“SARÀ L'ULTIMO NATALE CON QUESTE PRIVAZIONI” - LO PNEUMOLOGO LUCA RICHELDI: “I DECESSI SONO ANCORA ALTI, I RICOVERI SONO ANCORA ALTI, MA L'INDICE RT A LIVELLO NAZIONALE ORA È SCESO A POCO SOPRA L'1 E CI SONO ALMENO 3 REGIONI IN CUI È GIÀ SOTTO - L’ARRIVO DEL VACCINO NON DEVE PROVOCARE ALCUN RILASSAMENTO NEI CITTADINI: ABBIAMO IMPARATO LA LEZIONE…”

-

Condividi questo articolo

Federico Caccia per il “Corriere della Sera”

 

LUCA RICHELDI LUCA RICHELDI

«Stiamo andando sulla strada giusta». Luca Richeldi è il presidente della Società italiana di pneumologia, primario al Policlinico Gemelli di Roma e componente del comitato tecnico scientifico (Cts).

 

Per la prima volta, forse, dall'inizio di questa guerra contro il Covid, dalla sua voce traspare fiducia. É così, professore?

«I decessi sono ancora alti, i ricoveri sono ancora alti, ma l'indice Rt a livello nazionale ora è sceso a poco sopra l'1 e ci sono almeno 3 regioni in cui è già sotto».

 

Il numero dei decessi, però, è impressionante. Quando prevede che inizieranno a calare?

«Analizzando il trend, direi che purtroppo ci vorrà ancora qualche settimana. Mentre per i ricoveri in terapia intensiva, credo che già dalla prossima invece potremo assistere a una riduzione. I numeri sono ancora alti, è vero, ma non dobbiamo lasciarci prendere dallo spavento. Gli strumenti che abbiamo messo in campo stanno funzionando».

CONTE COMANDA COLORE CONTE COMANDA COLORE

 

É la strada giusta, dice lei. Di chi è il merito?

«Di un grande gioco corale, scienziati, medici, ospedali, istituzioni. Ma soprattutto dei cittadini, che stanno rispettando le regole. Chi è in zona rossa con grande responsabilità sta facendo dei sacrifici anche per il bene di chi è in zona gialla. Sacrifici diseguali per il bene comune. Responsabilità, consapevolezza, per questo credo che sarà un Natale speciale».

 

Liberi tutti?

«No, al contrario. Dico però che questo senso di responsabilità verso noi stessi e verso gli altri, i sacrifici e le privazioni a cui ancora ci sottoporremo, faranno in modo che questo sarà anche l'ultimo Natale così. Le buone notizie, infatti, che arrivano dal fronte dei vaccini e da quello dei farmaci antivirus, sono incoraggianti. Perciò, anche senza cenoni e senza abbracci, porteremo in famiglia lo spirito giusto, fatto di altruismo e condivisione».

 

L'Italia a tre colori la convince?

LUCA RICHELDI 1 LUCA RICHELDI 1

«É uno strumento innovativo creato dai nostri epidemiologi che senza dubbio sta funzionando, ricordo che altri Paesi sono in lockdown totale da settimane eppure i dati non migliorano come da noi. Quando parlavo del gioco corale, pensavo anche a questo: il sistema delle tre fasce, se i numeri continueranno a migliorare, ci porterà a progressive riaperture nel Paese come a maggio, quando grande fu il lavoro dell'Inail che con i suoi calcoli sui flussi permise il ritorno al lavoro di milioni di persone in sicurezza. Arrivammo all'estate senza registrare un aumento dei casi».

 

Ecco, ma non sarà che l'idea che sta arrivando il vaccino ora provocherà un nuovo rilassamento generale?

«Una volta si perdona tutto, poi non è più possibile. Stavolta, però, credo che gli italiani abbiano imparato la lezione. Il pensiero dei tanti morti, delle tante persone che senza i nostri comportamenti sbagliati oggi sarebbero potute essere ancora con noi, dovrebbe aiutarci a non far ripartire la giostra».

coronavirus vaccino 11 coronavirus vaccino 11

 

Questo grande sforzo contro il Covid non rischia, però, di trascurare tutti gli altri malati?

«No, a loro dico di non avere paura. I nostri ospedali sono sicuri, attrezzati e stanno funzionando bene. Nessuno verrà lasciato solo».

 

Condividi questo articolo

media e tv

GLI STRONZETTI CHE SE NE SBATTONO DELLE LIMITAZIONI ANTICOVID - NON POTENDO FESTEGGIARE NEI RISTORANTI, SI AGGIRANO I DIVIETI ORGANIZZANDO PARTY NEGLI HOTEL PAGANDO ANCHE LA STANZA PER LA NOTTE - IL CASO ELISA DE PANICIS (CHI?) CHE HA FATTO BALDORIA FINO ALL’1 DI NOTTE CON GLI AMICI AL “THE ROOF” DI MILANO. IL CONTO DELLA CENA, CIRCA 1000 EURO, PAGATO DA UN IMPRENDITORE CHE RISIEDE IN SVIZZERA - GLI ALBERGATORI: "LA NOSTRA CATEGORIA È IN GINOCCHIO, CERCHIAMO DI SOPRAVVIVERE NEL RISPETTO DELLE REGOLE" – E PER CAPODANNO…

politica

business

GRAN CASINO A MILANO - MA COME, UNICREDIT DOVEVA PRIVATIZZARE MONTE DEI PASCHI E ORA CI TROVIAMO CHE UNA BANCA TECNICAMENTE FALLITA NAZIONALIZZI LA SECONDO BANCA ITALIANA? - DI MUSTIER SI PUÒ DIRE TUTTO IL MALE POSSIBILE MA UNA COSA ERA RIUSCITO A MANTENERE: LA BANCA FUORI DAI GIOCHI DELLA POLITICA. DOPO AVER COLLOCATO QUELL’AMEBA DI PADOAN, I SUGGERIMENTI CHE STANNO ARRIVANDO DA GUALTIERI E COMPAGNUCCI SONO MARCO MORELLI E MARINA NATALE -  PER ORA LA SOLA CERTEZZA È CHE PADOAN VUOLE IL SUO EX CAPO DI SEGRETERIA, FABRIZIO PAGANI. E CHE CLAUDIA PARZANI HA VIVAMENTE CONSIGLIATO AL SUO CARO AMICO MUSTIER DI NON ATTENDERE LA FINE DEL MANDATO E DI MOLLARE SUBITO...

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute