BRUTTE NOTIZIE PER DE LAURENTIIS, DELLA VALLE E ABETE: "CINECITTÀ WORLD" CONTINUA A VEDERE ROSSO - LA RIUNIONE DEI SOCI DELLA "ITALIAN ENTERTAINMENT GROUP", CHE CONTROLLA IL PARCO A TEMA, HA DECISO DI COPRIRE LA PERDITA DI UN MILIONE DI EURO CHE VA AD AGGIUNGERSI AI 93 MILIONI DI PASSIVO ACCUMULATI NEGLI ANNI PRECEDENTI - QUALCHE SETTIMANA FA I SOCI HANNO RIDOTTO IL CAPITALE SOCIALE DA 77,4 A 19,1 MILIONI DI EURO PERCHÉ IL BILANCIO 2019 S’ERA CHIUSO IN PERDITA PER 60,3 MILIONI…

-

Condividi questo articolo


Andrea Giacobino per https://www.iltempo.it

  

DELLA VALLE E DE LAURENTIIS DELLA VALLE E DE LAURENTIIS

I soci di Cinecittà continuano a vedere rosso. Qualche giorno fa, infatti, a Roma si è svolta un’assemblea della Italian Entertainment Group (Ieg) che sta sviluppando il parco a tema Cinecittà World a Castel Romano e il Luneur Park ed è partecipata, fra gli altri, da Aurelio De Laurentiis, Diego Della Valle, Antonio Abete (figlio di Luigi) e dal costruttore romano Fabrizio Navarra.

 

La riunione dei soci ha deciso di riportare a nuovo la perdita di un milione di euro che va ad aggiungersi ai 93 milioni di passivo accumulati negli anni precedenti. Durante la riunione il presidente Roberti Bosi, un manager vicino alla famiglia Abete, ha informato i soci che lo scorso 17 giugno Cinecittà World ha inaugurato la stagione e che i primi risultati sono buoni.

 

attrazioni di cinecitta world (2) attrazioni di cinecitta world (2)

Qualche settimana fa i soci di Ieg si erano trovati per ridurre il capitale sociale da 77,4 a 19,1 milioni di euro perché il bilancio 2019 s’era chiuso in perdita per 60,3 milioni intaccando così oltre due terzi del capitale e una situazione infrannuale alla fine dello scorso ottobre non aveva fatto emergere possibilità di recupero della perdita. Ieg ha un attivo di 95,2 milioni costituito soprattutto da partecipazioni per 83,7 milioni fra le quali l’87% di Castelromano Cine Entertainment (in carico a 40,7 milioni), il 52,3% di Network Holding (22,1 milioni) e l’87% di International Studios & Service.

cinecitta world di notte (2) cinecitta world di notte (2) attrazioni di cinecitta world attrazioni di cinecitta world luigi abete foto di bacco luigi abete foto di bacco ingresso di cinecitta world ingresso di cinecitta world cinecitta world di notte (3) cinecitta world di notte (3) attrazioni di cinecitta world (4) attrazioni di cinecitta world (4)

 

Condividi questo articolo

business

UN MONTE ALL’ASTA - CI VORRÀ TUTTO IL 2022 PER ADEMPIERE ALLE FORMALITÀ RICHIESTE DALL’EUROPA SU MPS: RIPULIRE GLI ATTIVI E ATTUARE UNA CURA MOLTO DIMAGRANTE PER ABBATTERE I COSTI E RENDERE LA BANCA APPETIBILE. A QUEL PUNTO, NEL 2023, MPS SAREBBE PRONTA A TORNARE SUL MERCATO. MA INVECE DI UN NEGOZIATO BILATERALE, POTREBBE ESSERCI UN’ASTA - INTANTO LA FONDAZIONE NON È PIÙ TRA LE PARTI CIVILI NEL PROCESSO SULLE IRREGOLARITÀ FINANZIARIE PER COPRIRE LE PERDITE DOVUTE ALL'ACQUISIZIONE DI ANTONVENETA...

"LE CESSIONI DI OTO MELARA E WASS NON POSSONO ESSERE FATTE SOLO SULLA BASE DELLA NAZIONALITÀ" - L'AD DI LEONARDO, PROFUMO, PUNTA I PIEDI SULL'IPOTESI DI VENDERE LE AZIENDE MILITARI A FINCANTIERI PER EVITARE CHE FINISCANO IN MANO STRANIERA: "VALUTEREMO LE OPZIONI SUL TAVOLO E SCEGLIEREMO LA MIGLIORE. OGNI SCELTA VERRÀ FATTA VALUTANDO LA SOSTENIBILITÀ A LUNGO TERMINE" - COSA NE PENSA DRAGHI CHE HA GIA' FATTO CAPIRE CHE SU OTO MELARA E WASS SI DOVRA' TENERE PRESENTE L'INTERESSE NAZIONALE?