I PROTOCOLLI ANTI-COVID PER LE SCUOLE SI RIVELANO GIA' UN DISASTRO - IL RACCONTO DELL'ATTRICE CLAUDIA ZANELLA: ''MIA FIGLIA HA AVUTO UN PO' DI TOSSE, È STATA ISOLATA E MANDATA A CASA. PER TORNARE NON SERVIVA UN TAMPONE MA SOLO UN CERTIFICATO, PECCATO CHE NESSUN PEDIATRA SI PRENDA LA RESPONSABILITÀ DI DIRE CHE UN BIMBO STA BENE SENZA TAMPONE. COSÌ SIAMO ANDATE ALL'OSPEDALE BAMBIN GESÙ E… - SE CONTINUA COSÌ, SARÀ UN ANNO MOLTO COMPLICATO''

-

Condividi questo articolo

 

Dal profilo Instagram di Claudia Zanella:

PENELOPE BRIZZI FIGLIA DI CLAUDIA ZANELLA PENELOPE BRIZZI FIGLIA DI CLAUDIA ZANELLA

 

Ciao a tutti! Ieri Penelope ha avuto la tosse a scuola e per il protocollo anti Covid, e’ stata prima isolata e poi e’ tornata a casa. La scuola, per tornare non ha richiesto un tampone, ma solo un certificato che dicesse che Penelope sta bene. Il problema però è’ che NESSUN Pediatra si prende la responsabilità di dire che un bimbo sta bene senza tampone. Quindi ieri pomeriggio siamo andate al pronto soccorso del Bambin Gesu’ per fare il tampone. I medici sono stati bravissimi e dolci. Ma il punto è’ un altro. Oggi ci hanno detto che il tampone di Penelope e’ negativo.

rodolfo corsato claudia zanella foto di bacco rodolfo corsato claudia zanella foto di bacco

 

Ha preso solo freddo al mare. Spero che troveranno presto una soluzione, perché non si può sottoporre al tampone una bimba senza febbre solo con qualche colpo di tosse. Personalmente credo che le strade siano due: o faranno a tutti i bimbi a scuola il tampone ( magari quello con la saliva), almeno siamo tutti tranquilli, oppure ci vogliono più sintomi per far scattare l’allarme. Altrimenti Cosa accadrà? A ogni starnuto noi saltiamo un giorno di lavoro per andare a fare il tampone ai nostri figli? Passiamo una giornata al pronto soccorso con il rischio di prenderci il virus davvero? E a novembre e a dicembre cosa succederà’ ? Sarà un anno molto complicato.

 

 #tampone #ospedalebambinogesu #ospedalebambinogesù #grazieospedalebambingesú #tamponenegativo #tamponecoronavirus #scuola #rientroascuola #scuolaecoronavirus #annomoltocomplicato

claudia zanella foto di bacco (2) claudia zanella foto di bacco (2) claudia zanella foto di bacco claudia zanella foto di bacco claudia zanella e luigi cesolini foto di bacco (3) claudia zanella e luigi cesolini foto di bacco (3)

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

“SERVE IL LOCKDOWN A MILANO, GENOVA, TORINO E NAPOLI” - WALTER RICCIARDI: “LA SEMPLICE RACCOMANDAZIONE A NON MUOVERSI DI CASA RIDUCE DEL 3% L'INCIDENZA DEI CONTAGI, IL LOCKDOWN DEL 25%. SE A QUESTO ACCOPPIAMO LO SMART WORKING, CHE VALE UN ALTRO 13% E IL 15% DETERMINATO DALLA CHIUSURA DELLE SCUOLE SI ARRIVA A QUEL 60% CHE SERVE PER RAFFREDDARE L'EPIDEMIA - IL RINVIO DI RICOVERI E INTERVENTI STA FACENDO AUMENTARE DEL 10 PER CENTO LA MORTALITÀ PER MALATTIE ONCOLOGICHE E CARDIOVASCOLARI”

salute