VIVENDI? VI-VENDE! – VINCENT BOLLORÉ MEDITA DI LIQUIDARE LA SUA QUOTA DI TIM (IL 24%). PER IL MOMENTO, LE AZIONI FINIRANNO NELLA “INVESTMENT COMPANY”, UNA DELLE TRE GAMBE IN CUI VERRÀ RIORGANIZZATA LA SOCIETÀ FRANCESE – LA LIQUIDAZIONE DELLA PARTECIPAZIONE “RIMANE TRA LE OPZIONI, QUALORA OTTENESSIMO IL PREZZO DESIDERATO”: SE VIVENDI USCISSE DAL CAPITALE, CAMBIEREBBE TUTTO, SOPRATTUTTO SULLA PARTITA DELLA CESSIONE DELLA RETE A KKR

-

Condividi questo articolo


VINCENT BOLLORE VINCENT BOLLORE

1. VIVENDI: QUOTA TIM ANDRA' NELLA INVESTMENT COMPANY

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - La quota di Vivendi in Tim, di circa il 24%, andrà nella Investment company, una delle tre gambe in cui verrà riorganizzata la media company francese.

 

È quanto apprende Radiocor, dopo il comunicato di ieri di Vivendi che non aveva esplicitamente citata la quota tra quelle che finiranno nella Investment company del gruppo d'Oltralpe. Quanto ai rumor sulla vendita della quota in Tim, questa rimane, com'e' naturale, tra le opzioni qualora la media company ottenesse il prezzo desiderato".

 

2. VIVENDI FA CAUSA MA STUDIA L'ADDIO E TIM VOLA (+5%)

Paolo Algisi per l’ANSA

 

I PRINCIPALI AZIONISTI DI TIM - PIETRO LABRIOLA I PRINCIPALI AZIONISTI DI TIM - PIETRO LABRIOLA

Vivendi è pronta alla battaglia finale sulla rete di Tim. Domani il gruppo francese, primo azionista con il 23,7% del capitale, presenterà in tribunale un ricorso per fermare una cessione bollata come "illegittima" per essere stata deliberata senta consultare i soci in assemblea.

 

L'affondo dei francesi, atteso da tempo, viene messo a punto nel giorno in cui il cda di Tim ha accolto la richiesta di Kkr di prorogare a fine gennaio la due diligence su Sparkle e ha svolto "una discussione preliminare" sull'ipotesi di presentare una lista per il rinnovo del consiglio, in scadenza con l'assemblea del 23 aprile. Il cda sembra orientato a predisporre una sua rosa di candidati e ha iniziato a lavorare al regolamento che disciplina il processo.

 

BOLLORE' VIVENDI BOLLORE' VIVENDI

"Non sono io a decidere", "gli azionisti faranno le loro valutazioni" ma "nel momento in cui ci fosse la disponibilità" dei soci "mi sento moralmente responsabile" di concludere "un progetto che è stato approvato dal Cda e su cui stiamo andando avanti", ha detto l'ad di Tim, Pietro Labriola, confermando di essere in campo per un nuovo mandato nonostante l'ostracismo di Vivendi. Rinnovo per cui non correrà, invece, il presidente Salvatore Rossi, che al cda ha comunicato che la sua esperienza si concluderà "con la scadenza del mandato".

 

mediaset vivendi mediaset vivendi

Il cda dovrebbe sciogliere la riserva sulla lista a gennaio per poi lavorare, con l'ausilio dei suoi advisor, all'individuazione dei nomi che comporranno la rosa, da depositare, probabilmente, nella seconda metà di marzo, dopo che il 7 dello stesso mese Tim avrà presentato al mercato il nuovo piano industriale 2024-2026, in cui verrà disegnato il futuro del gruppo di tlc senza la rete.

 

Quanto al ricorso di Vivendi, che potrebbe contenere anche la richiesta di un provvedimento d'urgenza per congelare in via cautelare la cessione, "abbiamo fatto tutto quanto secondo la normativa vigente quindi andiamo avanti e vediamo", dice Labriola, che ha invitato "la Consob a fare attenzione" alle "indiscrezioni" che stanno muovendo il titolo in Borsa. Fibrillazioni che sono proseguite anche oggi, con Tim decollata (+5,4% a 0,26 euro) in scia alle attese per un taglio dei tassi nel 2024, di grande impatto per una società fortemente indebitata, a cui si sono aggiunti rumor, non nuovi e riproposti da Bloomberg, sul fatto che i francesi stiano "valutando opzioni" sulla loro quota, inclusa la vendita.

 

vincent bollore vincent bollore

Uno scenario accreditato anche dal fatto che le azioni Tim, derubricate a "partecipazione finanziaria" da Vivendi, sono destinate a confluire in una holding di investimento, nell'ambito della riorganizzazione annunciata ieri dalla media company francese. Il nodo vero sarà individuare, oltre a un acquirente, un prezzo in grado di soddisfare i francesi, che in Tim stanno perdendo più di 2,5 miliardi.

 

"Assolutamente" tranquillo si è detto anche il ministro del Made in Italy, Adolfo Urso, che difende l'operazione che porterà il governo ad affiancare Kkr. "È un processo già avviato che credo dia garanzia a tutti, soprattutto a chi investe e a chi ha investito in questa importante impresa".

