ESSILORLUXOTTICA, SALVATE IL SOLDATO MILLERI – MENTRE LA FAMIGLIA DEL VECCHIO, SULLA QUESTIONE TESTAMENTARIA, CONTINUA A FARGLI VEDERE I SORCI VERDI, IL PROXY ADVISOR ISS STRONCA L’AUMENTO DI STIPENDIO DI FRANCESCO MILLERI E PARLA DI “SIGNIFICATIVO DISSENSO” DEGLI AZIONISTI  – LA SOCIETÀ, LA PIÙ IMPORTANTE DEL MONDO NELLA CONSULENZA AGLI INVESTITORI ISTITUZIONALI, SI SPINGE OLTRE: “POICHÉ LE FUNZIONI DI PRESIDENTE E DI AD SONO CUMULATE, È RACCOMANDATO IL VOTO CONTRARIO ALLA RIELEZIONE DI FRANCESCO MILLERI…

-

Condividi questo articolo


ESSILOR LUXOTTICA ESSILOR LUXOTTICA

1. ESSILORLUXOTTICA, PROXY ADVISOR ISS CONTRO PROPOSTA REMUNERAZIONE MILLERI

PARIGI (Reuters) - Il proxy adviser Iss invita gli azionisti di EssilorLuxottica a votare in assemblea contro la proposta di retribuzione dell'AD e presidente Francesco Milleri.

 

"Per il secondo anno consecutivo, la remunerazione dell'amministratore delegato viene aumentata in modo sostanziale senza alcuna motivazione significativa rispetto all'anno scorso", scrive Iss in un documento.

 

FRANCESCO MILLERI FRANCESCO MILLERI

Iss, che fornisce raccomandazioni agli investitori su come votare alle assemblee annuali degli azionisti e su come migliorare la governance aziendale, ha espresso anche timori riguardo al doppio ruolo di Milleri.

 

"Secondo la politica di Iss, la combinazione dei ruoli di presidente e amministratore delegato può comportare una concentrazione di potere e rendere meno netti i confini tra i doveri dell'amministratore delegato e quelli del presidente, rappresentando così un potenziale rischio per gli azionisti", si legge.

 

2. ESTRATTO DEL REPORT DI ISS SULLE INDICAZIONI DI VOTO PER L’ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DI ESSILORLUXOTTICA DEL PROSSIMO 30 APRILE

FRANCESCO MILLERI E LEONARDO DEL VECCHIO CON I RAY BAN STORIES - GLI OCCHIALI SMART DI LUXOTTICA E FACEBOOK FRANCESCO MILLERI E LEONARDO DEL VECCHIO CON I RAY BAN STORIES - GLI OCCHIALI SMART DI LUXOTTICA E FACEBOOK

(ISS è la più importante società al mondo nella consulenza agli investitori istituzionali circa le indicazioni di voto da tenere nelle assemblee degli azionisti)                                                                                                              

 

***

È raccomandato il voto contrario alla relazione sulle remunerazioni perché il Consiglio di Amministrazione ha trascurato il dissenso degli azionisti registrato durante l'ultima assemblea, proponendo ancora una volta un forte incremento della politica retributiva dell'amministratore delegato per il 2024.

 

iss institutional shareholder services iss institutional shareholder services

Durante l'Assemblea degli azionisti dello scorso anno, tenutasi il 17 maggio 2023, è stato riscontrato un significativo dissenso da parte degli azionisti in merito alla politica retributiva dell'amministratore delegato Francesco Milleri. Sebbene sia stata accettata dalla maggioranza degli azionisti, che rappresentano il 69,59% dei voti totali, il dissenso degli azionisti che compongono il capitale flottante ha raggiunto circa il 50%.

 

Proprio come l'anno scorso, il Consiglio di amministrazione ha proposto di aumentare in modo significativo tutte le componenti della remunerazione dell'Amministratore delegato per il secondo anno consecutivo senza una motivazione convincente.

 

Se la presente politica retributiva venisse approvata dagli azionisti, ciò significherebbe che nell'arco di due anni:

FRANCESCO MILLERI FRANCESCO MILLERI

- la componente fissa della remunerazione dell’amministratore delegato aumenterebbe del 40%;

- il suo bonus massimo sarebbe più che raddoppiato (aumentato del 110%);

- il numero di strumenti concessi nell'ambito del piano di incentivazione a lungo termine sarebbe raddoppiato; 

- il suo pacchetto potenziale totale sarebbe aumentato del 142%.

 

Ora, considerando l'aumento in sé, si ricorda che la presente proposta rappresenterebbe il terzo aumento della sua retribuzione dal 2021. Il 21 maggio 2021, infatti, il Consiglio di amministrazione ha deciso di aumentare lo stipendio base di Francesco Milleri del 20%, portandolo da 1,25 a 1,5 milioni euro (e il suo bonus massimo, correlativamente, da 2,5 a 3 milioni di euro). 

 

milleri intervista le figaro milleri intervista le figaro

Successivamente, durante l'Assemblea generale del 17 maggio 2023, tutte le componenti della sua remunerazione sono state significativamente aumentate, con un aumento del 47% del suo pacchetto complessivo da 12.112.500 a 17.756.200 euro. All'epoca, le motivazioni addotte dall'azienda non furono ritenute sufficientemente convincenti, soprattutto in considerazione dell'entità dell'aumento.

