I VIDEOGAME CI HANNO SALVATO LA VITA - I GIOCHI ONLINE SONO STATI UN COLLANTE ECCEZIONALE NEI MESI PIÙ BUI DEL LOCKDOWN DURANTE IL 2021: HANNO DATO LA POSSIBILITÀ A TANTISSIME PERSONE DI INTERAGIRE E INCONTRARSI SENZA DOVER USCIRE DI CASA – NON A CASO, AI GAME AWARDS, “GLI OSCAR DEI VIDEOGAME”, È STATO PREMIATO "IT TAKES TWO", UN'AVVENTURA COOPERATIVA DA GIOCARE RIGOROSAMENTE IN DUE… - VIDEO

-

Condividi questo articolo


Andrea Andrei per “il Messaggero”

 

VIDEOGAME AWARDS VIDEOGAME AWARDS

Venerdì a Los Angeles si è tenuta la cerimonia di premiazione per i migliori prodotti del settore più fiorente dell'industria culturale. No, non parliamo di cinema e no, i premi non sono gli Oscar, ma i Game Awards, cioè i riconoscimenti per i migliori videogiochi dell'anno. 

 

Per rendersi conto dell'importanza dell'evento non serve citare alcuni degli ospiti presenti, da Sting a Keanu Reeves, ma un semplice dato: secondo una stima della società di analisi del mercato videoludico, Newzoo, 2,9 miliardi di persone, più di un terzo degli abitanti del pianeta, ha giocato almeno una volta ai videogame nel 2021. 

VIDEOGAME COVID VIDEOGAME COVID

 

Ed è indubbio che soprattutto gli ultimi due anni siano stati determinanti per l'affermazione di questi prodotti culturali, che si sono dimostrati un collante eccezionale nei mesi più bui della pandemia. Non è un caso infatti che il videogame che si è aggiudicato il premio più prestigioso, quello di Gioco dell'anno, sia stato It Takes Two, un'avventura cooperativa da giocare, come lo stesso titolo suggerisce, rigorosamente in due. 

 

IT TAKES TWO 1 IT TAKES TWO 1

È la storia di una coppia di genitori in crisi, che si ritrovano catapultati in un mondo magico e fumettoso in cui devono aiutarsi a vicenda per raggiungere l'obiettivo più ambizioso: la felicità della loro famiglia. Un modo giocoso di affrontare un tema importante come quello delle relazioni più strette, che ha ancora più valore in un mondo in cui con altrettanta leggerezza si stringono legami e amicizie destinati a rimanere finzioni virtuali.

IT TAKES TWO 3 IT TAKES TWO 3 videogame cervello 4 videogame cervello 4 IT TAKES TWO 2 IT TAKES TWO 2 IT TAKES TWO 4 IT TAKES TWO 4

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

SILVIO BERLUSCONI, PERCHÉ CHIAMARLO ANCORA CAVALIERE? – FRANCESCO MERLO PROPONE L’ANTOLOGIA DI NOMIGNOLI CON CUI APPELLARE IL BANANA: “NANEFROTTOLO, PSICONANO, CAIMANO, CAINANO, SILVIOLO, AL TAPPONE, BELLICAPELLI, BERLOSCO, BERLUSCA, BERLUSCAZ, BURLESQUONI, BUNGAMAN, CAVALIER BANANA, CAVALIERE DEL CIALIS, CAVOLIERE, PAPINO, IL RIFATTO DI DORIAN GRAY, PAPINO IL BREVE, PIRLUSCONI, PSICOPAPI, REO SILVIO, SUA BREVITÀ, SUA EMITTENZA, SUA IMPUNITÀ, TESTA D'ASFALTO, VIAGRASCONI, BERLUSCKAISER, L'UNTO DEL SIGNORE, ER CATRAME, FROTTOLINO AMOROSO…”

business

IL SECONDO ADDIO IN QUATTRO MESI DI FRANCESCO GAETANO CALTAGIRONE DAL CDA GENERALI NON È NÉ ESTEMPORANEA NÉ IMPROVVISATA. ARRIVA DOPO UNA LUNGA SERIE DI SCAZZOTTATE, ESPLOSE NELLA PARTITA CHE HA PORTATO ALLA CONFERMA DELL'AD PHILIPPE DONNET - ENTRO UN MESE UN PAIO DI SCADENZE DIRANNO SE “CALTARICCONE” POTRÀ TORNARE A COLLABORARE CON IL SOCIO MEDIOBANCA, IL CDA E IL MANAGEMENT OPPURE RESTERÀ MINORANZA IN COMPAGNIA DI LEONARDO DEL VECCHIO (CHE HA COME LUI QUASI IL 10% DELLE QUOTE)

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute