RETE DI VENDETTA – COME DAGO-DIXIT, ELON MUSK SI È INCAZZATO CON TIM PERCHÉ LA COMPAGNIA ITALIANA SI È RIFIUTATA DI CONCEDERE LE COORDINATE DEI PONTI RADIO, PER RAGIONI DI SICUREZZA – È IN ATTO UN’OFFENSIVA DEGLI AMERICANI: DA UN LATO STARLINK, CON I SUOI SATELLITI, VUOLE SOSTITUIRSI A OPEN FIBER NELLA COOPERTURA DELLE AREE BIANCHE (RENDENDO INUTILI GLI INVESTIMENTI IN FIBRA OTTICA), DALL’ALTRO KKR CHE AVRÀ IN MANO LA RETE DI TIM ENTRO L’ESTATE – LE MOSSE DI VIVENDI, CHE IERI SI È CHIAMATA FUORI DALLA RIUNIONE DEL COMITATO GOLDEN POWER

-

Condividi questo articolo


ELON MUSK E GIORGIA MELONI ELON MUSK E GIORGIA MELONI

1. FLASH! – COME MAI QUELL’IMPASTICCATO DI KETAMINA DI ELON MUSK SI È INCAZZATO CON TIM? PERCHÉ, PER I SATELLITI DELLA SUA STARLINK, PRETENDE LE COORDINATE DEI PONTI RADIO. E TIM FA BENE A NON DARGLIELE PERCHÉ SI TRATTA DI DATI SENSIBILI E RILEVANTI PER LA SICUREZZA NAZIONALE DELLE COMUNICAZIONI - ANCHE SE MUSK AVESSE FATTO PRESENTE TALI RICHIESTE ALLA SUA AMICA DI ATREJU, LA DUCETTA NON AVREBBE POTUTO DIRE A LABRIOLA DI ACCONSENTIRE…

https://www.dagospia.com/rubrica-4/business/flash-ndash-come-mai-quell-rsquo-impasticcato-ketamina-elon-musk-si-390186.htm

 

2. LA SFIDA TRA TIM E STARLINK PER INTERNET VELOCE E L’AVANZATA DEGLI USA SULLA RETE ITALIANA

Estratto dell’articolo di Federico De Rosa per il "Corriere della Sera"

 

PIETRO LABRIOLA PIETRO LABRIOLA

Tim apre alla proposta del ministro delle Imprese e del made in Italy, Adolfo Urso, di un confronto con Starlink per dirimere la questione sollevata dalla società di Elon Musk, che ha accusato di ostruzionismo il gruppo telefonico.

 

Secondo gli esposti di Starlink, Tim avrebbe negato informazioni necessarie ad evitare interferenze con i segnali inviati dai satelliti attraverso cui la compagnia americana commercializza il suo servizio Internet in Italia. Urso ha annunciato l’apertura di un tavolo, che potrebbe portare alla nomina di un arbitro indipendente […].

 

La società di Musk ha già in essere accordi con Open Fiber ed Eolo per utilizzare la loro porzione di frequenze a 28 Ghz per trasmettere il segnale dei suoi satelliti. E si era fatta avanti anche con Tim — proprietaria della parte restante di spettro —, ma la società ha preferito non cederle, rifiutandosi […] di fornire le coordinate dei propri ponti radio per motivi di sicurezza […].

 

PIETRO LABRIOLA TIM PIETRO LABRIOLA TIM

Dietro a questo scontro ci sarebbero anche ragioni commerciali. Musk […] ha avviato un’aggressiva campagna per offrire a un prezzo competitivo Internet via satellite in Italia, facendo concorrenza alla fibra ottica di Tim. Se avesse rilevato anche le rimanenti frequenze, avrebbe ottenuto il monopolio sulla banda dedicata a questa tecnologia.

 

Il ministro Urso si è impegnato a «trovare una soluzione che possa consentire la convivenza al meglio delle due tecnologie». L’esito […] può avere conseguenze significative per l’assetto delle reti di tlc in Italia, dove gli Stati Uniti stanno assumendo un ruolo centrale.

 

kkr kkr

Entro l’estate la rete di Tim passerà infatti al fondo americano Kkr (con la partecipazione in minoranza del ministero dell’Economia e di F2i). Ora arriva il pressing di Musk, che punta a sfidare Tim e a completare con i satelliti di Starlink la rete dove la fibra non è ancora arrivata. Secondo alcune fonti nei colloqui con Open Fiber era stata anche valutata la possibilità di utilizzare i satelliti per accelerare la copertura nelle aree bianche ma […] una parte dell’esecutivo sarebbe stata contraria a finanziare con i fondi pubblici l’avanzata di Starlink in Italia. […]

 

MELON DUKS - MEME BY EMILIANO CARLI SULLA PRESENZA DI ELON MUSK AD ATREJU MELON DUKS - MEME BY EMILIANO CARLI SULLA PRESENZA DI ELON MUSK AD ATREJU

3. PALAZZO CHIGI ASCOLTA LE RICHIESTE DI MUSK GELO CON LA FRANCIA

Estratto dell’articolo Giovanni Pons per "la Repubblica"

 

Sul futuro di Tim il governo Meloni si gioca anche una partita sul tavolo della geopolitica. Finora le preferenze sembra siano andate più a favore degli americani che dei francesi. A partire dalla scelta di sostenere la vendita della rete al fondo Usa Kkr, annunciata nel novembre scorso e che vedrà un intervento diretto del Mef con un investimento di 2,2 miliardi.

