STANCHI DI LAVORARE IN SMART WORKING CON VISTA SULLE MUTANDE DEL VICINO? LE HAWAII APRONO ALLA POSSIBILITÀ DI TRASFERIRSI, OFFRENDO VIAGGIO GRATUITO, SOGGIORNI IN HOTEL NOTEVOLMENTE SCONTATI E SPAZI DI CO-WORKING – L’UNICA CONDIZIONE È DI NON ANDARE A FARE I TURISTI (SE CI RIUSCITE!) – PER ORA L’OFFERTA È APERTA SOLO A…

-

Condividi questo articolo

Luciana Grosso per "it.businessinsider.com"

 

smart working 4 smart working 4

Stufi della vista dalla finestra del vostro soggiorno che, di recente, è diventato anche il vostro ufficio? Un modo per sfuggire alla monotonia c’è. Le Hawaii offrono a chiunque lavori in smart working la possibilità di farlo dalle loro isole.

 

Oltre al viaggio gratuito alle Hawaii, i partecipanti riceveranno soggiorni in hotel notevolmente scontati, spazi di co-working e regolari opportunità di costruzione della comunità. L’unica condizione è di non trascorrere, una volta lì, il tempo da turisti (cosa che non si può fare) ma da lavoratori in smartworking.

 

smart working 3 smart working 3

Lo Stato ha lanciato il programma di residenza temporanea, noto come ” Movers and Shakas “, in collaborazione con scuole e imprese. Ci si candida qui, per ora lo possono fare solo gli americani,, ma presto, dicono sul sito, si spera di poter estendere la possibilità che tutto colo che hanno un visto di lavoro in Usa: tentar non nuoce.

smart working 2 smart working 2 smart working 1 smart working 1 smart working 6 smart working 6 smart working 5 smart working 5

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

COME MAI IL TITOLO DELLA CATENA DI VIDEOGIOCHI “GAMESTOP”, CHE NON SE LA PASSA BENISSIMO, HA FATTO +5000% IN UN MESE A WALL STREET? È TUTTO MERITO DI UN CANALE REDDIT CHE VUOLE FREGARE I COLOSSI DELLA SPECULAZIONE, SPECIALIZZATI NELLO SHORT SELLING, CON IL SUPPORTO DI ELON MUSK – È L’INIZIO DELLA RIVOLTA CONTRO L’ESTABLISHMENT O LA SOLITA BOLLA DI RAGAZZINI DESTINATA A SGONFIARSI? CHI SI RIBELLA AI MERCATI DI SOLITO FINISCE MALE, MA PER ORA LA BATTAGLIA LA STANNO VINCENDO...

cronache

sport

cafonal

DINO VIOLA PER SEMPRE – 30 ANNI FA SE NE ANDAVA IL PRESIDENTE CHE HA FATTO GRANDE LA ROMA” (COPYRIGHT BRUNO CONTI) – CAGNUCCI: ("IL ROMANISTA"): “CI SONO UOMINI CHE VOTANO L'INTERA VITA A UNA CAUSA, VIOLA L'HA DEDICATA AL CLUB GIALLOROSSO. CI HA LITIGATO ANCHE, CI HA SOFFERTO. L'ACQUISTO DI MANFREDONIA FU UNA FERITA. COSÌ COME LE CESSIONI DI DI BARTOLOMEI, CEREZO, ANCELOTTI E LA QUERELLE LEGALE CON FALCAO. NON SOPPORTAVA CHE LA ROMA LA CHIAMASSERO ROMETTA…” – ECCO CHI C’ERA ALLA MESSA IN COMMEMORAZIONE DI VIOLA- FOTO+VIDEO

viaggi

salute