MENO SIAMO, MENO SPENDIAMO, MEGLIO STIAMO - PER RISPARMIARE SUL PERSONALE, EASYJET TAGLIA L’ULTIMA FILA DI SEDILI DAGLI AIRBUS DELLA FLOTTA DEL REGNO UNITO: DAL 26 MAGGIO A FINE OTTOBRE, CI SARANNO 521 MILA POSTI IN MENO - CON MENO SEDILI, IL PERSONALE RICHIESTO PER OGNI VOLO, SECONDO LE NORMATIVE SULLA SICUREZZA AEREA, POTRÀ SCENDERE DA 4 A 3…

-

Condividi questo articolo


Leonard Berberi per www.corriere.it

 

easyjet easyjet

La carenza di assistenti di volo e una ripresa dei viaggi più veloce del previsto spinge easyJet a togliere da una parte dei suoi aerei l’ultima fila di sedili, sei posti in tutto, così da dover impiegare un dipendente in meno a bordo e per non cancellare i voli. La conferma, dopo alcuni giorni di indiscrezioni, arriva da un messaggio interno rivelato da quotidiano inglese The Telegraph e confermato al Corriere da fonti aziendali e dalla lettura della comunicazione stessa. «La fila 26 verrà rimossa», si legge.

 

La lettera

Nella comunicazione quella che è una delle principali compagnie d’Europa spiega che per andare incontro all’insufficiente numero di assistenti di volo toglierà dagli Airbus A319 «registrati nel Regno Unito» i sei sedili in fondo. I posti in vendita così passeranno da 156 a 150 e di conseguenza il personale richiesto secondo le normative sulla sicurezza aerea potrà scendere da 4 a 3, dal momento che la richiesta è di un assistente di volo ogni cinquanta passeggeri. Secondo i database specializzati 55 dei 92 A319 di easyJet sono registrati nel Regno Unito.

easyjet 8 easyjet 8

 

L’aviolinea

«Quest’estate useremo gli Airbus A319 delle nostra flotta basata nel Regno Unito con un massimo di 150 passeggeri e 3 cabin crew in cabina, in linea con la normativa dell’Autorità dell’aviazione civile britannica (Caa)», chiarisce al Corriere un portavoce di easyJet. «Si tratta di un modo efficiente di operare la nostra flotta e di aumentare il livello di resilienza e flessibilità delle nostre operazioni durante la stagione estiva, dove ci aspettiamo di volare ai livelli del 2019».

 

I numeri

easyjet 2 easyjet 2

La riduzione, secondo la lettera, entrerà in vigore il 26 maggio per concludersi alla fine di ottobre. In questo periodo di tempo, stando ai dati forniti al Corriere da Airline Data Inc, easyJet ha programmato circa 88 mila voli con gli A319 per un’offerta di quasi 14 milioni di sedili. L’eliminazione dell’ultima fila ridurrebbe nel complesso di 521 mila i posti a disposizione su questo modello di velivolo. Ma se si restringe l’impatto soltanto ai voli in partenza dal Regno Unito con gli A319 allora il numero scende a circa 37 mila voli e un taglio di poco più di 220 mila posti, meno dello 0,6% sul totale del gruppo easyJet

 

 

easyjet 5 easyjet 5

Le regole

Per poter ottenere l’autorizzazione a operare voli con tre assistenti di volo easyJet dovrà rimuovere fisicamente l’ultima fila dal momento che, almeno nel Regno Unito, il via libera viene dato sulla base dei posti installati (che sono un numero fisso) e non dei viaggiatori (che variano a seconda del volo e della giornata). Alcune foto fatte circolare sui social media mostrano che l’eliminazione è stata già effettuata su alcuni degli A319.

easyjet 1 easyjet 1

 

Gli aeroporti coinvolti

Secondo l’analisi del Corriere sulla programmazione caricata nei database specializzati gli aeroporti di easyJet che saranno maggiormente impattati da questa novità saranno quella di Londra Gatwick (quasi 16 mila voli in partenza), poi Londra Luton (circa 4.700). Non è ancora chiaro se questa riduzione di posti avrà un impatto sulla tariffa media.

 

I ritardi burocratici

easyjet 7 easyjet 7

Da diverse settimane nel Regno Unito compagnie aeree e aeroporti lamentano una carenza di personale anche per le lungaggini burocratiche. L’ad di easyJet, Johan Lundgren, che detto di recente che circa 150 persone aspettano soltanto di ottenere il nulla osta sicurezza per poter iniziare a lavorare come assistenti di volo. Senza questo via libera — necessario per evitare che il nuovo dipendente sia legato in qualche modo a organizzazioni terroristiche o possa rappresentare un pericolo — non si può salire a bordo.

easyjet 4 easyjet 4

 

 

Condividi questo articolo

business

SI METTE MALE PER XI JINPING: L’ECONOMIA CINESE DÀ SEGNALI MOLTO PREOCCUPANTI, PROPRIO ALLA VIGILIA DEL CONGRESSO CHE DOVREBBE DARGLI IL TERZO MANDATO. MA È COLPA SUA: INSISTE CON LA STRATEGIA DELLO “ZERO COVID” BLOCCANDO I RIFORNIMENTI A MEZZO MONDO E FACENDO CROLLARE LE VENDITE AL DETTAGLIO - SOLO CHE GLI INVESTITORI STRANIERI  NON SONO FESSI E SCAPPANO: SOLO AD APRILE, CI SONO STATE CESSIONI PER 16 MILIARDI DI DOLLARI DI DEBITO CINESE, E GLI INVESTIMENTI ESTERI DIRETTI SONO COLATI A PICCO

DOPO LA GUERRA, RISCHIAMO LA CARESTIA – SENZA LA RIAPERTURA DEI TRAFFICI DI CEREALI DALL’UCRAINA, MILIONI DI PERSONE IN AFRICA E MEDIO ORIENTE RISCHIANO LA FAME! COME FARE? L’EUROPA STA CERCANDO DI AGGIRARE IL BLOCCO DEI PORTI PER SALVARE I 30 MILIONI DI TONNELLATE DI PRODOTTI BLOCCATI DAI RUSSI, METTENDO A DISPOSIZIONE LE CITTÀ ROMENE, POLACCHE E BULGARE CHE SI AFFACCIANO SUL MAR NERO. L’ALTERNATIVA È LA ROTTA BALTICA, MA DI MEZZO C’È LA BIELORUSSIA DI LUKASHENKO…