SMETTETELA CON L’OSSESSIONE DELLA DIETA! – DECIDERE DI METTERSI A STECCHETTO PRIVANDOSI DEL CIBO IN MANIERA PUNITIVA È QUANTO DI PIÙ SBAGLIATO SI POSSA FARE – PENSARE DI PERDERE CHILI SOLO PERCHÉ ODIAMO IL NOSTRO CORPO E NON PERCHÉ VOGLIAMO ESSERE PIÙ SANI DARÀ UN RISULTATO FALLIMENTARE E SI FINIRÀ PER RIPRENDERE PESO…

-

Condividi questo articolo

Flora Cappelletti per "www.esquire.com"

 

dieta 10 dieta 10

Non c'è niente di sbagliato, di per sé, nel voler perdere qualche chilo. Siamo ben consapevoli delle implicazioni che comporta l’essere sovrappeso: malattie cardiache, diabete, riduzione delle funzioni immunitarie, aumento del rischio di infarto e così via. Eppure, anche se dovrebbero, non sono sempre queste le ragioni per cui decidiamo di metterci a dieta.

 

Come abbiamo visto nel caso di Jason Momoa e della sua “pancetta”, il body shaming e gli standard fisici impossibili ormai non sono un problema che riguarda solo le donne. O forse ha da sempre riguardato anche gli uomini e stiamo iniziando a rendercene conto solo ora. Certo, non si tratta di un fatto così drammatico. Un uomo sovrappeso ha comunque più probabilità di avere una carriera e di avere più partner amorosi di una donna sovrappeso.

jason momoa appesantito jason momoa appesantito

 

Questo non toglie che entrambi, arrivata l’estate, ci guardiamo allo specchio e ci soffermiamo tristemente su ogni parvenza di grasso in eccesso, vera o finta che sia. E allora decidiamo di imbarcarci in una dieta. Non perché amiamo il nostro corpo e vogliamo essere più sani, ma perché tutto d'un tratto lo odiamo.

paleodieta 2 paleodieta 2

 

Intraprendere un viaggio faticoso che comporta tanti sacrifici con la motivazione sbagliata è dannoso. Credere che ci sia qualcosa che non va in noi e “punirci” per questo ci porterà presto a sgarrare e premiare la nostra sofferenza con del cibo. Mangeremo troppo, staremo male con noi stessi, ci metteremo a dieta di nuovo e così via, creando un circolo vizioso da cui non nascerà niente di buono.

 

effetto yo yo effetto yo yo

L’altro grande ostacolo al successo di una dieta è la biologia. Circa il 95% di tutte le persone che si mettono a dieta riacquista il peso perso entro un anno. Questo perché la nostra forma fisica è determinata in gran parte dai nostri geni, e il nostro peso graviterà sempre intorno allo stesso numero. Le diete possono essere utili per perdere una taglia velocemente, ma la realtà è che anche la persona più determinata non si nutrirà di frullati di cavolo nero e petto di pollo alla piastra per il resto della propria vita.

 

dieta 4 dieta 4

Se lo scopo di una dieta è piacerci di più, forse dovremmo concentrarci su questo aspetto, piuttosto che sul punirci inutilmente. Non significa riempire il nostro corpo di junk food e alcolici, ma che dobbiamo prendercene cura, se serve anche cambiando il nostro stile di vita. È molto meglio per il nostro benessere fisico e mentale concentrarsi sulla salute e non sulla perdita di peso, semplicemente abituandoci a mangiare meno schifezze ed essendo più attivi.

cibo come consolazione cibo come consolazione jason momoa jason momoa jason momoa in italia jason momoa in italia dieta 3 dieta 3 dieta 2 dieta 2 dieta dieta dieta dieta la grande abbuffata 2 la grande abbuffata 2 la grande abbuffata 3 la grande abbuffata 3 la grande abbuffata la grande abbuffata dieta 1 dieta 1 declino muscolare declino muscolare

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

NELLE FAUCI DI TRUMP – IL PRESIDENTE AMERICANO IN MODALITÀ KAMIKAZE SI METTE A SFIDUCIARE IL POPOLARISSIMO “IMMUNOLOGO-IN-CHIEF”: “È UN UOMO SIMPATICO, MA HA COMMESSO TANTI ERRORI” – INTANTO I SUOI COLLABORATORI MENANO: IL RESPONSABILE SOCIAL DELLA CASA BIANCA DAN SCAVINO HA PUBBLICATO UNA VIGNETTA IN CUI PARAGONA FAUCI A UN RUBINETTO CHE PERDE, MENTRE FILTRA UN MEMORANDUM ANONIMO CON “TUTTI GLI ERRORI” COMPIUTI DAL MEDICO IN QUESTI MESI. PECCATO CHE LA COMUNITÀ SCIENTIFICA SIA COMPATTA CON LUI. TE CREDO, ALMENO NON HA CONSIGLIATO DI INIETTARSI DISINFETTANTI IN VENA! - VIDEO

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

UNA MINCHIATA RESTA SEMPRE UNA MINCHIATA. O NO? - OTTAVIO CAPPELLANI: ''IN AEREO CI SI PUÒ SEDERE ATTACCATI MA LE CAPPELLIERE SONO VIETATE. NIENTE BAGAGLI. LA REGOLA FA VACILLARE LA MENTE.  IN PIEDI, CON LE BRACCIA ALZATE E UNO ZAINETTO IN MANO L’ESSERE UMANO E' PIÙ SENSIBILE AL CORONAVIRUS? SI TRASMETTE ATTRAVERSO LE ASCELLE? - REGOLE RIGIDE PER GLI SPETTACOLI ALL'APERTO, POI SALI SU UN AUTOBUS E ADDIO DISTANZIAMENTO. E POI PERCHÉ I MIGRANTI VENGONO TAMPONATI E QUARANTENATI MA I TURISTI NO? LA POVERTÀ AIUTA IL CONTAGIO?''