 

Urso e Labriola sono intervenuti alla presentazione del primo microchip italiano per la cybersicurezza, un microprocessore crittografico messo a punto dalla controllata di Tim, Telsy, in grado di aumentare la sicurezza dei sistemi operativi, dai dispositivi mobili alle smart city, dalle infrastrutture cloud ai sistemi di difesa. "Un vaccino contro l'intrusione, per contrastare il crimine che viene dall'informatica e garantire al nostro Paese autonomia strategica", lo ha celebrato Urso.

mediaset vivendi 3 mediaset vivendi 3 LA FOTOGRAFIA DI TIM - AZIONISTI E SITUAZIONE FINANZIARIA LA FOTOGRAFIA DI TIM - AZIONISTI E SITUAZIONE FINANZIARIA PIETRO LABRIOLA PIETRO LABRIOLA PIETRO LABRIOLA TIM PIETRO LABRIOLA TIM

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - LA FESTA APPENA COMINCIATA È GIÀ FINITA? NO: MA LA SARDEGNA SARÀ L’INIZIO DELLA FINE SE LA DUCETTA NON SI FICCA NELLA TESTOLINA CHE LA POLITICA NON È UN MUSCOLOIDE “QUI COMANDO IO!” - GRAZIE A SU POPULU SARDU, IL CENTROSINISTRA UNITO HA PIÙ NUMERI DEL CENTRODESTRA A PEZZI - FINO A IERI, ALLE AVVISAGLIE DI SALVINI DI TOGLIERE L’APPOGGIO AL GOVERNO, LA MELONA GONFIAVA I MUSCOLI E GHIGNAVA MINACCIANDO DI RIPORTARE LA “NAZIONE” AL VOTO. E CON LA VITTORIA DI TRUZZU, AVREBBE CAPITALIZZATO LA SUA PREMIERSHIP DA EROE DEI DUE MONDI - CON LA DISFATTA SARDA E SALVINI AL MURO, DOVE VA “IO SO’ GIORGIA E VOI NON SIETE UN CAZZO”? - SENZA IL TERZO MANDATO, ZAIA PRONTO A SCENDERE DAL CARROCCIO E ADERIRE ALLA LIGA VENETA, DI FATTO, LA LEGA SI SPACCA. PER LA DUCETTA INIZIANO GIORNI MOLTO, MOLTO DIFFICILI…

FLASH! – SABATO 24 FEBBRAIO I GIORNALI FILO-MELONIANI TUTTI IN SOLLUCCHERO PER LA NOTIZIA DELLA NUOVA VISITA DI GIORGIA MELONI ALLA CASA BIANCA, ENFATIZZANDO IL VIAGGIO DEL 1 MARZO DELLA DUCETTA NEGLI USA (“LIBERO”: “L’ITALIA PROTAGONISTA”; “IL MESSAGGERO”: “OGGI PATTO CON ZELENSKY. E POI VERTICE DA BIDEN”). MA ERANO I SOLITI SPECCHIETTI PER GLI ALLOCCONI, VISTO CHE SI TRATTA DI UNA PRASSI DEL G7: OGNI ANNO, IL PRIMO MINISTRO DEL PAESE CHE ASSUME LA PRESIDENZA, VA IN TOUR TRA LE CAPITALI DEI PAESI CHE FANNO PARTE DEL GRUPPO DEI 7. INFATTI, È GIÀ STATA IN GIAPPONE E IL 2 MARZO ANDRÀ IN CANADA...

MELONI MARCI - DOMENICA 18 FEBBRAIO DAGOSPIA MEJO DEL MAGO OTELMA: UNICO ORGANO DI INFORMAZIONE A PREVEDERE LA DISFATTA SARDA! "FRA 7 GIORNI, LE REGIONALI IN SARDEGNA POTREBBERO RIVELARSI MOLTO SORPRENDENTI - L’ULTIMO SONDAGGIO RISERVATO È UNA DOCCIA GELATA PER I SOGNI DI GLORIA DI MELONI: TODDE SORPASSA TRUZZU, SINDACO DI CAGLIARI IMPOSTO DALLA DUCETTA IN CULO A SALVINI - SE TALI RILEVAZIONI DIVENTASSERO REALTÀ, IL CENTRODESTRA PERDEREBBE LA REGIONE SARDEGNA E PER MELONI SAREBBE LA PRIMA BRUCIANTE SCONFITTA. MENTRE PER PD-M5S IL SOGNO DI UNIRE LE FORZE POTREBBE DIVENTARE REALTÀ -. DOPO UN ANNO E MEZZO, LA LUNA DI MIELE E' FINITA? 

1968, IL “MIRACOLO” DEL TEATRO VIVENTE – “ODIO E AMORE”, LA BELLISSIMA E ANCORA ATTUALISSIMA POESIA DEL LIVING THEATRE, BALBETTATA DA DAGO IN ‘’ROMA SANTA E DANNATA’’, ACCENDE LA CURIOSITÀ DEI LETTORI – PER LA RAPPRESENTAZIONE DI ‘’PARADISE NOW’’ ALL'UNIVERSITÀ LA SAPIENZA DI ROMA, DAVANTI ALLA FACOLTÀ DI LEGGE, COVO DEI FASCISTI, LO SCONTRO ERA DATO PER SCONTATO. INVECE ACCADDE IL “MIRACOLO DELL’AMORE”: MENTRE JUDITH MALINA COMINCIÒ A DECLAMARE LA POESIA, I RAGAZZI DEL LIVING COMINCIARONO A FARE A MENO DEI LORO VESTITI… - VIDEO E TESTO INTEGRALE