LA NUOVA CORSA ALL'ORO DEI BIG TECH: L'INTELLIGENZA ARTIFICIALE - GOOGLE STA PER ANNUNCIARE "UN SALTO" NELLE SUE RICERCHE CON L'UTILIZZO DI "BOT" E IN ALTRI SERVIZI DEL GRUPPO - "ALPHABET", LA CONTROLLANTE DEL MOTORE DI RICERCA, HA CHIUSO L'ULTIMO QUADRIMESTE CON UN CALO DEI RICAVI PUBBLICITARI DEL 21%, SPINGENDOLA A PUNTARE SULL'INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER RESTARE A GALLA - A PREOCCUPARE E' L'ACCORDO STRETTO TRA MICROSOFT E "OPENAI", CHE POTREBBE RENDERE OBSOLETO IL MOTORE DI RICERCA…

-

Condividi questo articolo


Articolo di “El Pais” – dalla rassegna stampa estera di “Epr comunicazione”

chatbot chatbot

 

La pubblicità sui motori di ricerca e su YouTube cala nel quarto trimestre, l'utile di Alphabet scende del 21% nel 2022

 

Con l'emergere di ChatGPT, l'intelligenza artificiale è diventata un tema caldo tra le grandi aziende tecnologiche. Google, che ha cercato di essere all'avanguardia in questo segmento, sente il bisogno di affermarsi. L'amministratore delegato di Alphabet, Sundai Pichar, ha utilizzato la presentazione dei risultati del quarto trimestre, alquanto carenti, per dire che l'azienda sta per annunciare "un salto" nella ricerca e in altri servizi del gruppo.

 

chatbot chatbot

Alphabet – leggiamo nell’articolo del giornalista di El Pais - ha chiuso il 2022 con un fatturato record di 282,836 miliardi di dollari (circa 259 miliardi di euro al cambio attuale), in crescita del 10% rispetto all'anno precedente, ha dichiarato giovedì. Tuttavia, i margini operativi si sono deteriorati e l'utile operativo è sceso del 5% a 74,842 miliardi di dollari a causa dell'aumento dei costi. A ciò si è aggiunta la svalutazione di alcuni investimenti e altre perdite non operative. Di conseguenza, l'utile netto è sceso del 21% per l'intero anno a 59,962 miliardi di dollari.

 

chatbot chatbot

Nel quarto trimestre le cose sono andate ancora peggio. L'utile è sceso del 34% a 13,624 miliardi di dollari dopo che il fatturato è cresciuto meno dell'1% a 76,048 miliardi di dollari, penalizzato dal dollaro forte. Inoltre, i ricavi pubblicitari di Google e YouTube sono diminuiti nel quarto trimestre rispetto allo stesso periodo del 2021. Il calo è del 3,6%, a 59.042 milioni. È solo la seconda volta nella storia di Google che le entrate pubblicitarie diminuiscono: la prima volta, nel secondo trimestre del 2020, fu a causa dello scoppio della pandemia di covirus.

 

chatbot chatbot

In parte per compensare questi risultati poco brillanti e in parte in risposta a ChatGPT, Sundar Pichai, CEO di Alphabet e Google, ha dichiarato nel comunicato stampa: "I nostri investimenti a lungo termine nel deep computing ci lasciano estremamente ben posizionati mentre l'intelligenza artificiale raggiunge un punto di inflessione, e sono entusiasta dei balzi guidati dall'intelligenza artificiale che stiamo per svelare in Search e oltre", ha detto senza rivelare inizialmente i dettagli.

 

Alla conferenza degli analisti, Pichai ha ribadito l'impegno del gruppo nei confronti dell'intelligenza artificiale e ha annunciato che fornirà l'accesso al suo potente strumento di conversazione LaMDA e ad altri servizi basati sull'AI. Ha inoltre dichiarato che integrerà questi nuovi modelli con il motore di ricerca.

 

chatbot 4 chatbot 4

ChatGPT, alleato di Microsoft, è visto come una minaccia per Google. Se migliorerà e si diffonderà, gli utenti potrebbero preferire porre domande alla chat o ad altri servizi simili piuttosto che cercare di trovare i link attraverso il motore di ricerca. Di fronte alle pressioni, Pichai ha dichiarato che Google sarà coraggiosa, lancerà prodotti anche se non sono perfetti, vedrà il feedback e li migliorerà.

 

chatbot 3 chatbot 3

Sia Pichai che il direttore finanziario Ruth Porat hanno fatto riferimento alla revisione della "struttura dei costi". Alphabet ha annunciato 12.000 licenziamenti quest'anno, pari al 6% della forza lavoro. I dati pubblicati giovedì mostrano che il gruppo ha creato 33.734 posti di lavoro nel 2022, aggiungendone 71.000 negli ultimi tre anni. Ha chiuso il 2022 con 190.234 dipendenti.

 

chatbot 2 chatbot 2

Il colosso di Mountain View (California, USA) prevede di dover sostenere spese di licenziamento dei dipendenti e oneri correlati per un importo compreso tra 1,9 e 2,3 miliardi di dollari, la maggior parte dei quali sarà contabilizzata nel primo trimestre del 2023. Inoltre, l'azienda sta adottando misure per ottimizzare i propri uffici in tutto il mondo, che comporteranno la risoluzione di contratti e costi simili per circa 500 milioni di dollari, sempre nel primo trimestre di quest'anno.

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

MADONNA? EVITA-LA! – QUELLA VOLTA CHE MADONNA VENNE A ROMA PER LA PRIMA DI “EVITA’’ E SI INCAZZÒ FACENDO ASPETTARE IL PUBBLICO PER UN’ORA E MEZZO - IL PATTO ERA CHE SUA FIGLIA, LOURDES, VENISSE BATTEZZATA NEGLI STESSI GIORNI DAL PAPA ALLA PRESENZA DEL PADRE, CHE SI CHIAMAVA JESUS - IL PRODUTTORE VITTORIO CECCHI GORI CONOSCEVA UN CARDINALE: “PRONTO, AVREI MADONNA, L’ATTRICE, CHE VORREBBE BATTEZZARE LA FIGLIA, LOURDES, COL PADRE, JESUS… E SE FOSSE DISPONIBILE IL PAPA…” – VIDEO

DAGOREPORT - CON AMADEUS, DISCOVERY RISCHIA: NON È UN PERSONAGGIO-FORMAT ALLA STREGUA DI CROZZA E FAZIO. È SOLO UN BRAVISSIMO CONDUTTORE MA SENZA UN FORMAT FORTE CHE L’ACCOMPAGNI, SARÀ DURISSIMA FAR DIGITARE IL TASTO 9. NELLA TV DI OGGI I PRODUTTORI DI CONTENUTI VENDONO CHIAVI IN MANO IL PACCHETTO FORMAT+CONDUTTORE ALLE EMITTENTI - ALLA CRESCITA DI DISCOVERY ITALIA, NEL 2025 SEGUIRA' ''MAX'', LA PIATTAFORMA STREAMING DI WARNER BROS-HBO CHE PORTERÀ A UNA RIVOLUZIONE DEL MERCATO, A PARTIRE DALLA TORTA PUBBLICITARIA. E LE RIPERCUSSIONI RIMBALZERANNO SUI DIVIDENDI DI MEDIASET E LA7 - A DIFFERENZA DI RAI E IN PARTE DI MEDIASET, DISCOVERY HA UNA STRUTTURA SNELLA, SENZA STUDI DI REGISTRAZIONE, SENZA OBBLIGHI DI ASSUNZIONI CLIENTELARI NÉ DI FAR TALK POLITICI - LIBERI DI FARE UN CANALE5 PIÙ GIOVANE E UN’ITALIA1 PIÙ MODERNA, IL PROSSIMO 9 GIUGNO DOVRANNO DECIDERE SE FARE O MENO UNO SPAZIO INFORMATIVO. NEL CASO IN CUI PREVARRA' IL SÌ, SARÀ UN TG MOLTO LEGGERO, UNA SORTA DI ANSA ILLUSTRATA (E QUI RICICCIA L'OPZIONE ENRICO MENTANA)    

DAGOREPORT L’INTELLIGENCE DI USA E IRAN HANNO UN PROBLEMA: NETANYAHU - L'OPERAZIONE “TERRORISTICA” CON CUI IL MOSSAD HA ELIMINATO IL GENERALE DELLE GUARDIE RIVOLUZIONARIE IRANIANE NELL'AMBASCIATA IRANIANA A DAMASCO E LA SUCCESSIVA TENSIONE CON TEHERAN NON È SPUNTATA PER CASO: È SERVITA AL PREMIER ISRAELIANO A "OSCURARE" TEMPORANEAMENTE LA MATTANZA NELLA STRISCIA DI GAZA, CHE TANTO HA DANNEGGIATO L'IMMAGINE DI ISRAELE IN MEZZO MONDO - NETANYAHU HA UN FUTURO POLITICO (ED EVITA LA GALERA) SOLO FINCHÉ LA GUERRA E LO STATO D'ALLARME PROSEGUONO...

DAGOREPORT – BIDEN HA DATO ORDINE ALL'INTELLIGENCE DELLA CIA CHE LA GUERRA IN UCRAINA DEVE FINIRE ENTRO AGOSTO, DI SICURO PRIMA DEL 5 NOVEMBRE, DATA DEL VOTO PRESIDENZIALE AMERICANO - LO SCENARIO E' QUESTO: L’ARMATA RUSSA AVANZERÀ ULTERIORMENTE IN TERRITORIO UCRAINO, IL CONGRESSO USA APPROVERÀ GLI AIUTI MILITARI A KIEV, QUINDI PUTIN IMPORRÀ DI FARE UN PASSO INDIETRO. APPARECCHIATA LA TREGUA, FUORI ZELENSKY CON NUOVE ELEZIONI (PUTIN NON LO VUOLE AL TAVOLO DELLA PACE), RESTERA' DA SCIOGLIERE IL NODO DELL'UCRAINA NELLA NATO, INACCETTABILE PER MOSCA – NON SOLO 55 MILA MORTI E CRISI ECONOMICA: PUTIN VUOLE CHIUDERE PRESTO IL CONFLITTO, PER NON DIVENTARE UN VASSALLO DI XI JINPING...