RICCARDO BARBIERI HA LA MEMORIA CORTA – IL NUOVO DG DEL TESORO IN PASSATO HA LAVORATO PER ALCUNE DELLE MAGGIORI BANCHE DI INVESTIMENTO: DA JP MORGAN A MORGAN STANLEY E BANK OF AMERICA-MERRILL LYNCH. MA CHISSÀ PERCHÉ, NEL SUO CURRICULUM, PUBBLICATO SUL SITO DEL MEF, NON È INDICATA LA SUA ESPERIENZA IN ALGEBRIS: BARBIERI HA LAVORATO AL FONDO DEL FINANZIERE ITALIANO (EX?) RENZIANO PER POCHI MESI, NEL 2010. PERCHÉ HA VOLUTO OMETTERE L'IMPORTANTE INCARICO?

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Tobia De Stefano per www.veritaeffari.it

 

Riccardo Barbieri Hermitte Riccardo Barbieri Hermitte

Le tanto attese indicazioni del Mef sono arrivate. Il Tesoro ha inviato alla Presidenza del Consiglio […] la proposta di nomina dei direttori generali dei dipartimenti del Tesoro (Riccardo Barbieri) Ragioneria (Biagio Mazzotta) e Amministrazione Generale del personale e dei servizi (Ilaria Antonini) ringraziando ovviamente gli uscenti per il lavoro svolto.

 

[...] L’indicazione più attesa era quella per la poltrona di direttore generale del Tesoro e la discussione ruotava intorno alla figura molto discussa di Alessandro Rivera che ha avuto un ruolo centrale – tra le altre – anche nelle partite Mps e Ita. Il suo posto verrà preso Riccardo Barbieri Hermitte, attualmente responsabile della Direzione I – Analisi Economico Finanziaria – del Dipartimento del Tesoro.

 

Si tratta di un solido economista e market strategist con venticinque anni di esperienza nei mercati finanziari, in cui ha lavorato per alcune delle maggiori banche di investimento a partire da Jp Morgan per arrivare fino a Morgan Stanley e Bank of America-Merrill Lynch. Barbieri è anche stato il capo dell’ Independent Research Department e Chief Economist in Mizuho International, la succursale londinese della banca d’investimento giapponese Mizuho Securities.

 

DAVIDE SERRA ALLA LEOPOLDA DAVIDE SERRA ALLA LEOPOLDA

Nato a Roma e cresciuto a Milano, dove si e laureato con lode in Discipline Economiche e Sociali alla Bocconi ha quindi passato cinque anni negli USA, conseguendo un Ph.D. in Economics presso la New York University. Nel curriculum che si può trovare on line sul sito del ministero dell’Economia non è indicata l’esperienza di Barbieri in Algebris che risale al 2010. Esperienza di pochi mesi per il fondo di Davide Serra, finanziere italiano che ha avuto grande visibilità per essere stato uno dei principali sostenitori di Matteo Renzi.

ALESSANDRO RIVERA GIANCARLO GIORGETTI ALESSANDRO RIVERA GIANCARLO GIORGETTI

 

Chi ha avuto modo di frequentarlo sui mercati lo descrive come un solido economista, con una “view” ben chiara sulla situazione dei conti e del bilancio del Paese e con delle ottime conoscenze internazionali.

 

[...] Certo – evidenzia chi ci ha lavorato insieme – se ci si aspetta l’arrivo di “un rivoluzionario” nella posizione più delicata del ministero più importante del governo rimarrà deluso.

ALESSANDRO RIVERA ALESSANDRO RIVERA

 

Oltre che per l’equilibrio la figura di Barbieri “spicca” per il fare felpato e l’assenza nei suoi atteggiamenti di modi o parole sopra le righe.

 

Barbieri è entrato al Tesoro nel 2015 superando una lunga selezione durata addirittura sei mesi rivolta a personale interno alla pubblica amministrazione e a specialisti particolarmente qualificati, vincendo la concorrenza di circa 60 candidati.

 

ANTONINO TURICCHI ANTONINO TURICCHI

Resta da capire quali saranno le conseguenze su Monte dei Paschi e Ita di questa piccola rivoluzione.

 

Rivera ha avuto un ruolo determinante nell’esito di entrambe le partite che sono comunque ancora in corso.

 

I suoi detrattori lo considerano tra i maggiori responsabili di quasi tutte le traversie vissute dal Monte in questi anni e sono sicuri del fatto che buona parte della dirigenza di fascia alta della banca toscana facesse riferimento a lui. Se davvero così fosse non si può neanche escludere una reazione a catena sull’istituto controllato con il 64% dal Tesoro che dopo l’aumento di capitale da 2,5 miliardi sembra finalmente respirare un po’.

 

davide serra matteo renzi maria elena boschi davide serra matteo renzi maria elena boschi

Su Ita la partita è diversa. Ieri è arrivata l’offerta tra i 300 e i 350 milioni di Lufthansa per il 40% della compagnia e a stretto giro arriverà anche la risposta del Tesoro.

 

Da questo punto di vista, la permanenza del presidente Antonino Turicchi, uno dei nomi più gettonati per la sostituzione di Rivera, è senza dubbio una garanzia di continuità.

 

 […]

Riccardo Barbieri Hermitte1 Riccardo Barbieri Hermitte1 le speculazioni di davide serra e algebris su mps le speculazioni di davide serra e algebris su mps RICCARDO BARBIERI HERMITTE RICCARDO BARBIERI HERMITTE davide serra all'evento di matteo renzi al teatro strehler di milano davide serra all'evento di matteo renzi al teatro strehler di milano ALESSANDRO RIVERA ALESSANDRO RIVERA RIVERA E MAZZOTTA MEME RIVERA E MAZZOTTA MEME matteo renzi regala un mazzo di fiori alla moglie di davide serra 1 matteo renzi regala un mazzo di fiori alla moglie di davide serra 1

 

 

Condividi questo articolo

business

UN GOVERNO DI POSTINI – PER LA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO “POLIS” DI POSTE ITALIANE, C’ERA SCHIERATO PRATICAMENTE TUTTO IL GOVERNO, OLTRE A MATTARELLA E LA RUSSA. SU TUTTI BRILLAVA IL BOSS DELLA RAI BRUNO VESPA, SVOCIATO DOPO LA PERFOMANCE D'UGOLA AL CAFONAL-PARTY DI SANDRA CARRARO DELLA SERA PRIMA - MATTEO DEL FANTE PUNTA MOLTO SUL PIANO "POLIS", IN CUI VERRÀ INVESTITO 1,2 MILIARDI DI EURO, PER LA RICONFERMA COME AD (IL GRAN VALZER DELLE NOMINE DELLE AZIENDE DI STATO  INIZIERA' A "BALLARE" DOPO L'ESITO DEL VOTO DELLE REGIONALI...)