"BYD" BANG! - IL COLOSSO CINESE DI VEICOLI ELETTRICI BYD HA SORPASSATO TESLA NELLE VENDITE DI AUTO NEL PRIMO SEMESTRE - L'AZIENDA, FINANZIATA ANCHE DA WARREN BUFFETT, HA VENDUTO 641.350 VEICOLI ELETTRICI CONTRO I QUASI 570MILA DELLA SOCIETÀ DI ELON MUSK - IL SORPASSO DI BYD SU TESLA È SPIEGABILE CON I PROBLEMI ALLE CATENE DI APPROVVIGIONAMENTO MA SOPRATTUTTO CON IL PREZZO - UNA BYD BERLINA COSTA MENO DI UNA ENTRY LEVEL DI TESLA...

-

Condividi questo articolo


Alberto Annicchiarico per www.ilsole24ore.it

 

byd byd

Finora tutti avevano guardato al braccio di ferro tra Volkswagen +1,18% e Tesla, con i tedeschi ben decisi, per voce del ceo Herbert Diess, a sopravanzare gli americani entro il 2025. Qualche giorno fa un report di Bank of America aveva avvisato che nel solo mercato americano il sorpasso sarebbe avvenuto sempre nel 2025 ma ad opera delle due case a stelle e strisce storiche, GM e Ford.

 

byd byd

Si parla di vendite di auto elettriche e la sorpresa arriva dalla Cina. Il sorpasso è già avvenuto. Lo ha effettuato il colosso locale, Byd, nel quale ha una quota vicina all’8% l’investitore per antonomasia, l’oracolo di Omaha, Warren Buffett con la sua Berkshire Hathaway. Byd è un produttore globale di impianti di energia rinnovabile e opera in 50 Paesi.

 

byd byd

Produce mezzi di trasporto pubblico elettrici (venduti anche in Europa, dove per le auto ha esordito in Norvegia con il suv elettrico Tang), batterie (ambito da cui tutto è iniziato fino a superare la coreana LG, per cui ora Byd è al secondo posto dietro l’altra cinese CATL) e componenti per smartphone (infatti, tra i clienti ci sono Apple, Xiaomi e Huawei). Il gruppo ha una trentina di siti industriali di cui alcuni disseminati tra Stati Uniti, Brasile, Giappone e India. I dipendenti sono 230mila, più del doppio di Tesla.

 

byd byd

Le vendite di Byd, nei primi sei mesi hanno toccato quota 641.350 veicoli elettrici (+315% anno su anno) contro i quasi 570mila della società guidata dal ceo Elon Musk. A giugno i veicoli venduti sono stati 134.036, contro i 41.036 di un anno prima e i 114.943 di maggio. Va detto che fanno parte del novero anche le ibride plug-in, considerate in Cina new energy vehicles come le auto a batteria. L’obiettivo per l’intero 2022, comunicato all’assemblea degli investitori, è di 1,1-1,2 milioni di unità equamente divise tra vetture a batterie e ibride plug-in.

byd byd

 

Tra i modelli più interessanti c’è la berlina Seal, stravenduta all’esordio in Cina a fine maggio, che monta una batteria di nuova concezione e il cui prezzo varia fra i 30mila e i 40mila euro, quindi più economica della entry level di Tesla, la Model 3. Il modello top è a trazione integrale con una potenza di 380 kW (517 CV) e un'autonomia di 650 chilometri. Il sorpasso su Tesla è spiegabile con i problemi alle catene di approvvigionamento ma soprattutto con la chiusura obbligata dello stabilimento di Shanghai in aprile e maggio a causa della strategia zero Covid di Pechino. Gli stabilimenti di Byd, che ha sede a Shenzhen, non sono stati interessati.

 

byd byd

Il titolo a Hong Kong ha guadagnato il 18% da inizio 2022 (il 35% negli ultimi 12 mesi), un andamento del tutto in direzione contraria rispetto al mondo dell’automotive occidentale e della startup cinese Nio, che accusano perdite molto pesanti. Tiene il titolo Toyota (-5%) e replica la performance di Byd l’altra startup cinese Li Auto. Attualmente Byd, con 134 miliardi di capitalizzazione, mantiene salda la terza posizione nel ranking dei produttori di automobili, alle spalle di Tesla (ora sotto i 700 miliardi di dollari) e di Toyota (211 miliardi).

