CIAK, MI GIRA! - GIORNATA DI INCASSUCCI, IERI, MA INTERESSANTI. “KUNG FU PANDA 4” RIMANE AL COMANDO CON 209 MILA EURO, IL CURIOSO “MIRABILE VISIONE: INFERNO” È SECONDO CON 118 MILA EURO, MENTRE LO SPETTACOLARE CONCERTO DEI LED ZEPPELLIN AL MADISON SQUARE GARDEN DEL 1973, “THE SONG REMAINS THE SAME”, È TERZO. “DUNE: PARTE DUE” PRECIPITA COSÌ AL QUARTO POSTO, NON MOLTO DISTANTE TROVIAMO LA RIEDIZIONE, DEL CAPOLAVORO DI ORSON WELLES “QUARTO POTERE”… - VIDEO

-

Condividi questo articolo


Marco Giusti per Dagospia

 

mirabile visione. inferno 3 mirabile visione. inferno 3

Giornata di incassucci, ieri, ma interessanti. “Kung Fu Panda 4” della Dreamworks rimane saldamente al comando della classifica dei film più visti con 209 mila euro e 30 mila spettatori segnando un totale di 4 milioni 81 mila euro. Il curioso “Mirabile visione: inferno” diretto da Matteo Gagliardi, mischione di visioni dantesche del pittore ottocentesco Francesco Scaramuzza, di immagini degli orrori di oggi uniti alla presenza di due vecchi attori, Benedetta Bucellato come professoressa e Luigi Diberti come Padre Guglielmo, con distribuzione limitata, è secondo con 118 mila euro, 25 mila spettatori con un totale di 232 mila euro.

led zeppelin the song remains the same. 3 led zeppelin the song remains the same. 3

Segno che questi pasticci visivi hanno comunque un loro pubblico. Lo spettacolare concerto dei Led Zeppellin al Madison Square Garden del 1973, girato allora da Peter Clifton e Joe Massot e uscito come film nel 1976 “The Song Remains the Same”, nella nuova distribuzione di tre giorni della Nexo, ieri, oggi e domani, è terzo con 89 mila euro e 7 mila spettatori. Uno spettacolo. “Dune: Parte due” di Denis Villenueve precipita così al quarto posto con 43 mila euro, 5 mila spettatori e un totale di 9 milioni 145 mila euro.

 

quarto potere quarto potere

 Non molto distante troviamo la riedizione, proprio da scuola del cinema, del capolavoro di Orson Welles “Quarto potere”, quinto con 32 mila euro, 5 mila spettatori e un totale di 79 mila euro. Questa settimana uscirà l’altrettanto meraviglioso “Freaks” di Tod Browning. Imperdibile per i ragazzi che amano il cinema. Sesto posto per “La zona d’interesse” di Jonathan Glazer, che seguita a far parlare di sé per le reazioni assurde che ha provocato il civilissimo e applauditissimo discorso agli Oscar del regista, 23 mila euro, 4 mila spettatori un totale di 4, 1 milioni. “May December” di Todd Haynes con Natalie Portman e Julianne Moore è settimo con 22 mila euro e un totale di 339 mila euro.

race for glory audi vs. lancia 4 race for glory audi vs. lancia 4

Il film di corse d’epoca “Race for Glory” di Stefano Mordini con riccardo Scamarcio e Daniel Bruhl è ottavo con 20 mila euro, tremila spettatori e un totale di 1 milione. Chiudono il documentario “Food for Profit” di Pablo D’ambrosi e Giulia Innicenzi sulle relazioni fra cibo e potere, con 17 mila euro, 2 mila spettatori e un totale di 201 mila euro, e “Another End”, fantascientifico-sentimentale diretto da Piero Messina con Garcia Gael Bernal, Berenice Bejo e Renate Reinsve, con 11 mila euro e un totale di 152 mila euro.

mirabile visione. inferno 1 mirabile visione. inferno 1 riccardo scamarcio in race for glory audi vs. lancia 1 riccardo scamarcio in race for glory audi vs. lancia 1 race for glory audi vs. lancia 5 race for glory audi vs. lancia 5 riccardo scamarcio in race for glory audi vs. lancia 2 riccardo scamarcio in race for glory audi vs. lancia 2 led zeppelin the song remains the same. 2 led zeppelin the song remains the same. 2 led zeppelin the song remains the same. 1 led zeppelin the song remains the same. 1 mirabile visione. inferno 4 mirabile visione. inferno 4 mirabile visione. inferno 5 mirabile visione. inferno 5 mirabile visione. inferno 6 mirabile visione. inferno 6 race for glory audi vs. lancia 3 race for glory audi vs. lancia 3

 

mirabile visione. inferno 2 mirabile visione. inferno 2

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

FLASH! - A TORINO, PER IL DOPO PALENZONA ALLA PRESIDENZA DI CRT, SI STANNO SONDANDO LE ISTITUZIONI SUL NOME DI MICHELE VIETTI, MAGISTRATO EX-CSM, OGGI DISOCCUPATO. UN NOME CHE È GRADITO AL SINDACO DI TORINO, STEFANO LORUSSO, CHE NON HA MAI SOPPORTATO LA PRESENZA E SOPRATTUTTO LA DISUBBIDIENZA DI PALENZONA - A DAR VOCE ALLA CANDIDATURA DI VIETTI C'È LA DI LUI CONSORTE, CATERINA BIMA, CHE RICOPRE IL RUOLO DI VICE PRESIDENTE DI CRT ED È STATA TRA GLI OPPOSITORI DELLA GESTIONE PALENZONA...

DAGOREPORT - CONTINUA L’IMBROGLIO-SCHLEIN: ELLY RINCULA SUL NOME NEL SIMBOLO DANDO LA COLPA A BONACCINI (SIC!) E SI RIMANGIA ''CAPOLISTA OVUNQUE": LO SARA' SOLO AL CENTRO E NELLE ISOLE - ALLA DIREZIONE NAZIONALE DEL PD DI IERI LA SVALVOLATA MULTIGENDER HA PERSO LA MAGGIORANZA DEL PARTITO. I VENTI DI RIVOLTA INVESTONO TUTTE LE VARIE ANIME DEL PD - ELLY SI È RIMBOCCATA LA LAPIDE QUANDO HA DETTO: O IL MIO NOME NEL SIMBOLO O MI METTETE CAPOLISTA IN TUTTE LE CIRCOSCRIZIONI. DI TALE PROPOSTA, LA ZARINA DEL PD NE AVEVA PARLATO SOLO CON BONACCINI. IL PRESIDENTE DEL PD HA ACCONSENTITO IN CAMBIO DELLA CANDIDATURA NEL SUD DEL RAS DELLE PREFERENZE, RAFFAELE “LELLO” TOPO, FIGLIO DELL’AUTISTA DI GAVA, CHE OVVIAMENTE FA PARTE DELLA SUA CORRENTE (AH! I CACICCHI…) - ALLA FINE VICINO A SCHLEIN RESTANO SOLO IN DUE, IL MULTI-TRASFORMISTA ZINGAR-ELLY E FRANCESCO BOCCIA, IL VERO ARTEFICE DEL SISTEMA PUGLIA, GARANTE DI DECARO ED EMILIANO - ANCHE SE ALLE EUROPEE IL PD GALLEGGERA' AL 20%, SINESTR-ELLY DOVRA' FARE LE VALIGIE...

DAGOREPORT: 100 SCALFARI MENO UNO - NON È SOLTANTO TELE-MELONI A CENSURARE GLI SCRITTORI: C'E' ANCHE IL GRUPPO GEDI – IL LIBRO SUL CENTENARIO DI SCALFARI CURATO DA SIMONE VIOLA, NIPOTE DI EUGENIO, IN EDICOLA INSIEME A ‘’REPUBBLICA’’, SQUADERNA CENTO INTERVENTI DI ALTRETTANTI TESTIMONIAL, TRANNE QUELLO INNOCUO E DEL TUTTO PERSONALE DI GIOVANNI VALENTINI, EX DIRETTORE DELL’ESPRESSO - LE SUE CRITICHE, MANIFESTATE SUL "FATTO QUOTIDIANO" SULL’OPERAZIONE “STAMPUBBLICA” E POI NEL SUO LIBRO SULLA PRESA DI POSSESSO DEL GIORNALE DA PARTE DI ELKANN, GLI VALGONO L’OSTRACISMO E LA DAMNATIO MEMORIAE – IL TESTO CENSURATO…

DAGOREPORT –  PER SALVARE IL "CAMERATA" ROSSI, PROSSIMO A.D. RAI, UNA MELONI INCAZZATISSIMA VUOLE LA TESTA DEL COLPEVOLE DEL CASO SCURATI PRIMA DEL 25 APRILE: OGGI SI DECIDE IL SILURAMENTO DI PAOLO CORSINI, CAPO DELL'APPROFONDIMENTO (DESTINATO AD ESSERE SOSTITUITO DOPO LE EUROPEE DA ANGELA MARIELLA, IN QUOTA LEGA) – SERENA BORTONE AVEVA PROVATO A CONTATTARE CORSINI, VIA TELEFONO E MAIL, MA SENZA RICEVERE RISPOSTA - ROSSI FREME: PIÙ PASSA IL TEMPO E PIU’ SI LOGORA MA LA DUCETTA VUOLE LE NOMINE RAI DOPO IL VOTO DEL 9 GIUGNO SICURA DEL CROLLO DELLA LEGA CON SALVINI IN GINOCCHIO…)