BIANCA BERLINGUER? HA TRADITO LA RAI. PAROLA DI MASSIMO BERNARDINI, PADRE DI “TV TALK” – “LA BERLINGUER SI E’ SFILATA A UNA SETTIMANA DALLA PRESENTAZIONE DEI PALINSESTI, QUANDO L'AZIENDA AVEVA PROGETTATO IL PROPRIO AUTUNNO. LEI SE N’È FREGATA. NON APPENA È ARRIVATA UN'OFFERTA INTERESSANTE SE N'È ANDATA, METTENDO NEI GUAI LA RAI PER CUI HA LAVORATO TANTI ANNI– LA DIFESA DI NUNZIA DE GIROLAMO. E POI PINO INSEGNO, GILETTI E MORGAN E IL CASO SANGIULIANO- "UN GIORNO DA PECORA": "IL MINISTRO SI OCCUPI DI COSE SERIE"

-

Condividi questo articolo


Giulia Sorrentino per mowmag.com

 

 

massimo bernardini foto di bacco massimo bernardini foto di bacco

Alla vigilia delle vacanze natalizie, in cui anche i programmi televisivi si prendono una pausa, abbiamo chiesto al padre di Tv Talk, Massimo Bernardini, di fare un bilancio su diverse trasmissioni, tra cui quelle di Nunzia De Girolamo, di Serena Bortone e di Salvo Sottile, conduttore di “Farwest”. Sull’ex volto di Rai 3, Bianca Berlinguer, dice: “Non puoi sfilarti a una settimana dalla presentazione dei palinsesti, quando un'azienda ha progettato il proprio autunno, invece lei se n’è fregata”. E su Morgan e il Ministro Gennaro Sangiuliano…

 

 

(…)Impossibile capire il tentativo di spostare alcuni format in una fascia oraria diversa da quella abituale, come nel caso di Pino Insegno, se non si tiene conto di questa chiave di lettura. Per Bernardini, occorre ragionare “pezzo per pezzo” se si vuole mettere in campo un metodo efficace per comprendere il funzionamento di una trasmissione. Poi Morgan, Massimo Giletti e una chiosa sul ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano.

 

bianca berlinguer 3 bianca berlinguer 3

Massimo Bernardini, Morgan ha denunciato una sorta di sistema, parlando di favoritismi e di legami ai quali lui è totalmente estraneo, ma su MOW Fabio Cinti ha detto che ai tempi faceva comodo anche a lui, è così?

Ti do una sola risposta perché questo tipo di discussioni sono indegne rispetto a quello che è Morgan. Per me Morgan è un artista importante, molto al di sopra della media italiana, sta per arrivare un suo album con testi di Pasquale Panella di un livello altissimo. Io ho fatto solo un preascolto, ma ho la percezione di un'opera veramente importante per la musica italiana e ti arrivo a dire anche per la cultura italiana. Di fronte a un artista di questa levatura le polemichette di X Factor, sia gestite dal programma che, ahimè, gestite da lui stesso (nel senso che lui fa, disfa e discute) sono inadeguate e bisognerebbe smetterla di occuparsi di Morgan per queste ragioni.

 

massimo bernardini massimo bernardini

(...)

 

Tempo fa avevi detto a MOW che la sfida di Nunzia De Girolamo sarebbe stata difficile, oggi sappiamo che il suo programma è in bilico, prima si parlava di una chiusura e ora di una conferma. Ti aspettavi questo scenario?

Il programma non è mai stato chiuso, quindi parlare in quell’ottica non ha senso. Credo che ci sia una dialettica importante dentro l'azienda su cosa fare del programma. Ritengo che l'azienda voglia ancora lavorarci, ma forse De Girolamo è meno convinta dell'azienda stessa. Però bisogna andare all'origine di questa scelta.

massimo bernardini foto di bacco massimo bernardini foto di bacco

 

Quale sarebbe?

Nasce dalla Signora Bianca Berlinguer che, a una settimana dalla presentazione dei palinsesti, ha fatto una mossa a mio parere scorretta. Perché puoi andare dove vuoi, ma non puoi sfilarti a una settimana dalla presentazione dei palinsesti, quando un'azienda ha progettato il proprio autunno, invece lei se ne è fregata. Quando lei parla e dice di essere stata alla Rai tanti anni, sì è vero, ma non appena è arrivata un'offerta interessante se n'è andata, mettendo nei guai quell'azienda per cui ha lavorato tanti anni. Il problema di Nunzia nasce da questo guaio.