 

Operazione affidata nelle mani del capo di gabinetto di Palazzo Chigi, Gaetano Caputi, che ha ascoltato i consigli di Vittorio Grilli, consulente per conto della JP Morgan, la più grande banca americana. E ora, nel momento in cui Elon Musk, il miliardario inventore della Tesla e padrone di Starlink, l’azienda che distribuisce connessioni internet via satellite, cerca di sbarcare in Italia e protesta per l’ostracismo della Tim, i toni diventano subito concilianti.

 

antenna starlink antenna starlink

D’altronde sono passati poco più di tre mesi da quando Musk ha calcato il palco di Atreju […] con il figlio in braccio e accolto a braccia aperte proprio da Meloni per parlare di calo delle nascite e di intelligenza artificiale.

 

Ora però si tratta di business e la premier deve da una parte tutelare la società dove il Mef sta per investire una bella quantità di quattrini e dall’altra garantire parità di trattamento agli investitori stranieri che bussano all’Italia. Alle porte di Tim avevano bussato anche i francesi di Vivendi nell’ormai lontano 2015, quando al governo c’era Matteo Renzi […].

 

BOLLORE' DE PUYFONTAINE BOLLORE' DE PUYFONTAINE

L’ultima incomprensione è arrivata ieri con la mancata partecipazione dei rappresentanti del gruppo controllato da Vincent Bolloré a una riunione convocata in extremis dal comitato golden power per cercare di ricucire i rapporti in vista dell’assemblea di aprile.

 

Tentativo andato a vuoto, dal momento che si è presentato solo l’ad di Tim Pietro Labriola mentre il ceo di Vivendi Arnaud de Puyfontaine ha declinato l’invito […]. Il futuro di Tim è comunque a una svolta, con la corda tirata da americani e francesi che rischia di spezzarsi. L’arrivo di Starlink, tra l’altro, rischia di mandare definitivamente fuori gioco Open Fiber, che sta cercando faticosamente di portare la banda larga nelle aree più sperdute dello stivale.

 

Satelliti Starlink puntini luminosi Satelliti Starlink puntini luminosi

Ma se basta installare una parabola in casa tutto lo sforzo di scavare e tirare la fibra ottica a prezzi esorbitanti viene meno […]. Meglio dunque parlare con Musk e cercare di trovare un accordo prima che sia troppo tardi. Mentre convincere i francesi a votare a favore dello scorporo della rete sta diventando sempre più difficile e uno strappo in assemblea potrebbe aver ripercussioni nel mai decollato rapporto con Macron.

STARLINK UCRAINA STARLINK UCRAINA pietro labriola a Italian Tech Week pietro labriola a Italian Tech Week kravis kkr kravis kkr I PRINCIPALI AZIONISTI DI TIM - PIETRO LABRIOLA I PRINCIPALI AZIONISTI DI TIM - PIETRO LABRIOLA il progetto starlink di elon musk il progetto starlink di elon musk Satelliti Starlink puntini luminosi Satelliti Starlink puntini luminosi ELON MUSK E GIORGIA MELONI ELON MUSK E GIORGIA MELONI RETE TIM - FONDO KKR RETE TIM - FONDO KKR VINCENT BOLLORE VINCENT BOLLORE

 

starlink ucraina starlink ucraina

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – ALLA VIGILIA DEL DERBY CHE FORSE CONSEGNERÀ ALL’INTER LA SECONDA STELLA IN FACCIA AI TIFOSI DEL MILAN, GIUSEPPE MAROTTA METTE A SEGNO UN ALTRO COLPO: OTTIENE DA PIMCO UN FINANZIAMENTO DA 400 MILIONI PER RIPAGARE IL DEBITO CON OAKTREE, DANDO FIATO AL SUO AZIONISTA-FANTOCCIO ZHANG – INVECE GERRY CARDINALE VINCE LO SCUDETTO DEL BILANCIO, CHE IN UNA NAZIONE DOVE COMANDANO I FURBETTI, SA TANTO DELLA COPPA DEL NONNO – OGGI AL “SOLE 24 ORE”, CARDINALE RIPETE DI NON AVER BISOGNO DI SOCI PER IL MILAN. INTANTO HA FATTO SCADERE L’ESCLUSIVA CON GLI ARABI DI PIF, CHE AVREBBERO PORTATO 550 MILIONI E ANTONIO CONTE IN OMAGGIO…

