CE N’È CONIDI! - CHE CI FA IL CANTANTE ROMANO MARCO CONIDI IN  UNA PLAYLIST DI BRUCE SPRINGSTEEN? LA RISPOSTA È NELLA CANZONE… – IL POST SU FACEBOOK DEL LEADER DELL'ORCHESTRACCIA: “STO INSIEME A EDDIE VEDDER, PATTI SMITH E BOWIE. BASTA COSÌ, GRAZIE…”

-

Condividi questo articolo

 

 

Claudio Fabretti per www.leggo.it

 

marco conidi marco conidi

Che ci fa il cantore romano dell'Orchestraccia in mezzo a una playlist di Bruce Springsteen? La risposta è in una canzone: "Un passo via da te", cover della "One Step Up" del Boss, da lui stesso aurorizzata a suo tempo e inclusa da Marco Conidi nel suo omonimo album del 1998, prodotto da Vincenzo Mancuso e Ermanno Labianca.

 

marco conidi nella playlist di bruce springsteen marco conidi nella playlist di bruce springsteen

Ora, Springsteen se n'è ricordato per un'occasione particolare: la selezione delle cover preferite delle sue canzoni, pubblicata sul suo profilo Spotify. Quando Conidi ha visto il suo nome in mezzo a tanti mostri sacri del rock, non voleva crederci. Così ha manifestato tutta la sua eccitazione in un post su Facebook: "Bruce Springsteen mi ha messo in una sua personale playlist su Spotify tra le cover sue preferite. Sto insieme a Eddie Vedder, Patti Smith e David Bowie. Basta così, grazie Ermanno Labianca".

 

Conidi non ha mai nascostio la sua adorazione per Springsteen, che considera il suo riferimento assoluto. Da qui anche quella cover, che fu pure inclusa in "AAVV - For you - A Tribute to Bruce Springsteen", il primo tributo italiano (e mondiale) al rocker americano, con Flor De Mal, Luca Barbarossa, Circo Fantasma, Chicken Mambo, Joe Slomp, Marco Conidi & Rocking Chairs e tanti altri.

marco conidi 2 marco conidi 2

 

Un tempo, per un musicista, il sogno poteva essere quello di essere ascoltato in radio dal tuo idolo, oggi, nell'era dello streaming, finire dentro una playlist Spotify conta ancora di più.

bruce springsteen bruce springsteen marco conidi 1 marco conidi 1

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

CI SCRIVE TRENITALIA E AMMETTE CHE LE ESIGENZE DI MOBILITÀ DEL PERIODO NATALIZIO ''NON POSSONO ESSERE SEMPLICEMENTE RIMODULATE SULLA BASE DELLE ESPERIENZE DEGLI ANNI PASSATI, MA IMPONGONO UNA APPROFONDITA VALUTAZIONE DEL MUTATO CONTESTO''. QUINDI QUEST'ANNO I BIGLIETTI PER I TRENI NATALIZI SARANNO DISPONIBILI ''A PARTIRE DAGLI INIZI DI NOVEMBRE'', CON VARIE SETTIMANE DI RITARDO RISPETTO AL SOLITO. SEMPRE CHE IN QUESTI GIORNI NON SIA IL GOVERNO A SCONVOLGERE I PIANI DI VIAGGIO DEGLI ITALIANI…

salute