UNA RAGIONE IN PIU' PER INCAZZARSI: I RICCHI CINESI SONO DIVENTATI SEMPRE PIÙ RICCHI DURANTE LA PANDEMIA - HANNO GUADAGNATO 1.500 MILIARDI DI DOLLARI, METTENDO DA PARTE NEGLI ULTIMI CINQUE MESI LA RICCHEZZA ACCUMULATA NEGLI ULTIMI CINQUE ANNI GRAZIE AL BOOM DELL’E-COMMERCE E DEI GIOCHI ONLINE: ADESSO LA LORO RICCHEZZA TOTALE È ARRIVATA A QUOTA 4 MILA MILIARDI DI DOLLARI – AL PRIMO POSTO NELLA CLASSIFICA DEI SUPER-RICCHI C’È JACK MA, FONDATORE DI ALIBABA SEGUITO DA…

-

Condividi questo articolo

Fabrizio Massaro per "www.corriere.it"

 

jack ma jack ma

I super-ricchi in Cina hanno guadagnato 1.500 miliardi di dollari durante la pandemia. Lo rivela il rapporto Hurun, un istituto di ricerca con sede a Shanghai, famoso per la sua lista annuale di super-ricchi. I Paperoni cinesi negli ultimi cinque mesi hanno nesso da parte più ricchezza degli ultimi cinque anni messi insieme, grazie al boom dell’e-commerce e a quello dei giochi online. la loro ricchezza totale è arrivata a quota 4 mila miliardi di dollari.

pony ma pony ma

 

È un rapporto focalizzato sulla Cina che — sia pure con numeri diversi per metodologie di calcolo rispetto per esempio alle classifiche dei miliardari di Forbes o Bloomberg, perché comprende possessori di ricchezza con almeno 2 miliardi di yuan, pari a 290 milioni di dollari — evidenzia un fenomeno che è globale, quello della concentrazione di ricchezza durante l’epidemia di Covid-19 e il lockdown grazie ad alcuni business particolari. 

 

richard liu 2 richard liu 2

Fino ad agosto i cinesi entrati ex novo nel club dei super-ricchi sono stati 257, per un totale di 878 persone. Forbes, che ferma il suo conteggio annuale ad aprile e usa un criterio più restrittivo (ricchezza pari ad almeno 1 miliardo di dollari) registrava 643 super-ricchi in Usa e 456 in Cina.

 

Nella classifica «Hengchang Shaofang·Hurun China Rich List 2020» stilata da Hurun Research è in testa Jack Ma, il fondatore del colosso dell’e-commerce Alibaba. La sua ricchezza è salita del 45% a 58,8 miliardi dollari, grazie ai mega-incassi che le aziende dello shopping online hanno fatto con il lockdown.

 

zhong shanshan 3 zhong shanshan 3

Al secondo posto c’è Pony Ma (57,4 miliardi), capo del gigante dei gioco online e proprietario di WeChat, il quale ha incrementato il suo patrimonio del 50%, nonostante le preoccupazioni per le prospettive statunitensi, dopo che la sua azienda è stata messa da Washington nella lista nera a causa dei timori per sicurezza nazionale Usa.

 

jiang rensheng jiang rensheng

Al terzo posto c’è Zhong Shanshan, 66 anni, noto per il suo marchio di acqua in bottiglia Nongfu, che possiede 53,7 miliardi di ollari dopo un’IPO a Hong Kong a settembre. «Il mondo non ha mai visto tanta ricchezza creata in un solo anno», ha detto in un comunicato il capo ricercatore del rapporto Hurun, Rupert Hoogewerf.

 

In un anno è stata creata tanta ricchezza quanto nei cinque anni precedenti messi assieme. L’elenco di quest’anno mostra che la Cina si sta «allontanando da settori tradizionali come la produzione e il settore immobiliare e viaggia con decisione in direzione della new economy.

 

wang xing wang xing

Wang Xing, fondatore dell’app di consegna del cibo Meituan, ha quadruplicato la sua ricchezza ed è balzato al tredicesimo posto nella lista con 25 miliardi di dollari, mentre Richard Liu, il fondatore della piattaforma di shopping online JD.com ha raddoppiato i suoi soldi attestandosi a 23,5 miliardi di dollari. Anche gli imprenditori sanitari sono saliti in classifica sulla scia della pandemia, con Jiang Rensheng, fondatore del produttore di vaccini Zhifei, che ha triplicato il suo patrimonio a 19,9 miliardi di dollari.

jack ma 2 jack ma 2 jack ma 3 jack ma 3 richard liu richard liu pony ma 3 pony ma 3 zhong shanshan 2 zhong shanshan 2 pony ma e jack ma pony ma e jack ma zhong shanshan zhong shanshan

 

Condividi questo articolo

business