LO SAPETE CHE C’È GENTE CHE VEDE IL DIAVOLO TUTTI I GIORNI? SUCCEDE ALLA PERSONE AFFETTE DA PROSOPOMETAMORFOPSIA, UNA CONDIZIONE ESTREMAMENTE RARA CHE ALTERA LA PERCEZIONE DEI TRATTI FACCIALI ALTRUI – ORA, PER LA PRIMA VOLTA, LA RIVISTA “THE LANCET” HA PUBBLICATO LE IMMAGINI DI UN PAZIENTE CHE PERCEPISCE LE PERSONE COME "DEMONI" QUANDO LE GUARDA DIRETTAMENTE, MA LE VEDE NELLA LORO FORMA REALE QUANDO OSSERVA LE LORO FOTOGRAFIE...

-

Condividi questo articolo


 

Da www.adnkronos.com

 

prosopometamorfopsia 2 prosopometamorfopsia 2

Vedere il diavolo si può. A qualcuno succede ogni volta che guarda in faccia un'altra persona: sono i malati di prosopometamorfopsia o Pmo, una sindrome molto rara che fa apparire distorti i lineamenti del viso altrui. Ora, per la prima volta, è possibile guardare con gli occhi di chi soffre di questa sindrome.

 

A pubblicare le immagini è la rivista scientifica 'The Lancet', fra le bibbie della medicina, riportando il "caso unico" di un paziente Pmo che quando osserva una persona dal vivo la vede come fosse "un demone", mentre se la guarda in foto la percepisce com'è veramente. Proprio grazie alla sua esperienza, gli autori dell'articolo sono riusciti a ricostruire quelle che per lui - un uomo di 58 anni - sono 'facce da diavolo' reali. Un incubo a occhi aperti, come vivere dentro un film dell'orrore.

 

prosopometamorfopsia 1 prosopometamorfopsia 1

La prosopometamorfopsia - termine di etimologia greca, dove 'prosopo' sta per viso e 'metamorfopsia' per visione distorta - è una malattia rara i cui s intomi possono durare "giorni, settimane o addirittura anni", spiegano i ricercatori del Dartmouth College citando un sito web dedicato alla sindrome, e variano da paziente a paziente: possono influenzare la forma, la dimensione, il colore o la posizione dei tratti del volto che si guarda. Quello pubblicato nella sezione 'Immagini cliniche' di Lancet viene descritto come "il primo studio a fornire visualizzazioni accurate e fotorealistiche delle distorsioni facciali sperimentate da una persona con Pmo" quando osserva il prossimo.

 

prosopometamorfopsia 6 prosopometamorfopsia 6

Mentre "la maggior parte dei pazienti Pmo vedono i visi distorti in ogni contesto", che li guardino dal vivo oppure in foto, l'uomo protagonista del nuovo lavoro "vede i volti senza distorsioni quando li visualizza su uno schermo o su carta - precisano gli scienziati - ma gli appaiono 'demoniaci' se li osserva di persona".

 

I ricercatori hanno colto l'occasione, 'reclutandolo' per il loro esperimento. Prima hanno fotografato il viso di una persona e poi, mentre il paziente guardava in faccia la stessa persona, gli hanno mostrato la foto su un computer. In questo modo gli scienziati ricevevano dal paziente feedback in tempo reale su come i tratti osservati sullo schermo differivano da quelli visti dal vivo. E guidati da lui, come poliziotti alle prese con lo schizzo di un identikit, grazie a un software hanno modificato la fotografia così da mostrare al mondo cosa vedono i malati di prosopometamorfopsia.

 

E lo vedono davvero, assicurano gli autori. "Diverse persone affette da Pmo, visitate da psichiatri, ci hanno raccontato di avere ricevuto una diagnosi di schizofrenia e di avere assunto antipsicotici.

prosopometamorfopsia 3 prosopometamorfopsia 3

 

Quando il loro non è un problema mentale, bensì del sistema visivo", puntualizza Brad Duchaine, docente di psicologia e scienze del cervello, ricercatore del Social Perception Lab di Dartmouth e autore senior dello studio il cui autore principale è AntônioMello, dottorando del Dipartimento di Scienze psicologiche e del cervello di Dartmouth.

 

"E non è raro - rimarca Duchaine - che le persone con Pma non parlino agli altri di come vedono i volti per paura che lo considerino il segno di un disturbo psichiatrico". Con questa ricerca, gli autori sperano di far capire che esiste la prosopometamorphopsia e cos'è, sensibilizzando l'opinione pubblica e la comunità medica.

 

 

prosopometamorfopsia 4 prosopometamorfopsia 4

prosopometamorfopsia 5 prosopometamorfopsia 5

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – L’INSOFFERENZA DI AMADEUS VERSO LA RAI È ESPLOSA DURANTE IL FESTIVAL DI SANREMO 2024, QUANDO IL DG RAI  GIAMPAOLO ROSSI, SU PRESSIONE DEI MELONI DI PALAZZO CHIGI, PROIBI' AI RAPPRESENTANTI DELLA PROTESTA ANTI-GOVERNATIVA DEI TRATTORI DI SALIRE SUL PALCO DELL'ARISTON - IL CONDUTTORE AVEVA GIÀ LE PALLE PIENE DI PRESSIONI POLITICHE E RACCOMANDAZIONI PRIVATE (IL PRANZO CON PINO INSEGNO, LE OSPITATE DI HOARA BORSELLI E POVIA SONO SOLO LA PUNTA DELLA CAPPELLA) E SI È LANCIATO SUI DOLLARONI DI DISCOVERY – L’OSPITATA “SEGRETA” DI BENIGNI-MATTARELLA A SANREMO 2023, CONSIDERATA DAI FRATELLINI D’ITALIA UN "COMIZIO" CONTRO IL PREMIERATO DELLA DUCETTA, FU L'INIZIO DELLA ROTTURA AMADEUS-PRESTA…

DAGOREPORT - DOVE VA IL PD, SENZA LA BANANA DELLA LEADERSHIP? IL FALLIMENTO DI ELLY SCHLEIN È SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI. GENTILONI È UNA “SAPONETTA” SCIVOLATA DA RUTELLI A RENZI, PRIVO DI PERSONALITÀ E DI CARISMA. QUALITÀ ASSENTI ANCHE NEL DNA DI FRANCESCHINI, ORLANDO E GUERINI, PER NON PARLARE DI BONACCINI, CHE HA LO STESSO APPEAL DI UNA POMPA DI BENZINA - ECCO PERCHÉ, IN TALE SCENARIO DI NANI E BALLERINI, SOSTENUTO DAI MAGHI DELL’ULIVO BAZOLI E PRODI, BEPPE SALA POTREBBE FARCELA A RAGGRUPPARE LA SINISTRA E IL CENTRO E GUIDARE LE ANIME DIVERSE E CONTRADDITTORIE DEL PD. NELLO STESSO TEMPO TROVARE, ESSENDO UN TIPINO PRAGMATICO, UN EQUILIBRIO CON L’EGO ESPANSO DI GIUSEPPE CONTE E SQUADERNARE COSÌ UNA VERA OPPOSIZIONE AL GOVERNO MELONI IN CUI SCHLEIN HA FALLITO