 

E quindi com’è arrivata la Rai ai palinsesti?

bianca berlinguer 2 bianca berlinguer 2

In quel momento non aveva niente da mettere in questo martedì di Rai 3 e lei, che doveva fare un people show in un’altra serata della settimana, è stata piazzata il martedì per tappare il buco. Lei è stata molto generosa, ma non ha ancora le ore di volo necessarie per gestire una prima serata così decisiva, perché ricordiamoci che è l'unico talk politico che ha la Rai in questo momento in prima serata. Il tentativo continua, di aggiustamenti ne hanno fatti tanti…

 

(...)

massimo bernardini tv talk 2 massimo bernardini tv talk 2

Eh, non vuoi ammucchiare però l'hai fatto, perché tutti voi ragionate così. Questo è un tipo di ragionamento che io di Tv Talk non attuo, ma ragiono pezzo per pezzo. Se avessimo tempo potremmo star qui a smontare singolarmente tutti gli elementi giusti e sbagliati di Avanti Popolo. Su questo io mi oppongo totalmente, perché non si può ragionare così: per esempio, Pino Insegno è il tentativo di mettere un quiz in una fascia in cui non c'erano quiz, può essere giusto o sbagliato ma bisogna partire da quella chiave di lettura lì. Una vera discussione di fondo andrebbe fatta chiedendoci se siamo così sicuri che l'orizzontalità nuova, che è stata impostata in Rai, stia dando i frutti.

NUNZIA DE GIROLAMO - AVANTI POPOLO NUNZIA DE GIROLAMO - AVANTI POPOLO

 

 

 

 

A proposito di Tv Talk, Alfonso Signorini aveva dato la sua adesione per la partecipazione alla trasmissione, ma poi c'è stata una censura da parte di Mediaset. Quali sono le vere ragioni?

È incredibile perché noi nella stessa puntata in cui Signorini ci è stato negato, avevamo Barbara Palombelli che è sempre una conduttrice e volto Mediaset

 

Quindi è mirato questo stop fatto da Mediaset?

Credo proprio di sì. Io, a domanda precisa che ho fatto alla dirigenza Mediaset, mi è stato risposto: “Non possiamo dirtelo, ma sono ragioni nostre aziendali”. Non mi hanno dato una motivazione, nonostante io l'abbia chiesta. Ho dovuto incassare. È la prima volta che mi capita una cosa del genere, perché dei “no” sono capitati anche altre volte, con degli artisti che magari non potevano venire. Ma questa è la prima volta che mi viene data conferma al pomeriggio per poi smentire alla fine della giornata. Questo è stato sicuramente senza precedenti.

massimo bernardini tv talk massimo bernardini tv talk

 

Per quanto riguarda la Rai, invece, il futuro di Massimo Giletti sembra essere proprio a viale Mazzini. Che cosa ti aspetti da lui? Pensi che gli affideranno un programma in stile Non è l’arena?

Il progetto, da quello che so, era quello di farlo arrivare gradatamente a questo, ma mi pare che, con l'assenza così bruciante di prodotti competitivi della Rai su questo terreno, in realtà siano un po’ costretti a farlo tornare in fretta all'attualità, perché c'è bisogno di avere un tipo di prodotto così. Anche se questa è una mia ipotesi.

 

Oltre all'attualità però Giletti ha sempre fatto delle inchieste. Forse mancano anche quelle?

Beh, ci sono Presa Diretta e Report che sono sempre della Rai e sono due programmi di un certo peso.

 

Ora c'è anche Farwest di Salvo Sottile che sembra sia partito bene, come lo vedi?

MEME GENNARO SANGIULIANO CHE MOSTRA IL SUO CELLULARE MEME GENNARO SANGIULIANO CHE MOSTRA IL SUO CELLULARE

Salvo Sottile lo sto guardando con attenzione, non l'ho ancora analizzato, ma è ambizioso e tra l'altro, infatti, non è affatto partito male. La prima puntata aveva fatto quasi il 5% di share e, considerando Rai 3 in questo momento, è già un buon risultato. Poi è tosto, non fa sconti, è un Sottile che è tornato a fare il giornalista al quadrato, molto tosto e molto serio. Non ci sono distrazioni, ma contenuti di livello che sono fatti da giornalisti di livello, da colleghi bravi e lui in studio ha sempre ottimi ospiti, di alta caratura. È quindi un programma che scommette alto. Questo è un punto importante: Rai 3 ha perso prodotti decisivi per la sua identità e per il suo pubblico, per cui Sottile è molto importante che funzioni, perché vuol dire che il pubblico trova di nuovo un prodotto all'altezza delle sue richieste.

 

(...)

morgan morgan

Il ministro Gennaro Sangiuliano ha diffidato il programma Un giorno da pecora dal prenderlo in giro. Non va bene nemmeno la satira?

Un ministro guarda e passa davanti a queste cose, ha cose più importanti da fare, cosa gliene deve fregare di Un giorno da pecora. Io spero che il ministro Sangiuliano, come fa tutti i giorni, si possa occupare di cose più serie, ovvero di cultura, di iniziative, di musei, ha molte più cose da fare che non occuparsi di quello.

AVANTI POPOLO AVANTI POPOLO Massimo Bernardini Massimo Bernardini massimo bernardini massimo bernardini

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – SOLO IN ITALIA LE ELEZIONI EUROPEE SONO VISTE COME UNA SFIDA DE' NOANTRI PER PESARE IL CONSENSO E ARRIVARE A UN REGOLAMENTO DI CONTI TRA I DUELLANTI MELONI E SALVINI - AL DI LA' DELLE ALPI SONO INVECE CONSAPEVOLI CHE, NELL'ATTUALE DISORDINE MONDIALE, CON STATI UNITI E RUSSIA CHE HANNO DAVANTI LE PIU' DIFFICILI ELEZIONI PRESIDENZIALI, IL VOTO DEL 9 GIUGNO RAPPRESENTA UN APPUNTAMENTO CHE PUO' CAMBIARE LA STORIA DELL'UNIONE - "IO SO' GIORGIA", ATTRAVERSO IL FEDELE PROCACCINI, INVOCA L'ALLEANZA TRA ECR E IL PPE BUTTANDO FUORI I SOCIALISTI. IDEA SUBITO STRONCATA DAL LEADER DEI POPOLARI WEBER. PERCHE' IL CLIMA È CAMBIATO IN GERMANIA: CDU-CSU E SOCIALISTI MIRANO DI TORNARE ALLA 'GROSSE KOALITION' PER ARGINARE L’AVANZATA DEI NEONAZI DI AFD E SFANCULARE I VERDI…

DAGOREPORT! - IL VENTO STA CAMBIANDO? A OTTOBRE, SI RITORNA ALLE URNE? SALVINI MOLLA MELONI? - DELIRIO PER I SONDAGGI CHOC DELLE REGIONALI IN SARDEGNA: ALESSANDRA TODDE, CANDIDATA DI SCHLEIN+CONTE, AVREBBE DUE PUNTI DI VANTAGGIO SUL MELONIANO TRUZZU - IN VISTA DELLE EUROPEE, UNA SCONFITTA SAREBBE UN PESSIMO SEGNALE PER LA MELONA - SALVINI AL MURO: SE LA LEGA VA SOTTO L’8%, POTREBBE TOGLIERE L’APPOGGIO AL GOVERNO - IN CASO DI CRISI, NESSUN GOVERNO TECNICO: SI VOTA SUBITO, A SETTEMBRE/OTTOBRE. LA MELONA VUOLE CAPITALIZZARE IL CONSENSO, PRIMA DELL'ARRIVO DELLA CRISI ECONOMICA - RESO INERTE TAJANI, PER GOVERNARE, LA DUCETTA HA BISOGNO DI UNA LEGA DESALVINIZZATA - E NON È DETTO CHE IL CAPITONE RIMANGA AL SUO POSTO: LA BASE ELETTORALE DEL CARROCCIO HA UN DNA MODERATO E PRAGMATISTA, E NE HA PIENE LE PALLE DELLA POLITICA DESTRORSA, AFFOLLATA DI LE PEN E NAZISTOIDI. I FEDRIGA, I ZAIA, I FONTANA, I GIORGETTI SONO LEGHISTI BEN COMPATIBILI CON GIORGIA “FASCIO TUTTO IO!”. E’ SALVINI CHE SI È ESTREMIZZATO

DAGOREPORT! FRA 7 GIORNI, LE REGIONALI IN SARDEGNA POTREBBERO RIVELARSI MOLTO SORPRENDENTI - L’ULTIMO SONDAGGIO RISERVATO È UNA DOCCIA GELATA PER I SOGNI DI GLORIA DI MELONI. ALESSANDRA TODDE, CANDIDATA DI SCHLEIN+CONTE, RAGGIUNGE IL 45% MENTRE PAOLO TRUZZU, SINDACO DI CAGLIARI IMPOSTO DALLA DUCETTA IN CULO A SALVINI, SI DEVE ACCONTENTARE DEL 42,5%. SEMPRE A SINISTRA, RENATO SORU, CON LA SUA 'COALIZIONE SARDA’, INTASCA L'11,2% - SE TALI RILEVAZIONI DIVENTASSERO REALTÀ, IL CENTRODESTRA PERDEREBBE LA REGIONE SARDEGNA E PER MELONI SAREBBE LA PRIMA BRUCIANTE SCONFITTA. MENTRE PER IL FATIDICO “CAMPOLARGO” PD-M5S IL SOGNO DI UNIRE LE FORZE POTREBBE DIVENTARE REALTÀ NAZIONALE-. DOPO UN ANNO E MEZZO, LA LUNA DI MIELE E' FINITA? “IO SO’ GIORGIA” HA QUASI DEL TUTTO CASSATO L’IDEA SULLA SUA CANDIDATURA ALLE EUROPEE. FRATELLI D'ITALIA CHE NON SUPERA IL 30% CON LA LEADER IN CAMPO SAREBBE VISSUTO ALLA STREGUA DI UN CLAMOROSO FLOP