEL CAMBIO DI STRATEGIA DI PIER SILVIO CON LA MIELOSA PROFFERTA DI ASSUNZIONE RIVOLTA PUBBLICAMENTE A FABIO FAZIO, SBARCATO NON A CASO SU CANALE5 COME CONDUTTORE DELLO SPECIALE IN MEMORIA DI MAURIZIO COSTANZO - IL NUOVO BISCIONE SECONDO IL BERLUSCONINO: MENO TRALLALA' PER CASALINGHE E PIU' PROGRAMMI INTELLETTUALMENTE VIVACI. I TALK DI RETE4? CALMA. FINCHE' C'E' CONFALONIERI... - VIDEO

DAGOREPORT – SOLO IN ITALIA LE ELEZIONI EUROPEE SONO VISTE COME UNA SFIDA DE' NOANTRI PER PESARE IL CONSENSO E ARRIVARE A UN REGOLAMENTO DI CONTI TRA I DUELLANTI MELONI E SALVINI - AL DI LA' DELLE ALPI SONO INVECE CONSAPEVOLI CHE, NELL'ATTUALE DISORDINE MONDIALE, CON STATI UNITI E RUSSIA CHE HANNO DAVANTI LE PIU' DIFFICILI ELEZIONI PRESIDENZIALI, IL VOTO DEL 9 GIUGNO RAPPRESENTA UN APPUNTAMENTO CHE PUO' CAMBIARE LA STORIA DELL'UNIONE - "IO SO' GIORGIA", ATTRAVERSO IL FEDELE PROCACCINI, INVOCA L'ALLEANZA TRA ECR E IL PPE BUTTANDO FUORI I SOCIALISTI. IDEA SUBITO STRONCATA DAL LEADER DEI POPOLARI WEBER. PERCHE' IL CLIMA È CAMBIATO IN GERMANIA: CDU-CSU E SOCIALISTI MIRANO DI TORNARE ALLA 'GROSSE KOALITION' PER ARGINARE L’AVANZATA DEI NEONAZI DI AFD E SFANCULARE I VERDI…