TWITTER STA SCOMPARENDO! – ELON MUSK, DA QUANDO SI È COMPRATO LA PIATTAFORMA, HA DECIMATO I DIPENDENTI: DA 8 MILA SONO PASSATI A SOLI 1500 - QUALCHE GIORNO FA MR. TESLA COMMENTAVA I DATI DELLA DENATALITÀ IN ITALIA (“STA SCOMPARENDO”), MA PURE TWITTER NON SEMBRA PASSARSELA MOLTO BENE, DA QUANDO MUSK SI È COMPRATO IL SOCIAL IL VALORE DELLA PIATTAFORMA SI È DIMEZZATO A “SOLI” 20 MILIARDI (LUI LO COMPRÒ A 44)

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Paolo Ottolina per il “Corriere della Sera”

 

MEME SU ELON MUSK E TWITTER MEME SU ELON MUSK E TWITTER

Quando Elon Musk ha preso il controllo di Twitter, lo scorso ottobre, i dipendenti erano «poco meno di 8.000». Ora sono 1.500: una vera ecatombe, come ha raccontato lo stesso numero 1 del social network nel corso di un’intervista rilasciata alla Bbc.

 

Alla domanda se sia difficile mandar via così tante persone, Musk ha risposto che «non è affatto divertente» e che a volte può essere «doloroso». Ha ammesso inoltre che non licenzia tutti di persona: «Non è possibile parlare con così tante persone faccia a faccia», ha detto al giornalista britannico James Clayton.

 

ELON MUSK TWEET SULLA MORTE DI TWITTER ELON MUSK TWEET SULLA MORTE DI TWITTER

Nelle ultime settimane Musk ha moltiplicato le iniziative eccentriche: dal sostituire l’uccellino blu simbolo del sito con un cane Shiba Inu, meme-mascotte della criptovaluta Dogecoin, fino al cambio di insegna sul quartiere generale di San Francisco, che da Twitter è diventato «Titter». […]

 

Un report dello scorso novembre affermava che 50 dei 100 investitori maggiori si erano ritirati (nomi come Chevrolet, Ford, Jeep, Kyndryl, Merck, Novartis e molte altre). Musk ha minimizzato, dicendo che parte del calo dell’attività pubblicitaria aveva natura ciclica, e che in parte è stato «politico».

 

ELON MUSK TWITTER MEME ELON MUSK TWITTER MEME

Numeri e affermazioni difficili da verificare, visto che Twitter dopo l’acquisizione è uscita dal Nasdaq e non è più tenuta a divulgare informazioni finanziarie al pubblico. In una nota riservata, trapelata sui media Usa a fine marzo, lo stesso proprietario attribuiva però alla società un valore inferiore a 20 miliardi di dollari contro i 44 pagati per l’acquisizione nell’ottobre 2022.  […]

ELON MUSK TWITTER ELON MUSK TWITTER MEME SULLA SPUNTA BLU A PAGAMENTO SU TWITTER MEME SULLA SPUNTA BLU A PAGAMENTO SU TWITTER

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – BENVENUTI ALLA PROVA DEL “NOVE”! DOPO LA COSTOSA OPERAZIONE SUL ''BRAND AMADEUS'' (UN INVESTIMENTO DI 100 MILIONI DI DOLLARI IN 4 ANNI), A DISCOVERY NON VOGLIONO STRAFARE. E RESTERANNO FERMI, IN ATTESA DI VEDERE COSA SUCCEDERA' NELLA RAI DI ROSSI-MELONI - ''CORE BUSINESS' DEL CANALE NOVE: ASCOLTI E PUBBLICITÀ, QUINDI DENTRO LE SMORFIE E I BACETTI DI BARBARELLA D'URSO E FUORI L’INFORMAZIONE (L’IPOTESI MENTANA NON ESISTE) - LA RESPONSABILE DEI CONTENUTI DI DISCOVERY, LAURA CARAFOLI, PROVO' AD AGGANCIARE FIORELLO GIA' DOPO L'ULTIMO SANREMO, MA L'INCONTRO NON ANDO' A BUON FINE (TROPPE BIZZE DA ARTISTA LUNATICO). ED ALLORA È NATA L’IPOTESI AMADEUS, BRAVO ''ARTIGIANO" DI UNA TV INDUSTRIALE... 

DAGOREPORT – L’INSOFFERENZA DI AMADEUS VERSO LA RAI È ESPLOSA DURANTE IL FESTIVAL DI SANREMO 2024, QUANDO IL DG RAI GIAMPAOLO ROSSI, SU PRESSIONE DEI MELONI DI PALAZZO CHIGI, PROIBI' AI RAPPRESENTANTI DELLA PROTESTA ANTI-GOVERNATIVA DEI TRATTORI DI SALIRE SUL PALCO DELL'ARISTON - IL CONDUTTORE AVEVA GIÀ LE PALLE PIENE DI PRESSIONI POLITICHE E RACCOMANDAZIONI PRIVATE (IL PRANZO CON PINO INSEGNO, LE OSPITATE DI HOARA BORSELLI E POVIA SONO SOLO LA PUNTA DELLA CAPPELLA) E SI È LANCIATO SUI DOLLARONI DI DISCOVERY – L’OSPITATA “SEGRETA” DI BENIGNI-MATTARELLA A SANREMO 2023, CONSIDERATA DAI FRATELLINI D’ITALIA UN "COMIZIO" CONTRO IL PREMIERATO DELLA DUCETTA, FU L'INIZIO DELLA ROTTURA AMADEUS-PRESTA…

DAGOREPORT - DOVE VA IL PD, SENZA LA BANANA DELLA LEADERSHIP? IL FALLIMENTO DI ELLY SCHLEIN È SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI. GENTILONI È UNA “SAPONETTA” SCIVOLATA DA RUTELLI A RENZI, PRIVO DI PERSONALITÀ E DI CARISMA. QUALITÀ ASSENTI ANCHE NEL DNA DI FRANCESCHINI, ORLANDO E GUERINI, PER NON PARLARE DI BONACCINI, CHE HA LO STESSO APPEAL DI UNA POMPA DI BENZINA - ECCO PERCHÉ, IN TALE SCENARIO DI NANI E BALLERINI, SOSTENUTO DAI MAGHI DELL’ULIVO BAZOLI E PRODI, BEPPE SALA POTREBBE FARCELA A RAGGRUPPARE LA SINISTRA E IL CENTRO E GUIDARE LE ANIME DIVERSE E CONTRADDITTORIE DEL PD. NELLO STESSO TEMPO TROVARE, ESSENDO UN TIPINO PRAGMATICO, UN EQUILIBRIO CON L’EGO ESPANSO DI GIUSEPPE CONTE E SQUADERNARE COSÌ UNA VERA OPPOSIZIONE AL GOVERNO MELONI IN CUI SCHLEIN HA FALLITO