DAGOREPORT - UN PUCCINI ALL’IMPROVVISO! – SCOOP! UN BRANO INEDITO DI GIACOMO PUCCINI SARA’ ESEGUITO PER LA PRIMA VOLTA AL LUCCA CLASSICA MUSIC FESTIVAL, IL PROSSIMO 28 APRILE – COMPOSTO NEL 1877 DA UN GIOVANE PUCCINI, S’INTITOLA “I FIGLI DELL’ITALIA BELLA – CESSATO IL SUO DELL’ARMI”: ERA RIMASTO A LUNGO “NASCOSTO”, POI DISPONIBILE SOLO IN FORMA INCOMPIUTA E, INFINE, RIPORTATO ALLA LUCE NELLA SUA INTEGRITA’ GRAZIE AL CENTRO STUDI PUCCINI – IL MISTERO DIETRO ALLA PARTITURA E I DIRITTI ACQUISITI ORA DAL CONSERVATORIO “LUIGI BOCCHERINI” DI LUCCA...

DAGOREPORT – IL DIAVOLO TRA DUE FUOCHI. IL MATRIMONIO TRA LOPETEGUI E IL MILAN È A UN PASSO. L’ACCORDO ECONOMICO È STATO TROVATO. MA PER L’ARRIVO DEL BASCO AL POSTO DI STEFANO PIOLI MANCA L'OK DI IBRAHIMOVIC, NOMINATO DA CARDINALE SUO PLENIPOTENZIARIO NEL CLUB – ZLATAN SPINGE PER ANTONIO CONTE, SOLUZIONE PIÙ GRADITA ALLA PIAZZA, IN CERCA DI UN MISTER CON GLI ATTRIBUTI (E LOPETEGUI IN SPAGNA È DETTO “EL CAGON”…) – RIUSCIRÀ IBRA A CONVINCERE LA SOCIETÀ A PUNTARE SU UN TECNICO DALLA PERSONALITÀ STRARIPANTE E MOLTO COSTOSO?

MADONNA? EVITA-LA! – QUELLA VOLTA CHE MADONNA VENNE A ROMA PER LA PRIMA DI “EVITA’’ E SI INCAZZÒ FACENDO ASPETTARE IL PUBBLICO PER UN’ORA E MEZZO - IL PATTO ERA CHE SUA FIGLIA, LOURDES, VENISSE BATTEZZATA NEGLI STESSI GIORNI DAL PAPA ALLA PRESENZA DEL PADRE, CHE SI CHIAMAVA JESUS - IL PRODUTTORE VITTORIO CECCHI GORI CONOSCEVA UN CARDINALE: “PRONTO, AVREI MADONNA, L’ATTRICE, CHE VORREBBE BATTEZZARE LA FIGLIA, LOURDES, COL PADRE, JESUS… E SE FOSSE DISPONIBILE IL PAPA…” – VIDEO

DAGOREPORT - CON AMADEUS, DISCOVERY RISCHIA: NON È UN PERSONAGGIO-FORMAT ALLA STREGUA DI CROZZA E FAZIO. È SOLO UN BRAVISSIMO CONDUTTORE MA SENZA UN FORMAT FORTE CHE L’ACCOMPAGNI, SARÀ DURISSIMA FAR DIGITARE IL TASTO 9. NELLA TV DI OGGI I PRODUTTORI DI CONTENUTI VENDONO CHIAVI IN MANO IL PACCHETTO FORMAT+CONDUTTORE ALLE EMITTENTI - ALLA CRESCITA DI DISCOVERY ITALIA, NEL 2025 SEGUIRA' ''MAX'', LA PIATTAFORMA STREAMING DI WARNER BROS-HBO CHE PORTERÀ A UNA RIVOLUZIONE DEL MERCATO, A PARTIRE DALLA TORTA PUBBLICITARIA. E LE RIPERCUSSIONI RIMBALZERANNO SUI DIVIDENDI DI MEDIASET E LA7 - A DIFFERENZA DI RAI E IN PARTE DI MEDIASET, DISCOVERY HA UNA STRUTTURA SNELLA, SENZA STUDI DI REGISTRAZIONE, SENZA OBBLIGHI DI ASSUNZIONI CLIENTELARI NÉ DI FAR TALK POLITICI - LIBERI DI FARE UN CANALE5 PIÙ GIOVANE E UN’ITALIA1 PIÙ MODERNA, IL PROSSIMO 9 GIUGNO DOVRANNO DECIDERE SE FARE O MENO UNO SPAZIO INFORMATIVO. NEL CASO IN CUI PREVARRA' IL SÌ, SARÀ UN TG MOLTO LEGGERO, UNA SORTA DI ANSA ILLUSTRATA (E QUI RICICCIA L'OPZIONE ENRICO MENTANA)