byd byd

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - LA FESTA APPENA COMINCIATA È GIÀ FINITA? NO: MA LA SARDEGNA SARÀ L’INIZIO DELLA FINE SE LA DUCETTA NON SI FICCA NELLA TESTOLINA CHE LA POLITICA NON È “QUI COMANDO IO!” - GRAZIE A SU POPULU SARDU, IL CENTROSINISTRA UNITO HA PIÙ NUMERI DEL CENTRODESTRA A PEZZI - FINO A IERI, ALLE AVVISAGLIE DI SALVINI DI TOGLIERE L’APPOGGIO AL GOVERNO, LA MELONA GHIGNAVA MINACCIANDO DI RIPORTARE LA “NAZIONE” AL VOTO. E CON LA VITTORIA DI TRUZZU, AVREBBE CAPITALIZZATO LA SUA PREMIERSHIP DA EROE DEI DUE MONDI - CON LA DISFATTA SARDA E SALVINI AL MURO, DOVE VA “IO SO’ GIORGIA E VOI NON SIETE UN CAZZO”? - SENZA IL TERZO MANDATO, ZAIA PRONTO A SCENDERE DAL CARROCCIO E ADERIRE ALLA LIGA VENETA, LA LEGA SI SPACCA. PER LA DUCETTA INIZIANO GIORNI MOLTO, MOLTO DIFFICILI…

FLASH! – SABATO 24 FEBBRAIO I GIORNALI FILO-MELONIANI TUTTI IN SOLLUCCHERO PER LA NOTIZIA DELLA NUOVA VISITA DI GIORGIA MELONI ALLA CASA BIANCA, ENFATIZZANDO IL VIAGGIO DEL 1 MARZO DELLA DUCETTA NEGLI USA (“LIBERO”: “L’ITALIA PROTAGONISTA”; “IL MESSAGGERO”: “OGGI PATTO CON ZELENSKY. E POI VERTICE DA BIDEN”). MA ERANO I SOLITI SPECCHIETTI PER GLI ALLOCCONI, VISTO CHE SI TRATTA DI UNA PRASSI DEL G7: OGNI ANNO, IL PRIMO MINISTRO DEL PAESE CHE ASSUME LA PRESIDENZA, VA IN TOUR TRA LE CAPITALI DEI PAESI CHE FANNO PARTE DEL GRUPPO DEI 7. INFATTI, È GIÀ STATA IN GIAPPONE E IL 2 MARZO ANDRÀ IN CANADA...

MELONI MARCI - DOMENICA 18 FEBBRAIO DAGOSPIA MEJO DEL MAGO OTELMA: UNICO ORGANO DI INFORMAZIONE A PREVEDERE LA DISFATTA SARDA! "FRA 7 GIORNI, LE REGIONALI IN SARDEGNA POTREBBERO RIVELARSI MOLTO SORPRENDENTI - L’ULTIMO SONDAGGIO RISERVATO È UNA DOCCIA GELATA PER I SOGNI DI GLORIA DI MELONI: TODDE SORPASSA TRUZZU, SINDACO DI CAGLIARI IMPOSTO DALLA DUCETTA IN CULO A SALVINI - SE TALI RILEVAZIONI DIVENTASSERO REALTÀ, IL CENTRODESTRA PERDEREBBE LA REGIONE SARDEGNA E PER MELONI SAREBBE LA PRIMA BRUCIANTE SCONFITTA. MENTRE PER PD-M5S IL SOGNO DI UNIRE LE FORZE POTREBBE DIVENTARE REALTÀ -. DOPO UN ANNO E MEZZO, LA LUNA DI MIELE E' FINITA? 

1968, IL “MIRACOLO” DEL TEATRO VIVENTE – “ODIO E AMORE”, LA BELLISSIMA E ANCORA ATTUALISSIMA POESIA DEL LIVING THEATRE, BALBETTATA DA DAGO IN ‘’ROMA SANTA E DANNATA’’, ACCENDE LA CURIOSITÀ DEI LETTORI – PER LA RAPPRESENTAZIONE DI ‘’PARADISE NOW’’ ALL'UNIVERSITÀ LA SAPIENZA DI ROMA, DAVANTI ALLA FACOLTÀ DI LEGGE, COVO DEI FASCISTI, LO SCONTRO ERA DATO PER SCONTATO. INVECE ACCADDE IL “MIRACOLO DELL’AMORE”: MENTRE JUDITH MALINA COMINCIÒ A DECLAMARE LA POESIA, I RAGAZZI DEL LIVING COMINCIARONO A FARE A MENO DEI LORO VESTITI… - VIDEO E TESTO INTEGRALE