LA VERSIONE DI MUGHINI - NON STA IN PIEDI CHE A DECIDERE SE SÌ O NO UNA PARTITA SI DEBBA GIOCARE SIA UN’ASL. ALLORA TANTO VARREBBE CANCELLARLO IL CAMPIONATO, DIRE CHE QUEST’ANNO NON SE NE FARÀ NIENTE, CHE EVENTUALMENTE I CANALI TELEVISIVI LA DOMENICA TRASMETTERANNO LE PIÙ BELLE PARTITE DEI TORNEI PASSATI.  BASTEREBBE DIRE CHE LA CAUTELA A DIFESA DELLA SALUTE DEVE ESSERE ASSOLUTA COSTI QUEL CHE COSTI, OSSIA A COSTO DI AMMAZZARE L’INDUSTRIA DEL CALCIO, OSSIA LA PIÙ BELLA INDUSTRIA SIMBOLICA DEL PAESE…

-

Condividi questo articolo

 

MUGHINI CON LA MAGLIA DELLA JUVENTUS MUGHINI CON LA MAGLIA DELLA JUVENTUS

Giampiero Mughini per Dagospia

 

Caro Dago, mi spiacerebbe molto se – com’è probabile – stasera a Torino finisse 3-0 per la Juve e questo perché i giocatori del Napoli non si presenteranno né col corpo né con l’anima. Sarebbe un evento tristissimo per quanti di noi amano il calcio giocato davvero, le sue contese, la ridda di vittorie e sconfitte che ne consegue.

 

D’altra parte non sta in piedi che a decidere se sì o no una partita si debba giocare sia un’Asl. La seria A diventerebbe serie ASL ha scritto con la sua consueta eleganza Gigi Garanzini. L’organo preposto al romanzo del calcio italiano, ossia la Lega, aveva deciso che le partite si giocassero e purché una squadra disponesse di 13 elementi non colpiti dal Covid. Come tutte le regole non è la migliore delle regole possibili, ma questa è la regola che avrebbe dovuto governare lo svolgimento del campionato.

andrea pirlo andrea agnelli andrea pirlo andrea agnelli

 

La parola ultima spettasse alle Asl di tutte le città e comuni d’Italia, allora tanto varrebbe cancellarlo il campionato, dire che quest’anno non se ne farà niente, che eventualmente i canali televisivi la domenica trasmetteranno le più belle partite dei tornei passati.

 

de laurentiis agnelli de laurentiis agnelli

Basterebbe dire che la cautela a difesa della salute deve essere assoluta costi quel che costi, ossia a costo di ammazzare l’industria del calcio, ossia la più bella industria simbolica del Paese.

 

Già adesso il calcio italiano è malatissimo, soverchiato dai debiti. Togliete definitivamente le partite da stadi dove pure entrano soltanto mille persone a botta (corrispondenti agli utenti di dieci autobus romani nelle ore di punta) e l’industria del calcio sarà bella e morta. E’ questa la posta in gioco stasera e dopo, su tutti i campi di calcio della serie A. Auguroni alla Juve, auguroni al Napoli.

juventus napoli juventus napoli juventus napoli juventus napoli sarri de laurentiis agnelli sarri de laurentiis agnelli juve napoli juve napoli

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

IL RESTO? "MANK"! - CHI SCRISSE DAVVERO "QUARTO POTERE", CONSIDERATO IL FILM PIU' BELLO IN ASSOLUTO? – DOMANI SU NETFLIX LO STUPENDO FILM DI DAVID FINCHER SUL COMPLESSO RAPPORTO FRA DUE GENI NELLA HOLLYWOOD DEGLI ANNI '30: ORSON WELLES E LO SCENEGGIATORE HERMAN MANKIEWICZ  – AGLI OSCAR A MANK SAREBBE PIACIUTO RINGRAZIARE COSI': "SONO MOLTO LIETO DI ACCETTARE QUESTO PREMIO IN ASSENZA DEL SIGNOR WELLES, PERCHÉ LA SCENEGGIATURA È STATA SCRITTA IN ASSENZA DEL SIGNOR WELLES" – VIDEO

politica

ATTENTI, GHEDINI È NERVOSO! - “SUL SITO DAGOSPIA È APPARSO UN ARTICOLO DOVE SI PROSPETTA FALSAMENTE DI UN MIO ASSERITO INTERVENTO SULLA DECISIONE DEL PRESIDENTE BERLUSCONI IN MERITO AL VOTO SUL MES - È RISIBILE OLTRE CHE DIFFAMATORIO PROSPETTARE UNA MIA SUDDITANZA NEI CONFRONTI DEL SEN. SALVINI O UNA CONTRAPPOSIZIONE CON IL DR. LETTA - IL CONTINUO TENTATIVO DI CREARE DISSIDI ALL’INTERNO DI FORZA ITALIA PER EVIDENTEMENTE FAVORIRE ALTRI È DAVVERO DIVENUTO INTOLLERABILE E DIFFAMATORIO E AGIRÒ NELLE SEDI COMPETENTI”

business

cronache

sport

DIEGO, MI MANCHI - FAUSTO LEALI RACCONTA L'AMICIZIA CON MARADONA E IL SUO MATRIMONIO DA FAVOLA: "IO E CALIFANO ERAVAMO GLI UNICI MUSICISTI INVITATI. TUTTA BUENOS AIRES ERA PER STRADA PER SALUTARE DIEGO, IN CHIESA CI TROVAMMO IMMERSI NEL LUSSO PIÙ SFRENATO. 200 MUSICISTI E 200 CORISTI A SUONARE LA NONA DI BEETHOVEN, CLAUDIA VESTITA DAI MIGLIORI STILISTI DEL MONDO. E IL PRANZO SUCCESSIVO… - MARADONA IMPAZZIVA PER ME. IN ARGENTINA GUARDAVA UNA TELENOVELA SOLO PERCHE’ LA SIGLA ERA MIA. POI VENNE IN ITALIA E…"

cafonal

viaggi

salute