LA PORTI UNA LAGARDE A FIRENZE (E UN CECCHERINI A BRUXELLES) - AL POSTO DELL'INCONCLUDENTE MINISTRO FITTO, PER REALIZZARE IL PNRR MELONI FAREBBE BENE AD ARRUOLARE IL BOSS DELL'OSSERVATORIO: ENDORSEMENT DEL PRESIDENTE BCE A CECCHERINI – LA CENA CON IL CONSIGLIERE DEL QUIRINALE GIOVANNI GRASSO, IL DG DI BANKITALIA SIGNORINI, EDICOLANTI (FONTANA, MOLINARI, GIANNINI), EDITORI, NICOLA PIOVANI AL PIANO – LAGARDE ALLA MESSA DELLE PALME NEL DUOMO - FOTO+VIDEO

-

Condividi questo articolo


  •  

     

    DAGONEWS

    cena con christine lagarde andrea ceccherini osservatorio permanente giovani editori 3 cena con christine lagarde andrea ceccherini osservatorio permanente giovani editori 3

    Come auspicio per un futuro che pare quanto mai cinico e baro, ci stava benissimo lo splendido Albero della Vita di Taddeo Gaddi, affresco che troneggia nel refettorio della Basilica di Santa Croce a Firenze. Al posto dei frati francescani del Trecento, il vispo Andrea Ceccherini ha attovagliato un ricco parterre di esponenti del potere economico e mediatico (per evidenti motivi politici, la Bce ha cassato la presenza di esponenti di governo e di opposizione, nonché i principali banchieri italici. Giustamente: la banca centrale europea non si attovaglia con i controllati).  

     

    andrea ceccherini christine lagarde 7 andrea ceccherini christine lagarde 7

    Lagarde con collarino nero sigillato da una spilla, che completava bene la sua allure sado-fetish, capitanava un tavolo che ospitava il portavoce del Quirinale Giovanni Grasso, sempre più ieratico, l’uscente capataz dell’Enel Francesco Storace, il Dg di Bankitalia Luigi Signorini, il Presidente Regione Toscana Eugenio Giani, il sindaco di Firenze Dario Nardella, Francesco Profumo presidente Compagnia San Paolo e Presidente Acri.

    cena con christine lagarde andrea ceccherini osservatorio permanente giovani editori 2 cena con christine lagarde andrea ceccherini osservatorio permanente giovani editori 2

     

    Presente la Firenze delle grandi famiglie: l’incantevole Lucia Aleotti con fratello (Menarini farmaceutici), Lamberto e Eleonora Frescobaldi, la mitologica marchesa Albiera Antinori (Dio salvi il Tignanello).

     

    In prima fila gli edicolanti Fontana (Corriere), Molinari (Repubblica), Giannini (La Stampa), l’editore Andrea Riffeser con il direttore Agnese Pini (Quotidiano Nazionale: La Nazione, Il Resto del Carlino e Il Giorno), il Dg di Gedi Corrado Corradi, il Dg di Rcs Alessandro Bompieri, l’Ad de Il Sole 24 Ore Mirja Cartia D’Asero, il direttore dell’Espresso Alessandro Rossi.

     

    lucia aleotti lucia aleotti

    A seguire Fabrizio Paschina (Intesa), Massimiliano Paolucci (Terna), Cecilia Ferranti (Enel), Stefano Leproni (Tim), l’inossidabile Maurizio Beretta (Unicredit), Marco Santarelli di Cdp, l’inviato del Corriere Massimo Gaggi, Maria Latella, Costanza Esclapon e Simone Cantagallo, Luca e Allegra Josi, Luigi Gubitosi, Roberto Nicastro, il direttore del Fondo Monetario Internazionale in Europa Ashok Bathia.

    cena con christine lagarde andrea ceccherini osservatorio permanente giovani editori 1 cena con christine lagarde andrea ceccherini osservatorio permanente giovani editori 1

     

     

    Gran finale con le dolenti note di Nicola Piovani che al pianoforte ha scodellato le sue colonne sonore per Nanni Moretti e fratelli Tajani riportando i presenti alla settimana santa, passione morte e resurrezione di un’Europa alla prese con una guerra che pare non avere mai fine. 

     

    LAGARDE INCORONA CECCHERINI

    Estratto da La Nazione

     

    andrea ceccherini e christine lagarde si stringono la mano andrea ceccherini e christine lagarde si stringono la mano

    "L’idea di Andrea Ceccherini di istituire un eurobarometro che misuri la competenza e il livello di istruzione dei futuri cittadini dell’Unione e una giornata europea annuale dell’educazione economico-finanziaria dei giovani è ottima e possiamo creare qualcosa di grande respiro continentale

     

    (...)

     

    È una proposta eccellente da esplorare con le banche centrali. Italia e Francia, per esempio, hanno già dei programmi di alfabetizzazione finanziaria e anche la Bce è attenta ai giovani" ha detto Christine Lagarde, presidente della Bce, durante l’incontro con 400 studenti europei a Firenze, promosso dall’Osservatorio Permanente Giovani-Editori, accogliendo positivamente le proposte lanciate dal presidente della stessa Organizzazione, Andrea Ceccherini.

    andrea ceccherini christine lagarde 1 andrea ceccherini christine lagarde 1

     

    Un grande evento quello andato in scena a Firenze venerdì pomeriggio con Christine Lagarde protagonista: "Esorto i giovani a rimboccarsi le maniche e a non mollare quando la vita si fa difficile perché potrebbero compiere azioni alle quali non avrebbero mai pensato"

    studente incontro osservatorio permanente giovani editori con christine lagarde 1 studente incontro osservatorio permanente giovani editori con christine lagarde 1

     

    PRESIDENTE BCE LAGARDE A MESSA DELLE PALME NEL DUOMO DI FIRENZE

    (ANSA) Il presidente della Bce Christine Lagarde ha assistito stamani in forma privata alla messa della Domenica delle Palme celebrata nel Duomo di Firenze dal cardinale Giuseppe Betori.

     

    Lagarde ha fatto avvisare del suo arrivo l'Opera del Duomo poco prima dell'inizio della celebrazione e quindi ha raggiunto la cattedrale andando a prendere posto nelle panche dell'ottagono intorno all'altare, settore di solito riservato alle autorità.

     

    Lagarde ha assistito all'intera messa, ha partecipato ai momenti di preghiera durante la celebrazione e ha ricevuto la comunione durante la celebrazione dell'Eucarestia.

     

    maurizio molinari christine lagarde andrea ceccherini maurizio molinari christine lagarde andrea ceccherini

        Terminata la funzione religiosa, il cardinale Giuseppe Betori l'ha avvicinata e salutata donandole una palma benedetta. In attesa di uscire, Christine Lagarde ha salutato le persone posizionate nel suo lato dell'ottagono, ha aspettato che sfilasse la processione finale dei celebranti ed ha lasciato la cattedrale con la scorta uscendo dalla porta dei canonici con gli altri fedeli. Come consuetudine diverse centinaia di fiorentini hanno assistito alla messa delle Palme nella cattedrale di Santa Maria del Fiore.

     

    christine lagarde Xavier Giocanti a messa a firenze christine lagarde Xavier Giocanti a messa a firenze

        Christine Lagarde era restata a Firenze dopo l'incontro di venerdì scorso con gli studenti promosso dall'Osservatorio Permanente Giovani-Editori di Andrea Ceccherini. (ANSA).

    christine lagarde Xavier Giocanti 3 christine lagarde Xavier Giocanti 3 andrea ceccherini christine lagarde 3 andrea ceccherini christine lagarde 3 andrea ceccherini christine lagarde 2 andrea ceccherini christine lagarde 2 Xavier Giocanti andrea ceccherini christine lagarde 5 Xavier Giocanti andrea ceccherini christine lagarde 5 christine lagarde andrea ceccherini christine lagarde andrea ceccherini andrea ceccherini christine lagarde 7 andrea ceccherini christine lagarde 7 andrea ceccherini christine lagarde 4 andrea ceccherini christine lagarde 4 andrea ceccherini christine lagarde luciano fontana 2 andrea ceccherini christine lagarde luciano fontana 2 cena con christine lagarde andrea ceccherini osservatorio permanente giovani editori 2 cena con christine lagarde andrea ceccherini osservatorio permanente giovani editori 2 andrea ceccherini 1 andrea ceccherini 1 andrea ceccherini christine lagarde 6 andrea ceccherini christine lagarde 6 andrea ceccherini christine lagarde andrea ceccherini christine lagarde massimo giannini agnese pini massimo giannini agnese pini luciano fontana christine lagarde andrea ceccherini luciano fontana christine lagarde andrea ceccherini cena con christine lagarde andrea ceccherini osservatorio permanente giovani editori cena con christine lagarde andrea ceccherini osservatorio permanente giovani editori andrea ceccherini andrea ceccherini dario nardella 1 dario nardella 1 Xavier Giocanti christine lagarde andrea ceccherini 4 Xavier Giocanti christine lagarde andrea ceccherini 4 christine lagarde Xavier Giocanti andrea ceccherini 6 christine lagarde Xavier Giocanti andrea ceccherini 6 christine lagarde Xavier Giocanti andrea ceccherini 7 christine lagarde Xavier Giocanti andrea ceccherini 7 dario nardella eugenio giani dario nardella eugenio giani christine lagarde andrea ceccherini 5 christine lagarde andrea ceccherini 5 andrea ceccherini christine lagarde luciano fontana andrea ceccherini christine lagarde luciano fontana christine lagarde andrea ceccherini 2 christine lagarde andrea ceccherini 2 studente incontro osservatorio permanente giovani editori con christine lagarde studente incontro osservatorio permanente giovani editori con christine lagarde christine lagarde andrea ceccherini 1 christine lagarde andrea ceccherini 1 Xavier Giocanti christine lagarde andrea ceccherini 3 Xavier Giocanti christine lagarde andrea ceccherini 3 studente incontro osservatorio permanente giovani editori con christine lagarde 2 studente incontro osservatorio permanente giovani editori con christine lagarde 2 lucia aleotti lucia aleotti christine lagarde christine lagarde andrea ceccherini christine lagarde luciano fontana 1 andrea ceccherini christine lagarde luciano fontana 1 christine lagarde 2 christine lagarde 2 platea incontro osservatorio permanente giovani editori con christine lagarde platea incontro osservatorio permanente giovani editori con christine lagarde christine lagarde 1 christine lagarde 1

     

    Condividi questo articolo

    FOTOGALLERY


    ultimi Dagoreport

    DAGOREPORT – GRANDE È LA CONFUSIONE SOTTO IL CIELO DI BRUXELLES: O IL QUINTETTO AL COMANDO, FORMATO DA MACRON, SCHOLZ, TUSK, SANCHEZ E MITSOTAKIS, TROVA UN ACCORDO IL 28 GIUGNO O SALTA TUTTO - IL BALLO DI SAN VITO SI GIOCA SUL NOME DI URSULA VON DER LEYEN. INVISA A UNA PARTE DEL PPE, CORRE IL RISCHIO DI ESSERE AFFONDATA DAL VOTO SEGRETO DEL PARLAMENTO - URGE AGGIUNGERE UN POSTO A TAVOLA. E QUI IL PPE SI SPACCA: ALLA CORRENTE DI WEBER, CHE VORREBBE IMBARCARE IL GRUPPO ECR GUIDATO DALLA REGINA DI COATTONIA, SI CONTRAPPONE LA CORRENTE DI TUSK. IL LEADER POLACCO CONTA IL MAGGIOR NUMERO DI PARLAMENTARI NEL PPE E ACCETTEREBBE SOLO I FRATELLI D’ITALIA. E PER MAGGIOR TRANQUILLITÀ, ANCHE I VOTI DEI VERDI, MA GIORGIONA NON CI STA - IL GUAZZABUGLIO SI INGROSSERÀ DOMANI, LUNEDÌ, CON L’INCONTRO DI UN IMBUFALITO ORBAN CON LA DUCETTA, REA DI AVER ARRUOLATO I RUMENI ANTI UNGHERESI DI AUR, E PRONTO A SALIRE SUL CARRO DI MARINE LE PEN - ALLA EVITA PERON DELLA GARBATELLA, CHE RISCHIA L’IRRILEVANZA POLITICA NELL’UNIONE EUROPEA, NON RESTA ALTRO CHE FAR SALTARE IL BANCO DEL 28 GIUGNO…

     

    FLASH! - VIKTOR ORBÁN ASSUMERÀ IL 1° LUGLIO LA PRESIDENZA DI TURNO AL CONSIGLIO EUROPEO MA HA GIÀ FATTO INCAZZARE MEZZO CONTINENTE: IL MOTTO SCELTO DAL PREMIER UNGHERESE È MEGA (‘’MAKE EUROPE GREAT AGAIN’’). UN'EVIDENTE RIFERIMENTO AL MANTRA MAGA (‘’MAKE AMERICA GREAT AGAIN’’) CHE DA ANNI MARCHIA LE CAMPAGNE ELETTORALI DI DONALD TRUMP – NON BASTA: SFANCULATA LA DUCETTA PRO-KIEV, IL FILO PUTINIANO ORBAN MINACCIA DI ENTRARE NEL GRUPPO DI LE PEN-SALVINI – ASPETTANDO IL CAOS-ORBAN A PARTIRE DA LUGLIO, MACRON-SCHOLZ-TUSK VOGLIONO CHIUDERE LE NOMINE DELLA COMMISSIONE EU ENTRO IL 28 GIUGNO…

    DAGOREPORT – COM’È STATO POSSIBILE IDENTIFICARE UNO DEI DUE UOMINI DEI SERVIZI CHE LA SERA DEL 30 NOVEMBRE 2023, UN MESE DOPO LA ROTTURA TRA MELONI E GIAMBRUNO, TENTAVA DI PIAZZARE “CIMICI” NELLA PORSCHE DEL VISPO ANDREA, PARCHEGGIATA DAVANTI CASA DELLA DUCETTA? - LA POLIZIOTTA, DI GUARDIA ALLA CASA DI GIORGIA, HA CHIESTO LORO DI IDENTIFICARSI, E VISTO I DISTINTIVI DEGLI 007 COL SIMBOLO DI PALAZZO CHIGI, HA ANNOTATO NOMI E COGNOMI - PER GLI ADDETTI AI LIVORI, UN “CONFLITTO” INTERNO AI SERVIZI HA FATTO ESPLODERE IL FATTACCIO: UNA PARTE DELL’AISI NON HA GRADITO L’OPERAZIONE “DEVIATA” (LO SCOOP DEL "DOMANI" ARRIVA 20 GIORNI DOPO LA NOMINA DI BRUNO VALENSISE AL VERTICE DELL’AISI)

    C’EST FINI: DALLA CASA DI MONTECARLO ALLA SEPARAZIONE IN CASA - LA VICENDA MONEGASCA È STATA LA MINA CHE HA FATTO SALTARE IL MATRIMONIO DI GIANFRANCO FINI ED ELISABETTA TULLIANI - NON C’È NULLA DI UFFICIALE MA CHI ERA AMICO DELLA COPPIA DICE: “SI SONO LASCIATI DA UN BEL PO'” – GIÀ, A VEDERLI INSIEME NELL’AULA DEL PROCESSO SULLA CASA DI MONTECARLO, LONTANI E SENZA MAI INTRECCIARE UNO SGUARDO, ERANO LA RAPPRESENTAZIONE DI DUE CHE NON STANNO PIÙ INSIEME – NEGLI ULTIMI TEMPI, ALLA CENE IN CASA DEGLI AMICI, FINI SI PRESENTA SOLO, IL VOLTO SEMPRE PIÙ SOLCATO DA RUGHE E DAL DOLORE DI AVER BUTTATO VIA UNA CARRIERA POLITICA PER AMORE…