MBS, T’HANNO RIFILATO LA CROSTA! – LO STATO FRANCESE SAPEVA DAL 2018 CHE IL “SALVATOR MUNDI” ERA UN FALSO E CHE NON ERA POSSIBILE ATTRIBUIRLO A LEONARDO! LO CONFERMA UN DOCUMENTARIO CHE VERRÀ TRASMESSO DALLA TV FRANCESE LA PROSSIMA SETTIMANA – NELL’APRILE DEL 2018, BIN SALMAN FU ACCOLTO IN POMPA MAGNA DA MACRON PER FIRMARE ALCUNI ACCORDI COMMERCIALI DA DIVERSI MILIARDI DI EURO. E NEI COLLOQUI SI PARLÒ ANCHE DEL QUADRO, RIMASTO TRE MESI AL LOUVRE PER ESSERE ANALIZZATO E… – L'ASTA GONFIATA A 450 MILIONI, LE RICOSTRUZIONI E IL LIBRO DI PANZA

-

Condividi questo articolo


gli studi sul salvator mundi gli studi sul salvator mundi

1 – L’ASTA DEL “SALVATOR MUNDI” (COME IPOTIZZATO ANCHE DA DAGOSPIA) FU GONFIATA AD HOC FINO A 450 MILIONI DI DOLLARI PER FAR TRANSITARE UNA PACCATA DI SOLDI DA MOHAMMED BIN SALMAN A TRUMP ATTRAVERSO LA SOCIETA’ ISRAELIANA DI FAKE-NEWS “PSY-GROUP” E, DA QUESTA, A CAMBRIDGE-ANALYTICA - I DUE CONTENDENTI DELL’ASTA, BIN SALMAN E L’EMIRO DI ABU DHABI (DOVE IL QUADRO NON E’ MAI STATO ESPOSTO) ERANO D’ACCORDO - LO RIVELANO IL PRODUCER ISRAELIANO ZEV SHALEV E LA GIORNALISTA INVESTIGATIVA TRACIE MCELROY. UN NUOVO CAPITOLO DOPO IL LIBRO DI PIERLUIGI PANZA “L’ULTIMO LEONARDO”

https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/rsquo-asta-ldquo-salvator-mundi-rdquo-come-ipotizzato-anche-192462.htm

Salvator Mundi di Panza Salvator Mundi di Panza

 

2 – FAKE ART: CHE DIO CI SALVI DAL SALVATOR MUNDI DI LEONARDO DA VINCI - IL QUADRO PIÙ COSTOSO DEL MONDO, BATTUTO ALL’ASTA PER 450 MILIONI DI DOLLARI, È UNA SAPIENTE CROSTA ACQUISTATA DAL SOLITO SCEICCO SCIOCCO CHE LO DEPOSITERÀ AL LOUVRE DI ABU DHABI – PIERLUIGI PANZA RICOSTRUISCE IN UN LIBRO L’AVVENTUROA STORIA DI UN QUADRO EFFETTIVAMENTE ESISTITO – DAGOSPIA DEL 27 AGOSTO 2018

https://m.dagospia.com/fake-art-che-dio-ci-salvi-dal-salvator-mundi-di-leonardo-da-vinci-il-quadro-piu-costoso-del-mondo-181643

 

3 - ARABI FREGATI: I FRANCESI SAPEVANO CHE L’OPERA NON ERA DI DA VINCI

Mauro Zanon per "Libero quotidiano"

 

macron bin salman macron bin salman

Il quadro più costoso della storia, il “Salvator Mundi”, acquistato dal principe saudita Mohammed Bin Salman per 450 milioni di dollari, non è attribuibile a Leonardo da Vinci. È quanto anticipato al settimanale parigino L’Obs da Antoine Vitkine, autore del documentario Salvator Mundi, la stupéfiante affaire du dernier Vinci, che verrà trasmesso su France 5 il prossimo 13 aprile.

 

saudi arabia s crown prince mohammed bin salman left and de facto united arab emirates ruler mohammed bin zayed right getty images saudi arabia s crown prince mohammed bin salman left and de facto united arab emirates ruler mohammed bin zayed right getty images

Il documentario, frutto di un’inchiesta di due anni, rivela che lo Stato francese era consapevole fin dal 2018 che si trattava di un falso. Nell’aprile del 2018, Bin Salman è accolto in pompa magna a Parigi da Emmanuel Macron perfirmare alcuni accordi commerciali da diversi miliardi di euro.

 

il louvre di abu dhabi il louvre di abu dhabi

Ma secondo quanto sussurrato a Vitkine da una fonte interna dell’alta amministrazione francese, anche il “Salvator Mundi” figura nel menù dei colloqui. I sauditi chiedono alla Francia l’expertise del dipinto in gran segreto. E Parigi accetta. Nel giugno 2018, al C2RMF, ossia il centro specializzato nell’analisi delle opere d’arte situato nel complesso del Louvre, arriva il “Salvator Mundi”.