 

Quest'anno, la società non fornisce ulteriori argomenti per giustificare tale pacchetto per il 2024. Se la prassi di mercato francese tende comunemente alla rivalutazione dei compensi dei dirigenti al momento del rinnovo del mandato, aumenti ripetuti in un breve lasso di tempo non sono conformi alle migliori pratiche di governance. 

 

Inoltre, premiare un dirigente per le sue buone prestazioni, o più specificamente in questo caso, per le sue buone prestazioni in un contesto difficile è proprio la funzione della retribuzione variabile; di per sé, non costituisce un motivo per un aumento.

 

ISS proxy ISS proxy

Infine, il riutilizzo degli stessi elementi di supporto all'aumento dell'amministratore delegato, o quantomeno l'assenza di nuove circostanze significative che legittimino l'aumento, non consente agli azionisti di comprendere perché il pacchetto proposto per il 2024 sarebbe più rilevante dell'attuale struttura retributiva di Francesco Milleri. Questa sensazione è ulteriormente rafforzata dagli importi proposti (2,4 volte il suo pacchetto rispetto a due anni fa) che alcuni osservatori potrebbero considerare stravaganti nel mercato francese.

FRANCESCO MILLERI LEONARDO DEL VECCHIO FRANCESCO MILLERI LEONARDO DEL VECCHIO

 

***

Poiché le funzioni di presidente e di amministratore delegato sono cumulate, è raccomandato il voto contrario alla rielezione di Francesco Milleri.

L'azienda non dice che questa è una situazione temporanea. Secondo la policy di ISS, il cumulo dei ruoli di presidente e amministratore delegato può comportare una concentrazione di potere e rendere meno netta la linea di demarcazione tra i doveri dell'amministratore delegato e quelli del presidente, rappresentando così un potenziale rischio per gli azionisti. 

ESSILOR LUXOTTICA ESSILOR LUXOTTICA IL REPORT DI ISS SUL DDL CAPITALI IL REPORT DI ISS SUL DDL CAPITALI i maneskin alla festa di natale di essilorluxottica 5 i maneskin alla festa di natale di essilorluxottica 5

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - FERMI TUTTI! SECONDO UN SONDAGGIO RISERVATO, LA CANDIDATURA DEL GENERALE VANNACCI POTREBBE VALERE FINO ALL’1,8% DI CONSENSI IN PIÙ PER LA LEGA SALVINIANA. UN DATO CHE PERMETTEREBBE AL CARROCCIO DI RESTARE SOPRA A FORZA ITALIA - A CICCIO TAJANI È PARTITO L’EMBOLO. COSÌ QUEL MERLUZZONE DEL MINISTRO DEGLI ESTERI SI È TRASFORMATO IN PIRANHA: HA MESSO AL MURO LA MELONI, MINACCIANDO IL VOTO DI SFIDUCIA SE LA SEPARAZIONE DELLE CARRIERE DEI MAGISTRATI, LEGGE SIMBOLO DEL BERLUSCONISMO, NON VIENE APPROVATA PRIMA DELLE ELEZIONI EUROPEE...

INTER-ZHANG: GAME OVER? IL PRESIDENTE NON PUÒ LASCIARE LA CINA E STA COMBATTENDO IL WEEKEND PIÙ DURO DELLA SUA VITA PER NON PERDERE ANCHE L’INTER. BALLA IL PRESTITO DA 375 MILIONI CHE ZHANG DEVE RESTITUIRE A OAKTREE. IL FONDO PIMCO SI ALLONTANA - SE LA TRATTATIVA PER UN NUOVO FINANZIAMENTO NON SI SBLOCCA ENTRO LUNEDÌ, OAKTREE SI PRENDERA’ IL CLUB. UNA SOLUZIONE CHE SAREBBE MOLTO GRADITA AL DG MAROTTA. FORSE IL DIRIGENTE SPORTIVO PIÙ POTENTE D’ITALIA HA GIÀ UN ACQUIRENTE? O FORSE SA CHE...

DAGOREPORT - VANNACCI SARÀ LA CILIEGINA SULLA TORTA O LA PIETRA TOMBALE PER MATTEO SALVINI, CHE TANTO LO HA VOLUTO NELLE LISTE DELLA LEGA, IGNORANDO LE CRITICHE DEI SUOI? - LUCA ZAIA, A CUI IL “CAPITONE” HA MOLLATO UN CALCIONE (“DI NOMI PER IL DOPO ZAIA NE HO DIECI”), POTREBBE VENDICARSI LASCIANDO CHE LA BASE LEGHISTA ESPRIMA IL SUO DISSENSO ALLE EUROPEE (MAGARI SCEGLIENDO FORZA ITALIA) - E COSA ACCADREBBE SE ANCHE FEDRIGA IN FRIULI E FONTANA IN LOMBARDIA FACESSERO LO STESSO? E CHE RIPERCUSSIONI CI SAREBBERO SUL GOVERNO SE SALVINI SI RITROVASSE AZZOPPATO DOPO LE EUROPEE?