CAFONALINO – CLAUDIO MATTIA SERAFIN, NIPOTE DEL SEGRETARIO GENERALE DEL SENATO ELISABETTA, PRESENTA IL SUO LIBRO “IL SANGUE E LA MEMORIA” – ALLA “RED” DI ROMA TUTTI IN MASCHERINA E BEN DISTANZIATI PER UN EXCURSUS TRA CULTURA “ALTA”, IL PROG-ROCK DEI JETHRO TULL E I VIDEOGIOCHI - VIDEO

-

Condividi questo articolo

 

Libri, presentato a Roma "Il sangue e la sua memoria" di Claudio Mattia Serafin

 

(Agenzia Vista) - Roma, 12 Ottobre 2020 - Presentato a Roma "Il sangue e la sua memoria" di Claudio Mattia Serafin. (Linea edizioni). Una narrativa sperimentale e mozzafiato, che non risparmia colpi di scena.

 

Ma anche una denuncia forte denuncia nei confronti della società di oggi, sempre più chiusa in sé stessa e vocata all'indifferenza nei confronti del prossimo. Una donna massacrata nel buio notturno della Capitale; due uomini tormentati; un mostro orrendo che li osserva e perseguita. Scenari feroci e spietati. E, a ben riflettere, forse non troppo distanti dalla nostra realtà contemporanea.

 

Presentazione "Il sangue e la sua memoria" di Claudio Mattia Serafin

Dal profilo Facebook di Alberto Castelvecchi

 

i fratelli claudio e alberto serafin mattia i fratelli claudio e alberto serafin mattia

Vedersi con gli amici è sempre bello. E questo caso l’amico è anche un narratore esordiente bravo e coraggioso come Claudio Mattia Serafin. Ho avuto l’onore di presentare il suo libro “Il sangue e la sua memoria” insieme all’editore Lisa Marra (Linea Editore), rispondendo alle sollecitazioni di una vera anchorwoman come Elisabetta Migliorelli (TG2 Rai).

 

mariagrazia e elisabetta serafin foto di bacco mariagrazia e elisabetta serafin foto di bacco

Una serata, commentavamo insieme alla mia fidanzata Alessia Ardesi, che non dimenticheremo. Perché Claudio ci ha incantato con il suo excursus tra cultura “alta”, narrativa di genere, videogames e musica rock progressiva dei Jethro Tull.

Quindi: quando vi dicono che i giovani non hanno nulla da dire, fate la controprova e date loro la parola. Il più delle volte rimarrete (molto) piacevolmente sorpresi.

elisabetta serafin foto di bacco (1) elisabetta serafin foto di bacco (1) libro presentato libro presentato elisabetta serafin antonio malaschin mariagrazia serafin foto di bacco elisabetta serafin antonio malaschin mariagrazia serafin foto di bacco oberdan scozzafava foto di bacco oberdan scozzafava foto di bacco invitati invitati elisabetta serafin foto di bacco (4) elisabetta serafin foto di bacco (4) alessia ardesi alberto castelvecchi foto di bacco alessia ardesi alberto castelvecchi foto di bacco alessia ardesi claudio mattia serafin foto di bacco alessia ardesi claudio mattia serafin foto di bacco elisabetta serafin foto di bacco (2) elisabetta serafin foto di bacco (2) silvia e antonio malaschin foto di bacco silvia e antonio malaschin foto di bacco silvia malaschin alberto mattia foto di bacco silvia malaschin alberto mattia foto di bacco claudio mattia serafin elisabetta migliorelli foto di bacco claudio mattia serafin elisabetta migliorelli foto di bacco claudio mattia serafin foto di bacco claudio mattia serafin foto di bacco lisa marra editore foto di bacco lisa marra editore foto di bacco mariagrazia serafin mauro mattia foto di bacco mariagrazia serafin mauro mattia foto di bacco elisabetta serafin foto di bacco (3) elisabetta serafin foto di bacco (3) claudio mattia serafina lisa marra foto di bacco claudio mattia serafina lisa marra foto di bacco elisabetta serafin con i nipoti claudio e alberto foto di bacco elisabetta serafin con i nipoti claudio e alberto foto di bacco

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

L’INFORMAZIONE È SFATTA - URBANO CAIRO SI PORTA AVANTI COL LAVORO E PRENDE LA TESSERA NUMERO UNO DEL FUTURO PARTITO DI CONTE: “LA CRISI NON CI VOLEVA E CONTE FA BENE A CERCARE I RESPONSABILI. IO ANDREI AVANTI FINO A FINE LEGISLATURA” – VI SEMBRA NORMALE CHE L’EDITORE DEL PRIMO QUOTIDIANO ITALIANO E DELL’EMITTENTE LA7 SI SCHIERI IN MANIERA COSÌ SFACCIATA VERSO IL CAZZARO CON LA POCHETTE? IMMAGINATE ORA I NOTISTI DI POLITICA DI VIA SOLFERINO E I CONDUTTORE DE LA7 QUANDO DOVRANNO SPARARE CRITICHE A CONTE…

business

cronache

sport

cafonal

DINO VIOLA PER SEMPRE – 30 ANNI FA SE NE ANDAVA IL PRESIDENTE CHE HA FATTO GRANDE LA ROMA” (COPYRIGHT BRUNO CONTI) – CAGNUCCI: ("IL ROMANISTA"): “CI SONO UOMINI CHE VOTANO L'INTERA VITA A UNA CAUSA, VIOLA L'HA DEDICATA AL CLUB GIALLOROSSO. CI HA LITIGATO ANCHE, CI HA SOFFERTO. L'ACQUISTO DI MANFREDONIA FU UNA FERITA. COSÌ COME LE CESSIONI DI DI BARTOLOMEI, CEREZO, ANCELOTTI E LA QUERELLE LEGALE CON FALCAO. NON SOPPORTAVA CHE LA ROMA LA CHIAMASSERO ROMETTA…” – ECCO CHI C’ERA ALLA MESSA IN COMMEMORAZIONE DI VIOLA- FOTO+VIDEO

viaggi

salute