MACRON BIN SALMAN MACRON BIN SALMAN

 

«È rimasto tre mesi al Louvre per essere analizzato. È passato attraverso ogni sorta di macchina ed è stato esaminato da cima a fondo», ha confermato al regista francese un’altra fonte. Nel settembre 2018, per colui che vuole trasformare l’Arabia Saudita nel nuovo crocevia culturale del pianeta, il verdetto è spietato: l’analisi ha mostrato che è un falso, che «Leonardo ha soltanto contribuito al quadro. Non c’è alcun dubbio. Abbiamo informato i sauditi», secondo le parole pronunciate da una delle fonti di Vitkine.

 

SALVATOR MUNDI SALVATOR MUNDI

Il 17 settembre 2018, il mondo della diplomazia culturale è infibrillazione: al Louvre di Abu Dhabi, il “Salvator Mundi” verrà esposto per la prima volta in pubblico dopo la vendita da Christie’s. Ma all’ultimo minuto, senza spiegazione, l’evento viene annullato. Come raccontato dall’Obs, Bin Salman, che non vuole passare per colui che ha speso 450 milioni di dollari per un falso e farsi umiliare agli occhi del mondo, punta sulla grande mostra dedicata a Da Vinci che il Louvre prepara per la fine del 2019.

 

autoritratto di leonardo da vinci autoritratto di leonardo da vinci

Secondo la fonte interna dell’alta amministrazione francese Salman avrebbe chiesto di «esporre il “Salvator Mundi” accanto alla “Gioconda” e di presentarlo come un “Da Vinci al 100%”», e non con le formule «attribuito a Da Vinci» o «Leonardo e il suo atelier», quest’ultima vicina alle conclusioni dell’expertise del Louvre. Stando ad alcuni rumors l’opera si troverebbe a bordo del “Serene”,lo yacht del principe saudita. Più verosimilmente, riposa nella cassaforte di una banca.

salvator mundi di leonardo da vinci salvator mundi di leonardo da vinci il louvre di abu dhabi 3 il louvre di abu dhabi 3 il louvre di abu dhabi 4 il louvre di abu dhabi 4 MACRON BIN SALMAN MACRON BIN SALMAN salvator mundi salvator mundi il louvre di abu dhabi il louvre di abu dhabi il louvre di abu dhabi 6 il louvre di abu dhabi 6 il louvre di abu dhabi 5 il louvre di abu dhabi 5 IL LOUVRE DI ABU DHABI IL LOUVRE DI ABU DHABI tavola lucana presunto autoritratto di leonardo tavola lucana presunto autoritratto di leonardo il quadro salvator mundi il quadro salvator mundi salvator mundi salvator mundi madonna con bambino - salvator mundi madonna con bambino - salvator mundi Salvator Mundi Salvator Mundi salvator mundi salvator mundi Salvator Mundi Salvator Mundi Salvator Mundi attribuito a Leonardo prima del restauro e, a destra Salvator Mundi attribuito a Leonardo prima del restauro e, a destra Salvator Mundi de Ganay 1 Salvator Mundi de Ganay 1 Salvator Mundi de Ganay Salvator Mundi de Ganay salvator mundi de ganay salvator mundi de ganay IL SALVATOR MUNDI DI NAPOLI IL SALVATOR MUNDI DI NAPOLI

 

Condividi questo articolo

business

MARCHI, CONTRATTI E POST: L'IMPERO DI CHIARA FERRAGNI VALE QUASI 20 MILIONI DI EURO DI FATTURATO - I SUOI 23,3 MILIONI DI FOLLOWER SU INSTAGRAM VALGONO ALMENO 50 MILA EURO PER UN POST SUI SOCIAL NETWORK - QUESTE ATTIVITÀ FANNO CAPO ALLA “SISTERHOOD”, SRL MILANESE DELLA QUALE CHIARA HA IL 99% MENTRE IL RESTANTE 1% È SUDDIVISO TRA LA SORELLA VALENTINA E FABIO MARIA DAMATO, AMMINISTRATORE UNICO DELLA SOCIETÀ NONCHÉ MANAGER DELLE ATTIVITÀ DELLA FERRAGNI - E POI C’E’ LA “TBS CREW”, CHE GESTISCE TRA LE ALTRE COSE IL SITO “THE BLONDE SALAD”

IL MUTUO, IL REDDITO E IL PATRIMONIO DI DRAGHI: L’ANALISI VELENOSA DI “STARTMAG” - “ENTRO IL 13 MAGGIO, DRAGHI DOVRÀ PRESENTARE LA SUA SITUAZIONE PATRIMONIALE E REDDITUALE E SI CAPIRÀ QUALE SIA STATO IL REGIME FISCALE DA LUI SCELTO DURANTE GLI ANNI IN GOLDMAN SACHS A LONDRA. SONO STATI TASSATI NEL REGNO UNITO O HA MANTENUTO LA RESIDENZA FISCALE IN ITALIA? MOLTI BANCHIERI VOGLIONO COMPRENDERE, NEL CASO DI ATTIVITÀ FINANZIARIE ALL’ESTERO IN QUALITÀ DI RESIDENTE FISCALE IN ITALIA, L’EVIDENZA FORNITA NEL QUADRO RW DELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI O SE ABBIA FATTO RICORSO A…”