NON ESISTONO PIÙ LE PANZE STAGIONALI DI UNA VOLTA – VI RICORDATE QUANDO CI DICEVANO CHE IL FREDDO AIUTA A CONSUMARE CALORIE? SCORDATEVELO, VIVIAMO SEMPRE PIÙ IN AMBIENTI RISCALDATI E NON SENTIAMO MAI FREDDO A LUNGO TEMPO – DUNQUE OGGI È FACILE DIMAGRIRE DURANTE TUTTO L’ANNO, ANCHE D’ESTATE GRAZIE ALL’AIUTO DI QUALCHE CIBO – MA L’UNICA VERA DIFFERENZA LO FA…

-

Condividi questo articolo

Silvia Turin per il “Corriere della Sera – Salute”

 

dieta del ghiaccio dieta del ghiaccio

Con la bella stagione cresce la voglia di stare all'aria aperta e di tenersi in forma, mentre in inverno il freddo fa consumare più calorie. Ma allora, quando è più facile perdere peso? Lo chiediamo ad Andrea Ghiselli, dirigente di Ricerca al Crea (Centro di ricerca Ali-menti e nutrizione), e presidente della Società Italiana Scienze dell'Alimentazione.

 

«Facciamo una premessa: tanto tempo fa era più facile dimagrire in inverno perché con il freddo le necessità metaboliche aumentavano per produrre calore. Oggi abbiamo a disposizione il riscaldamento e l'aria condizionata: si può dire che le stagioni quasi non esistano più.

 

dieta dieta

L'unica differenza si realizza se sappiamo approfittare del caldo per mangiare meno e muoverci di più. Ci sono persone che in estate scalano le montagne, scendono le rapide dei fiumi e quindi hanno una marcia in più per dimagrire. Chi si sdraia in spiaggia e non fa niente tutto il giorno avrà invece più difficoltà».

 

Quindi l'idea che il freddo faccia consumare calorie non vale più?

«Di fatto viviamo in ambienti chiusi dotati di caloriferi e anche quando usciamo abbiamo automobili o mezzi riscaldati quindi il freddo lo proviamo davvero per poco tempo. Se però abbassiamo di qualche grado il riscaldamento in casa e uffici avremo un aiuto».

dieta 3 dieta 3

 

Ma qualcosa cambia a livello metabolico nei diversi periodi dell'anno o magari possiamo approfittare di qualche alimento di stagione per ingrassare meno oppure dimagrire?

«Cambia molto poco, però in estate potremmo avere un aiuto in più per dimagrire se riuscissimo ad avvantaggiarci del fatto che abbiamo a disposizione frutta molto acquosa e quindi rinfrescante, dissetante e saziante al tempo stesso.

 

dieta 2 dieta 2

Spesso a causa del caldo abbiamo più sete che fame, e frutta e verdura, con condimenti poco calorici, possono aiutare a tenere sotto controllo il peso. Approfittiamo anche dello stimolo narcisistico della prova costume e dalle giornate più lunghe, che permettono di stare di più all'aria aperta e di avere più tempo per l'attività fisica. L'estate può essere un'occasione in più, a patto di non sostituire il divano con la sedia a sdraio».

dieta 1 dieta 1

 

Se il caldo può portare ad avere più sete che fame, non è forse vero che in inverno si è portati a mangiare di più (e cibi più calorici) perché si sente comunque la necessità di accumulare calore?

«Sì. Con il freddo è naturale avere più appetito e preferire alimenti più densi di calorie. A chi non viene voglia al primo freddo d'autunno, di polenta e ragù?

dieta del digiuno dieta del digiuno

 

Ma questo è una tentazione alla quale dobbiamo cercare di resistere, bisogna assecondare le voglie con parsimonia, poiché in realtà al freddo veramente freddo non siamo generalmente mai esposti. Von dobbiamo privarci di ciò che ci danno piacere, ma solo fare in modo che quel piacere non faccia male».

 

dieta legumi dieta legumi dieta dieta dieta dieta diete diete

 

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY


media e tv

ARGENTO VIVO – "A SORÈ, MA CHE TE SEI PRESA STASERA? ASIA STRACULT DALLA SORA D’URSO. PRIMA ATTACCA MORGAN (“SE FAI I DEBITI CON LE BANCHE, TI PIGNORANO LA CASA”), POI SCAZZA CON KARINA CASCELLA: "IO NON SO CHI SEI E CHE POSTO HAI NEL MONDO. LA MIA RINASCITA MEDIATICA SI CHIAMA FABRIZIO CORONA? MA QUALE RELAZIONE CHE CI SIAMO VISTI DUE VOLTE.." - POI SPIEGA PERCHE’ SI E PRESENTATA A UN CONCERTO DI SALMO CON UNA VALIGETTA DI SOLDI DICENDO SE PER QUELLA CIFRA LUI GLIELO “DAVA”...

politica

GENDARMI IMPROPRI - IL PAPA ACCETTA LE DIMISSIONI DI DOMENICO GIANI, DA 20 ANNI A CAPO DELLE GUARDIE VATICANE. ACCUSATO DI AVER DIFFUSO IL DOCUMENTO DELLE INDAGINI SULLE SPERICOLATE OPERAZIONI IMMOBILIARI E PETROLIFERE PAGATE CON L'OBOLO DI SAN PIETRO (QUEL FOGLIO È STATO INVIATO A 500 GENDARMI…), C’È CHI SOSPETTA CHE LA DIFFUSIONE FOSSE PROPRIO UN MODO PER COLPIRE IL COMANDANTE. L’AVER CONDOTTO INDAGINI E PERQUISIZIONI, IN QUESTI ANNI, GLI HA PROCURATO MOLTI NEMICI INTERNI…

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute