ALDO GRASSO SU ‘MATCH’: "CHI INVOCA UNA PROGRAMMAZIONE TELEVISIVA DI QUALITÀ SEGUA LA RIPROPOSTA SU 'RAI STORIA' E 'RAIPLAY' DELLA TRASMISSIONE CONDOTTA DA ARBASINO CHE METTEVA A CONFRONTO DUE PERSONALITÀ DI IDEE OPPOSTE - L'ALTRA SERA SI PARLAVA DI TEATRO E SI CONFRONTAVANO GIORGIO ALBERTAZZI E MEMÈ PERLINI.LA CONDUZIONE DI ARBASINO? ESSENZIALE, COMPETENTE, MAI PREVARICANTE…"

-

Condividi questo articolo

https://www.raiplay.it/video/2016/11/Giorgio-Albertazzi-e-Meme-Perlini-bb2221ea-c76f-4c08-8055-6a5fb21d9863.html

 

 

 

Aldo Grasso per il “Corriere della Sera”

 

arbasino albertazzi memè perlini arbasino albertazzi memè perlini

Spero che tutti coloro che invocano una programmazione televisiva di qualità (ne abbiamo bisogno, molto bisogno), che desiderano riscoprire la nostra cultura, spero di tutto cuore che seguano la riproposta di «Match», il programma condotto da Alberto Arbasino che metteva a confronto due personalità di idee opposte (le puntate sono dieci, gli ospiti tutti di grande livello; «Match» va in onda il martedì sera su Rai Storia ma è visibile anche su RaiPlay).

 

L' altra sera, tanto per fare un esempio, si parlava di teatro e si confrontavano Giorgio Albertazzi e Memè Perlini. Fatti i dovuti elogi alla conduzione di Arbasino (essenziale, competente, mai prevaricante) si spalancava un mondo ancora oggi di grande interesse.

arbasino albertazzi memè perlini arbasino albertazzi memè perlini

A confronto c' erano due concezioni di teatro, quello delle compagnie di giro o dei Teatri Stabili, con i loro canoni della rappresentazione teatrale ancora condizionata dagli stilemi ottocenteschi, e quello delle avanguardie degli anni 70, in particolare quella «officina creativa» che fu Roma dopo il '68, quando si incrociavano arte e politica, spinte collettive e motivazioni individuali.

 

E qui la mente corre a quegli anni fiammeggianti, al ruolo egemone di Strehler e del Piccolo Teatro, al formidabile lavoro critico e organizzativo di Franco Quadri e del Club Nuovo Teatro. Arbasino invocava un civile confronto ma Memè Perlini era particolarmente aggressivo, persino livoroso («Albertazzi è un televisivo da Carosello , un attore fallito»).

 

Spalleggiato da alcuni critici altrettanto animosi, Perlini si rivolgeva al suo interlocutore con aria di supponenza (nel 1977, quando l' abbiamo visto per la prima volta, sicuramente parteggiavamo per lui), con le parole d' ordine dell' avanguardia culturale tipica di quel periodo che oggi però suonano artefatte e anche un po' ridicole (già allora Arbasino notava che Perlini «è pieno di certezze assolute»).

Arbasino Arbasino Arbasino Arbasino Arbasino Arbasino Arbasino Arbasino Arbasino Arbasino arbasino albertazzi memè perlini arbasino albertazzi memè perlini

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

TOH, GUALTIERI E FRANCESCHINI FINALMENTE HANNO CAPITO CHE IL CONTE CASALINO, DOPO AVER INFINOCCHIATO QUELLO SPROVVEDUTO DI DI MAIO, RESPONSABILE DI AVERLO PORTATO A PALAZZO CHIGI ALL’EPOCA DI SALVINI, HA PRESO PER IL CULO ANCHE IL PD, INCIUCIANDO CON L’INETTO ZINGARETTI – MA, AL DI LÀ DEL MES (I 5STELLE ALLA FINE DIRANNO DI SÌ) I NODI RISCHIANO DI VENIRE PRESTO AL PETTINE PER IL CONTE DELLA VASELINA: COME AFFRONTARE AD ESEMPIO IL DRAMMA DELLA CASSA INTEGRAZIONE, CHE SCADE A SETTEMBRE? I SOLDI SONO FINITI E UNA MONTAGNA DI DISOCCUPATI CHE RISCHIA DI TRAVOLGERE TUTTO E TUTTI

business

cronache

sport

cafonal

CAFONALINO DELL'ITALIA MORENTE – DOPO AVER PERSO IL BIGLIETTO DELLA LOTTERIA PER MANIFESTA ARROGANZA, NON AVENDO PIU' UNA CAZZO DI QUERELA DA FARE, RENZI SCRIVE (SI FA PER DIRE) UN LIBRO DI FOSFORESCENTE INUTILITA' E LO PRESENTA PURE ALLA GALLERIA BORGHESE – TRA UN TRULLALERO E UN TRALLALA', TRA LA BOSCHI CAMUFFATA DA PRATO E NOBILI CON LA MASCHERINA DELLA ROMA, IL SENATORE SEMPLICIOTTO DI RIGNANO HA SPARATO UN PAIO DI CAZZATE: “QUELLA DI DAVIGO È UNA BESTIALITÀ GIURIDICA. AUTOSTRADE? SI È FATTO PRIMA A FARE IL PONTE CHE A FARE LA REVOCA. SI VOTA NEL 2023, ALLORA MEGLIO METTERE MANO ALLE REGOLE” (INSOMMA, PER RIMANDARLO A GIOCARE A FLIPPER, TOCCA ASPETTARE TRE ANNI. 'NA TRAGEDIA) – VIDEO

viaggi

salute