PROFONDO ROSSO A PIAZZA AFFARI – IL FTSE MIB CHIUDE LA GIORNATA CON UN -3,75% DOPO I PRIMI RISULTATI ELETTORALI SENZA SCOSSONI E LO SPETTRO DI NUOVI LOCKDOWN IN FRANCIA, GRAN BRETAGNA E SPAGNA - GLI INDICI EUROPEI STANNO VIVENDO LA PEGGIORE SEDUTA DA APRILE, MENTRE TORNA A SALIRE IL DOLLARO

-

Condividi questo articolo

 

 

Da www.corriere.it

 

BORSA DI MILANO PIAZZA AFFARI BORSA DI MILANO PIAZZA AFFARI

Dopo una giornata all’insegna dei ribassi in tutta Europa, Piazza Affari termina gli scambi in profondo rosso, con il Ftse Mib che arretra del 3,75% a 18.793,35 punti. A influenzare l’esito delle urne - vittoria del Sì al referendum e nessun “cappotto” del centro-destra alle Regionali con la Toscana e Puglia verso il centro-sinistra - che non produce alcun scossone, se non uno spread in calo a 139 punti base.

 

Tempesta perfetta sulle Borse europee

trader coronavirus wall street borsa borse trader coronavirus wall street borsa borse

Ma Milano non è sola. Lo spettro di nuovi lockdown in Europa (con i contagi da Covid ormai al livello di guardia in Spagna, Francia e Gran Bretagna) ha scatenato la tempesta perfetta sulle Borse europee e su Wall Street, dove gli indici stanno vivendo la peggiore seduta da aprile mentre il conto delle vittime, in Usa, ha toccato ormai quota 200mila.

 

 

Torna a salire il dollaro

piazza affari milano piazza affari milano

Le vendite si scatenano soprattutto sulle banche, colpite anche dalle indiscrezioni su una presunta maxi rete di riciclaggio globale che coinvolgerebbe alcune big, sui titoli del turismo e su quelli legati al petrolio, a sua volta in crisi (Wti -4,4% a 39,3 dollari) sui timori per la congiuntura globale. Tra i principali titoli il peggiore è Cnh (-8%), che sconta la tempesta sulla partecipata Usa Nikola; giu’ anche Saipem (-7,4%) e Banca Mediolanum (-6,5%) mentre si salvano i farmaceutici con Diasorin in rialzo dell’1,2% in attesa di novita’ sui test rapidi per il Covid. Infine, sul mercato dei cambi, torna a salire il biglietto verde: l’euro e’ sceso sotto quota 1,18 dollari ed è indicato a 1,173 (1,1863 venerdì in chiusura). La moneta unica è indicata anche a 122,86 yen (123,85), mentre il rapporto dollaro/yen è a 104,64 (104,37).

recessione coronavirus recessione coronavirus disoccupazione crisi disoccupazione crisi

 

Condividi questo articolo

business

UN DEPUTATO (E SOPRATTUTTO EX MINISTRO DEL TESORO) PUÒ DIVENTARE PRESIDENTE DI UNICREDIT? – DIBBA ATTACCA PADOAN: “NONCURANTE DEL GIGANTESCO CONFLITTO DI INTERESSI CHE LO RIGUARDA, PARE ABBIA DETTO CHE SI DIMETTERÀ. QUANTA GRAZIA! LE INGIUSTIZIE SOCIALI HANNO UN SOLO PADRE: L' ACCENTRAMENTO DI POTERE. ED ESISTE UN SOLO MODO PER CONTRASTARLO: RISOLVERE IL CONFLITTO DI INTERESSI” - COSA DICE LA LEGGE? ENTRO UN MESE DOVRÀ COMUNICARE LA SUA INCOMPATIBILITÀ ALLA GIUNTA PER LE ELEZIONI, POI…”