ANCHE I PM LEGGONO DAGOSPIA! - LA PROCURA DI ROMA HA ASCOLTATO, COME PERSONE INFORMATE SUI FATTI NELL’INDAGINE SULLA MORTE DI LOSITO, ANCHE NANCY BRILLI E GIULIANA DE SIO, CHE DA QUANDO È ESPLOSO L’ARES-GATE HANNO PARLATO SOLO CON QUESTO SITO - IL PM HA ASCOLTATO ANCHE GABRIEL GARKO E BARBARA D'URSO. NON E' ESCLUSO CHE NEI PROSSIMI GIORNI POSSA ESSERE CONVOCATO LO STESSO TARALLO…

-

Condividi questo articolo


ALBERTO TARALLO TEODOSIO LOSITO ALBERTO TARALLO TEODOSIO LOSITO

1 – È ESPLOSO L'ARES-GATE E TRE DELLE SUE DIVE PRENDONO LE DISTANZE: ECCO COSA HANNO DETTO A DAGOSPIA EVA GRIMALDI, NANCY BRILLI E GIULIANA DE SIO - ADUA DEL VESCO HA PARLATO DI ''ISTIGAZIONE AL SUICIDIO'' PER TEODOSIO LOSITO, BRACCIO DESTRO DEL MITICO ALBERTO TARALLO, CREATORI DELLE FICTION-TRASH PIÙ AMATE. ANORESSIA, MANOVRE PSICOLOGICHE, VOCI FALSE, AMORI FARLOCCHI E OSTACOLATI, ETÀ INVENTATE, ROLEX RUBATI

https://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/lume-candela-esploso-39-ares-gate-tre-sue-dive-247880.htm

teodosio losito teodosio losito

 

PRODUTTORE TV MORTO: ASCOLTATA DAL PM L'ATTRICE NANCY BRILLI

(ANSA) - ROMA, 30 MAR - L'attrice Nancy Brilli e' stata ascoltata come persona informata sui fatti nell'ambito dell'indagine sulla morte del produttore tv Teodosio Losito. Nel fascicolo di indagine si ipotizza il reato di istigazione al suicidio. Nelle scorse settimane il pm Carlo Villani ha ascoltato attori che hanno lavorato per Ares, tra cui Gabriel Garko, Giuliana De Sio, Adua Del Vesco e Massimiliano Morra. Sentite come testimoni anche la conduttrice Barbara D'Urso e l'attrice Giuliana De Sio.

 

nancy brilli nancy brilli

ANSA/PRODUTTORE TV MORTO: L'ATTRICE NANCY BRILLI DAL PM

(ANSA) - ROMA, 30 MAR - Continua la sfilata di vip e volti noti in Procura, a Roma, nell'ambito dell'indagine avviata alcuni mesi fa dopo la denuncia presentata dai familiari di Teodosio Losito, il produttore tv che si e' tolto la vita impiccandosi in casa nel gennaio del 2019.

 

Oggi e' stata la volta dell'attrice Nancy Brilli, ascoltata come persona informata sui fatti dal pm Carlo Villani, titolare del fascicolo, ancora contro ignoti, in cui si ipotizza il reato di istigazione al suicidio. Come per le altre persone convocate a piazzale Clodio, l'atto istruttorio, durato alcune ore, si e' concentrato sul rapporto di lavoro che Brilli ha avuto con la casa di produzione, ora fallita, Ares per la quale Losito ha firmato numerose sceneggiature per film andati in onda sul piccolo schermo. In particolare per la societa' fondata da Alberto Tarallo, Brilli ha lavorato in passato comparendo in titoli di successo come "Il Bello delle Donne", "Donne Sbagliate", "Caterina e le sue figlie".

giuliana de sio giuliana de sio

 

Al termine dell'audizione l'attrice non ha rilasciato dichiarazioni ma in passato, su alcuni organi di stampa, era intervenuta commentando la tragica fine di Losito. La Brilli aveva fatto riferimento al suo rapporto con Tarallo affermando di non avere piu' rapporti con lui da tempo. "Da un giorno all'altro sono stata eliminata dalle produzione - ha raccontato in passato l'attrice romana -. Non era gente cui con avessi particolarmente passione a lavorare. C'erano persone che non mi piacevano, la gestione non era chiara. So che fino al giorno prima lavoravo e il giorno dopo non lavoravo piu'".

 

gabriel garko adua del vesco gabriel garko adua del vesco

Nelle scorse settimane gli inquirenti hanno ascoltato molti attori della scuderia Ares, a cominciare dagli attori Adua Del Vesco e Massiliano Morra. Proprio loro due, concorrenti in una edizione del Grande Fratello Vip, avevano parlato nel corso del reality della morte di Losito tirando in ballo l'esistenza di una sorta di setta segreta.

alberto tarallo alberto tarallo

 

Parole, carpite nel corso di un dialogo "notturno" al Gf, che hanno spinto i familiari a depositare un esposto ai magistrati chiedendo di fare chiarezza soprattutto alla luce del tragico gesto di Losito. Il pm, in un fitto calendario di audizioni, ha ascoltato anche gli attori Gabriel Garko e Teresa De Sio oltre alla conduttrice tv Barbara D'Urso che nel corso delle sue trasmissioni ha affrontato il caso Ares Gate. Non e' escluso che nei prossimi giorni possa essere convocato lo stesso Tarallo, legato da lunga amicizia con Losito, che ha chiesto tramite il suo legale di essere ascoltato dagli inquirenti per raccontare la sua "verita'".

alberto tarallo alberto tarallo Tarallo, Losito, Garko, Clemente Mimun Tarallo, Losito, Garko, Clemente Mimun giuliana de sio elio petri giuliana de sio elio petri GIULIANA DE SIO AL MARE GIULIANA DE SIO AL MARE Eva Grimaldi, Barbieri e Teo Losito Eva Grimaldi, Barbieri e Teo Losito nancy brilli nancy brilli nancy brilli nancy brilli nancy brilli foto di bacco nancy brilli foto di bacco nancy brilli nancy brilli TEODOSIO LOSITO TEODOSIO LOSITO Teo Losito Pino-Pellegrino Ekberg Teo Losito Pino-Pellegrino Ekberg Gabriel Garko e Teo Losito Gabriel Garko e Teo Losito alberto tarallo alberto tarallo Teodosio Losito a Sanremo 1987 Teodosio Losito a Sanremo 1987 Teodosio Losito a Sanremo 1987 Teodosio Losito a Sanremo 1987 Alberto Tarallo Teodosio Losito Alberto Tarallo Teodosio Losito

 

Condividi questo articolo

media e tv

“IN RAI NON C'È CENSURA, MA RICERCA DEL PROFITTO E DELL’AUDIENCE” - FRECCERO INFILZA LUTTAZZI CHE LO HA ACCUSATO DI AVER CASSATO IL SUO PROGRAMMA SU RAI 2 NEL 2019 APPLICANDO “UNA CENSURA”: “LUTTAZZI CHIEDEVA UN COMPENSO DI BASE DI 100 MILA EURO A PUNTATA COME CONDUTTORE/AUTORE. ERA TROPPO, AL DI FUORI DELLA POSSIBILITÀ DELLA RETE. OGGI IL PROBLEMA PRINCIPALE DELLA RAI È QUELLO DI QUALSIASI AZIENDA CHE DEVE ESSERE PRODUTTIVA. PUÒ PAGARE COMPENSI ELEVATI SOLO IN PRESENZA DI UN RITORNO ECONOMICO” – E SULLA LINEA EDITORIALE…

politica

“OCCORRONO DISCIPLINA E CONTINUITÀ NEL COLTIVARE L'ODIO” -  PAOLO GUZZANTI RANDELLA GLI ODIATORI CHE GIOISCONO PER I MALANNI DI BERLUSCONI: “GODONO A ESERCITARE LA LORO PERVERSIONE, TRATTANDO LA SUA SOFFERENZA E MALATTIA COME PRETESTI DI UN FURBO SCOLARO CHE CERCA SCUSE PER NON PRESENTARSI ALLA MILIONESIMA UDIENZA. NON SCRIVO CERTO PER BERLUSCONI, MA PER I MIEI COMPATRIOTI PIÙ GIOVANI CHE NON HANNO LA PIÙ PALLIDA IDEA DELLA TERRIBILE STORIA DI UN PAESE CRESCIUTO NELLA CULTURA DEL DISPREZZO…”

 

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute