UNA GENERAZIONE A PIEDI: SOLO UN UNDER 25 SU OTTO POSSIEDE UN'AUTO - TRA COSTI DI MANUTENZIONE, IMPATTO AMBIENTALE E IL PROBLEMA DEI PARCHEGGI NELLE GRANDI CITTA’, I GIOVANI STANNO OPTANDO PER ALTERNATIVE COME IL CAR-SHARING O IL PASSAGGIO “GREEN” ALLE BICICLETTE E MONOPATTINI ELETTRICI – EPPURE IL NUMERO DI NEOPATENTATI IN ITALIA STA LEGGERMENTE AUMENTANDO…

-

Condividi questo articolo


Benedetta Vitetta per “Libero quotidiano”

under 25 auto 1 under 25 auto 1

 

Da status symbol a semplice mezzo di trasporto per muoversi più rapidamente. Insomma. c' era una volta l' automobile che in qualche decennio è passata da regalo per antonomasia per i diciottenni uno dei primi segni d' indipendenza dalla famiglia e oggetto da mostrare a amici e fidanzate - a un qualcosa di utile sì, ma certo non fondamentale. Soprattutto per i giovanissimi della Generazione Z, coloro che hanno meno di 24 anni.

 

under 25 auto 2 under 25 auto 2

Che con pochi soldi in tasca, sneakers d' ordinanza ai piedi, preferiscono comprarsi vestiti usati e muoversi direttamente a piedi o coi mezzi pubblici. Spendono per avere una bicicletta (o monopattino elettrico che sia) e - se proprio devono- all' auto di proprietà comprata coi soldi di mamma e papà scelgono un' automobile in condivisione (il car -sharing esploso nel Belpaese) o il

noleggio a breve o medio termine. Da usare alla bisogna.

 

UNDER 25 AUTO UNDER 25 AUTO

È quanto emerge dalla lettura dell'"Autoritratto 2020" - la pubblicazione statistica dell' Aci (Automobile Club d' Italia) che fotografa il parco auto dell' intera Penisola analizzando i dati per Regione, Province e singoli Comuni ma che mostra anche i cambi di usi e costumi della popolazione.

 

Tra i tanti dati, su tutti emerge il fatto che oggi soltanto un "under 25" su 8- ossia poco più del 12% possiede una vettura.

 

under 25 auto 3 under 25 auto 3

FINE DI UN GRANDE AMORE

Una tendenza che cresce di anno in anno e che dimostra quanto ormai sia arrivato al capolinea l' amore tra le giovani generazioni e le quattro ruote. A riprova di ciò, il fatto che solo nell' ultimo decennio il possesso di un' auto di proprietà tra i giovani è calato del 41,3%.

 

I motivi che spiegano questa profonda disaffezione sono legati per lo più a questioni economiche: innanzitutto avere un' auto oggi significa dover spendere mediamente 260 euro al mese per i costi di gestione (bollo ed assicurazione), cui bisogna aggiungere i rifornimenti e i costi di eventuali multe. Oltre a ciò occorre poi mettere in conto la pazienza (tanta) che serve per trovare ogni giorno un parcheggio soprattutto se si abita in grandi città e il tempo perso all' interno del veicolo per code e traffico.

monopattini elettrici1 monopattini elettrici1

 

In più a favore di chi non acquista l' auto c' è da considerare che negli ultimi anni abbiamo assistito al diffondersi di nuove forme di mobilità- molto apprezzate specialmente dai giovani anche in un' ottica green e di sostenibilità ambientale - che puntano su microauto elettriche e su mezzi ecologici al 100% come biciclette e monopattini elettrici e non. Ciò detto, al di là dei cambi di stile di vita e di costumi, i neopatentati continuano ovviamente ad esserci in Italia.

 

neopatentati 2 neopatentati 2

NEOPATENTATI CRESCONO

E se è vero che negli ultimi anni si è assistito a un' emorragia di nuovi patentati - il 2014 è stato l' anno peggiore con soli 518.762 nuovi possessori di patente "B", per capirci quella dell' automobile- dal 2015 la tendenza è stata di una lenta ma pressochè costante crescita. Negli ultimi tre anni - 2020 aparte, vista l' eccezionalità legata all' emergenza sanitaria - i neopatentati sono saliti dai 566.170 del 2018 ai 573.846 del 2019 per poi calare quasi di un quarto nell' anno del Co vid: i nuovi guidatori muniti di tessera rosa sono stati 424.752 (fonte: ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, rielaborati da Quattro ruote).

esame patente esame patente

 

C' è però da sottolineare che, nell' anno passato, per diversi mesi non si è potuto sostenere sia l' esame di teoria sia quello di pratica dapprima a causa del lockdown nazionale e poi per le restizioni regionali anti contagio.

 

Nessuna paura, quindi: neo guidatori ne abbiamo anche se sempre meno per una questione demografica: è l' auto quella che manca loro. O meglio, quella che...proprio non gli manca affatto!

 

esame patente esame patente

A far la fortuna delle case automobilistiche è il muoversi in controtendenza delle fasce over 50 della popolazione. Tra 2011 e 2020, tra i 51-60enni i proprietari d' auto sono passati dal 93,98 al 101,13% (+7,6%), in quella dei 61-70, dal 77,28 al 92,92% (+20,2%), mentre gli over 70 sono addirittura cresciuti del 38,3%, volando dal 46,03% del 2011 al 63,67% del 2020.

 

Condividi questo articolo

business

OH, CHE BEL CASELLO! - CON IL PASSAGGIO DI ASPI DALLA GALASSIA BENETTON A CDP CON I FONDI ESTERI BLACKSTONE E MACQUARIE, CI SARÀ UNA RIVOLUZIONE SIA IN TERMINI INFRASTRUTTURALI, SIA FINANZIARI: SULLE AUTOSTRADE PIOVERANNO INVESTIMENTI PER 26 MILIARDI MENTRE I FONDI ESTERI VOGLIONO RENDERE LA SOCIETA’ PROFITTEVOLE CON UN RITORNO ATTESO IPOTIZZATO DEL 7-8% -  NEL TEMPO CDP POTREBBE GRADUALMENTE RIDIMENSIONARE LA PARTECIPAZIONE DEL 51% IN FAVORE DI CASSE DI PREVIDENZA E ASSICURAZIONI ITALIANE…

QUELLA TESTIMONIANZA NON S’HA DA FARE! – CASO SANTANDER-ORCEL: IL TRIBUNALE DI MADRID BLOCCA DI NUOVO TUTTO E RINVIA L'UDIENZA IN CUI GLI EX VERTICI DI UBS AXEL WEBER E MAX  SHELTON AVREBBERO DOVUTO CONFERMARE CHE SAREBBE TOCCATO ALLA BANCA GUIDATA DA ANA BOTIN PAGARE I BONUS DIFFERITI DEL NEO-BOSS DI UNICREDIT - POTERE DEL SANTANDER, CHE IN SPAGNA CONTA PIÙ DEL GOVERNO. MA PRIMA O POI WEBER E SHELTON DOVRANNO SEDERSI DAVANTI A UN GIUDICE E CONFERMARE CHE AVEVANO AVVISATO LA BOTIN. E ALLORA LA BANCA SPAGNOLA VIVRÀ LA PRIMA SCONFITTA IN TRIBUNALE DELLA SUA STORIA…