CAFONAL DELL’ALDA SAUDITA – ALLE TERME DI DIOCLEZIANO INAUGURA LA MOSTRA KOLOSSAL “ROADS OF ARABIA” SPONSORIZZATA DAL GIGANTE PETROLIFERO SAUDI ARAMCO E ALDA FENDI – OLTRE A GIOIELLI E MANUFATTI PREGIATISSIMI, SFILANO AMBASCIATORI, NOBILI E LA BELLA PRINCIPESSA JAWAHER BINT MOHAMMED N ABDULAZIZ AL SAUD 

-

Condividi questo articolo

abdullah al zahrani e alda fendi foto di bacco abdullah al zahrani e alda fendi foto di bacco

Foto di Luciano Di Bacco per Dagospia

Arianna Di Cori per “la Repubblica – Roma”

 

Anche le strade d' Arabia, alla fine, portano a Roma. Allestita nelle aule in laterizio romano delle Terme di Diocleziano, la mostra " Roads of Arabia" mette a confronto millenni di storia araba con una delle più straordinarie testimonianze monumentali romane. Un cortocircuito che apre a tante riflessioni su come un mondo apparentemente distante e poco conosciuto sia invece stato al centro di ricchi scambi commerciali - e infine culturali - con l' Occidente.

 

mostra roads of arabia (1) mostra roads of arabia (1)

Tra capolavori archeologici, documenti antichi e opere d' arte iconiche, la mostra racconta la storia dello sviluppo dell' odierna penisola arabica dalla preistoria alla formazione del Regno saudita, illustrandone la profondità e l' ampiezza e il suo particolare connubio di tradizione e modernità. Giunta alla 16esima tappa di un tour internazionale, " Roads of Arabia" giunge a Roma grazie all' impegno congiunto di Ministero della Cultura dell' Arabia Saudita e Ministero per i beni e le attività culturali italiano, ed è stata realizzata grazie agli sponsor Saudi Aramco e Alda Fendi.

reperti archeologici mostra roads of arabia (1) reperti archeologici mostra roads of arabia (1)

 

Esposti oltre 450 manufatti provenienti da aree ed epoche diverse: dagli scavi nelle aree patrimonio Unesco " Camel Site" a Tayma e Tarut, sino alle grandi oasi nel deserto ( Tayma, Qurrayah, Ayn Jawan, Dedan), dalle antiche città carovaniere ( Qaryat al-Faw) fino a giungere al regno dei Nabatei e infine il periodo islamico.

 

alda fendi foto di bacco alda fendi foto di bacco

Oggetti di uso comune e di lusso - come la preziosa maschera funeraria di I secolo d. C in oro, proveniente dal museo di Riad o gli opulenti orecchini a campanella datati I-III secolo d.C - e ancora arnesi da caccia e armi, vasellame in metallo prezioso, vetri, alabastri, ceramica, sculture e affreschi di grande raffinatezza. Tra questi il frammento con testa virile e iscrizione in sudarabico antico, probabilmente raffigurante una scena di banchetto: vibrante nei suoi toni di marrone, rosso, giallo, e attribuibile al I-II secolo d.C..

raffaele curi e zubida ghrali foto di bacco raffaele curi e zubida ghrali foto di bacco

 

sua altezza reale la principessa jawaher bint mohammed n abdulaziz al saud foto di bacco sua altezza reale la principessa jawaher bint mohammed n abdulaziz al saud foto di bacco

Inoltre, alcune recenti scoperte dovute alla missione archeologica italiana dell' Università Orientale di Napoli sul sito dell' antica Adummatu, hanno gettato nuova luce sul passato preistorico e storico di questa regione, legata anch' essa al mondo mediterraneo e al Medio Oriente da forti legami commerciali e culturali.

 

alda fendi raffaele curi foto di bacco alda fendi raffaele curi foto di bacco

Un viaggio tra antiche carovane, attorno alle quali si sono formate alcune tra le più importanti dorsali, come la " via dell' incenso" - che la mostra permette di conoscere - e che attraversando la penisola da nord a sud e da est a ovest hanno tessuto una rete di contatti tra persone, usi e credenze: dalla Mesopotamia e l' Egitto, sino a giungere a mete lontane ed "esotiche" come, appunto, Roma.

 

abdullah al zahrani direttore generale del museo nazionale curatore della mostra roa foto di bacco abdullah al zahrani direttore generale del museo nazionale curatore della mostra roa foto di bacco

E su quelle stesse rotte, secoli dopo, verranno ricalcate le vie dei pellegrinaggi alle città sante di Mecca e Medina. Prodotti, uomini e idee, in un perenne movimento durato millenni che connetteva l' Arabia alle porte dell' India e al mondo greco e romano. Una mostra per ricordare quanto certi confini sociali e religiosi siano più frutto di interessi economici che di reale distanza culturale.

il principe faisal bin sattam bin abdulaziz al saud con alda fendi e raffaele curi il principe faisal bin sattam bin abdulaziz al saud con alda fendi e raffaele curi daniela porro alda fendi dario franceschini il principe badr bin abdullah bin mohammed bin farhan al saud daniela porro alda fendi dario franceschini il principe badr bin abdullah bin mohammed bin farhan al saud zubida ghrali storica delle arti antiche museo di riyad foto di bacco zubida ghrali storica delle arti antiche museo di riyad foto di bacco bandiera appartenuta al re abdulaziz fondatore del regno dell arabia saudita bandiera appartenuta al re abdulaziz fondatore del regno dell arabia saudita reperti archeologici mostra roads of arabia (4) reperti archeologici mostra roads of arabia (4) invitati all inaugurazione invitati all inaugurazione alessandra capodiferro e abdullah al zahrani alessandra capodiferro e abdullah al zahrani alessandra capodiferro e alda fendi foto di bacco alessandra capodiferro e alda fendi foto di bacco reperti archeologici mostra roads of arabia (6) reperti archeologici mostra roads of arabia (6) collana decorata collana decorata simona agnes foto di bacco simona agnes foto di bacco catalogo della mostra catalogo della mostra reperti archeologici mostra roads of arabia (7) reperti archeologici mostra roads of arabia (7) reperti archeologici mostra roads of arabia (5) reperti archeologici mostra roads of arabia (5) reperti archeologici mostra roads of arabia (8) reperti archeologici mostra roads of arabia (8) reperti archeologici mostra roads of arabia (9) reperti archeologici mostra roads of arabia (9) novella calligaris renzo musumeci greco foto di bacco novella calligaris renzo musumeci greco foto di bacco mostra roads of arabia (2) mostra roads of arabia (2) veste del re abdulaziz fondatore del regno dell arabia saudita veste del re abdulaziz fondatore del regno dell arabia saudita mostra roads of arabia mostra roads of arabia reperti archeologici mostra roads of arabia (3) reperti archeologici mostra roads of arabia (3) locandina (2) locandina (2) mohammed alhamari foto di bacco mohammed alhamari foto di bacco reperti archeologici mostra roads of arabia (2) reperti archeologici mostra roads of arabia (2) locandina locandina reperti archeologici mostra roads of arabia (12) reperti archeologici mostra roads of arabia (12) raffaele curi foto di bacco raffaele curi foto di bacco mostra roads of arabia (3) mostra roads of arabia (3) la principessa jawaher bint mohammed n abdulaziz al saud con alda fendi foto di bacco (2) la principessa jawaher bint mohammed n abdulaziz al saud con alda fendi foto di bacco (2) candeliere candeliere la principessa jawaher bint mohammed n abdulaziz al saud con alda fendi foto di bacco (1) la principessa jawaher bint mohammed n abdulaziz al saud con alda fendi foto di bacco (1) reperti archeologici mostra roads of arabia (11) reperti archeologici mostra roads of arabia (11) reperti archeologici mostra roads of arabia (10) reperti archeologici mostra roads of arabia (10)

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

BEVI E GODI CON CRISTIANA LAURO - GIANFRANCO VISSANI SARA PAZZARIELLO QUANTO VI PARE, MA QUANDO SI METTE AI FORNELLI RESTA QUEL GRANDE CHEF CHE È SEMPRE STATO. ALLA FACCIA DEI FRANCESI CHE TRATTANO UNO DEI MONUMENTI DELLA TAVOLA ITALIANA (CASA VISSANI A BASCHI, TERNI) COME SE FOSSE UN BISTROT - AL GALA DINNER PER LA NUOVA GUIDA BIBENDA DELLA FONDAZIONE ITALIANA SOMMELIER DI FRANCO RICCI, VISSANI HA TIRATO FUORI SENSIBILITA E CORAGGIO, E UN RISOTTO IMPECCABILE PER OLTRE MILLE PERSONE

salute