MIROGLIO SI PAPPA TRUSSARDI – IL GRUPPO DI ALBA HA AVVIATO UNA TRATTATIVA PER ACQUISIRE QUEL CHE RESTA DI TRUSSARDI - IL MARCHIO DELL'ALTA MODA È PASSATO DA UN BOOM DI RICAVI ALL'ORLO DEL FALLIMENTO TANTO DA ESSERE COSTRETTO AD APRIRE UNA PROCEDURA AL TRIBUNALE DI MILANO – L’UOMO CHE POTREBBE SALVARE LE SORTI DEL "LEVRIERO" È IL 35ENNE ALBERTO RACCA, AD DI MIROGLIO, CHE STA ATTUANDO UNA RISTRUTTURAZIONE AZIENDALE, TRASFORMANDO IL GRUPPO AL 90% IN UN RETAIL…

-

Condividi questo articolo


 

Estratto dell’articolo di Claudia Luise per "la Stampa"

 

trussardi 1 trussardi 1

Colpo grosso in vista per Miroglio. Il gruppo nato ad Alba, ma che ormai è una realtà globale che gestisce 9 brand (tra cui Motivi e Elena Mirò) e 36 società controllate, ha avviato una trattativa che è in fase avanzata per acquisire quello che resta di Trussardi, marchio dell'alta moda passato da un boom di ricavi all'orlo del fallimento tanto da essere costretto ad aprire, il 5 marzo scorso una procedura di ricomposizione della crisi al Tribunale di Milano.

 

tomaso trussardi 3 tomaso trussardi 3

Il cavaliere bianco che potrebbe così salvare le sorti del brand del Levriero è Alberto Racca, un amministratore delegato molto giovane soprattutto per gli standard delle grandi aziende italiane: 35enne, con le idee chiare sul futuro sostenibile di un settore «che è ancora indietro su questi temi». E che sta attuando una profonda ristrutturazione di Miroglio tanto da trasformarlo «nonostante un'eredità industriale, al 90% in un gruppo retail». Quasi tutto il fatturato arriva dai 1100 negozi: 800 gestiti direttamente e altri 300 in joint venture con la turca Ipekyol.

miroglio 2 miroglio 2

 

[…] Il brand Trussardi attualmente è controllato da QuattroR che nel 2019 ha rilevato una quota di circa il 60% della maison, attraverso la costituzione di una Newco partecipata al 70% da QuattroR e da Tomaso Trussardi al 30%, che controlla l'86% della holding Finos, azionista unico di Trussardi Spa. A curare la ristrutturazione dell'azienda (lo scorso marzo era esposta per oltre 50 milioni di debiti; a luglio una nota dei sindacati parlava di una perdita di 20 milioni a fronte di 65 milioni di ricavi) è stata chiamata un'altra società bergamasca, la 3X Capital di Angelo Rodolfi.

alberto racca 3 alberto racca 3

 

Buone, invece, le prospettive di Miroglio che dovrebbe chiudere il 2023 con 550 milioni di ricavi e un ebitda vicino al 10%. Già il 2022 era stato un anno particolarmente positivo per il gruppo retail langarolo, che aveva chiuso l'esercizio con un fatturato consolidato a quota 500 milioni, contro i 415 milioni del 2021.

trussardi 2 trussardi 2

[…]

tomaso trussardi 1 tomaso trussardi 1 miroglio 1 miroglio 1 miroglio group 2 miroglio group 2 alberto racca 1 alberto racca 1 alberto racca 2 alberto racca 2 tomaso trussardi 2 tomaso trussardi 2

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - LA GRANDE PAURA SARDA STA METTENDO IN SUBBUGLIO I FRAGILI OTOLITI DELLA MELONA - L'ANSIA PER UNA POSSIBILE SCONFITTA ALLE REGIONALI IN SARDEGNA E IL TIMORE CHE I MEDIA LA RACCONTINO GIÀ IN DECLINO FANNO SCOPA CON LA PREOCCUPAZIONE DI NON CONTARE UN CAZZO DOPO IL VOTO DEL 9 GIUGNO IN EUROPA, QUANDO I VOTI DI FRATELLI D'ITALIA POTREBBERO NON ESSERE DETERMINANTI PER LA RIELEZIONE DI URSULA VON DER LEYEN - NON BASTA: SUDORI FREDDI PER LA FINANZIARIA DELL’AUTUNNO CHE SARA' UNA VIA CRUCIS DI LACRIME E SANGUE, VISTO CHE LE DURE REGOLE DEL NUOVO PATTO DI STABILITÀ. AGGIUNGERE IL MARTELLAMENTO QUOTIDIANO DI SALVINI - A LENIRE LA FRAGILITA' DELLA TENUTA PSICOFISICA DELLA DUCETTA CI SONO I "BADANTI" FAZZOLARI E SCURTI, CHE NON LA MOLLANO UN ATTIMO…

DAGONEWS – COME MAI IL NUOVO ROMANZO DI CHIARA VALERIO, “CHI DICE E CHI TACE”, È STATO PUBBLICATO DA SELLERIO E NON, COME I PRECEDENTI, DA EINAUDI? SCREZI? LITI? MACCHÉ: È TUTTA UNA STRATEGIA PER VINCERE IL CAMPIELLO, PREMIO LAGUNARE PRESIEDUTO DA WALTER VELTRONI – LA VALERIO, SCRITTRICE CON LA PASSIONE PER LE SUPERCAZZOLE (E L’AGLIO, OLIO E PEPERONCINO), È UNA DELLE FIRME PIÙ AMATE DA ELLY SCHLEIN: SE VINCESSE IL CAMPIELLO, SAREBBE UNA FESTA GRANDE PER UOLTER E PER LA SEGRETARIA MULTIGENDER…

SCOOP! GAME OVER FRA CHIARA FERRAGNI E FEDEZ. IL RAPPER, DOMENICA SCORSA, SE NE È ANDATO DI CASA E NON È PIÙ TORNATO. DAL SANREMO DELL’ANNO SCORSO, LA STORIA D’AMORE TRA I DUE S’ERA INCRINATA MA L’INFLUENCER AVEVA RIMANDATO QUALSIASI DECISIONE PER STARE VICINA AL MARITO MALATO. NEL MOMENTO IN CUI LEI SI È TROVATA IN DIFFICOLTÀ, INVECE, FEDEZ SI È MOSTRATO MENO GENEROSO, RINFACCIANDOLE CHE I SUOI PROBLEMI GIUDIZIARI AVESSERO EFFETTI NEGATIVI ANCHE SUI SUOI AFFARI - COSI' FINISCE L'EPOPEA DEI "FERRAGNEZ"

DAGOREPORT! - FORZA ITALIA, SI CAMBIA MUSICA: LETIZIA MORATTI RITORNA PREPOTENTEMENTE IN FORZA ITALIA MA NON NEL RUOLO DI COMPARSA: PER IMPRIMERE UNA SVOLTA MODERATA AL PARTITO DEL FU CAVALIERE, PIER SILVIO E MARINA HANNO SCELTO UN POLITICO DISTANTE 'ANNI DUCE' DALLA DESTRA DEI FEZ-ZOLARI, UNA CHE NON MANCA MAI DI RICORDARE IL PADRE PARTIGIANO, TANT'È CHE ALLE REGIONALI IN LOMBARDIA SCESE IN CAMPO, E FU SCONFITTA, DA MELONI-SALVINI - L'ADDIO ALL'ERA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI E' GIÀ INIZIATO A MEDIASET CON LO SBARCO DELLA BERLINGUER. SI È AVUTA ULTERIORE PROVA DEL CAMBIO DI STRATEGIA DI PIER SILVIO CON LA MIELOSA PROFFERTA DI ASSUNZIONE RIVOLTA PUBBLICAMENTE A FABIO FAZIO, SBARCATO NON A CASO SU CANALE5 COME CONDUTTORE DELLO SPECIALE IN MEMORIA DI MAURIZIO COSTANZO - IL NUOVO BISCIONE SECONDO IL BERLUSCONINO: MENO TRALLALA' PER CASALINGHE E PIU' PROGRAMMI INTELLETTUALMENTE VIVACI. I TALK DI RETE4? CALMA. FINCHE' C'E' CONFALONIERI... - VIDEO