CIAK, MI GIRA MA COME? UNO VINCE NON UNO, MA SETTE OSCAR, TORNA IN SALA IN ITALIA E CHE PUBBLICO TROVA? I SOLITI QUATTRO GATTI - IERI IL POTENTE “EVERYTHING EVERYWHERE ALL AT ONCE È QUINTO CON 3.010 SPETTATORI E 19 MILA EURO DI INCASSO. MA CHE SCHERZIAMO - COMINCIAMO A DIRE CHE, CINEMATOGRAFICAMENTE PARLANDO, ERA UNA GIORNATACCIA. PERFINO IL POTENTISSIMO “CREED III” IERI, ERA PRIMO CON 63 MILA EURO E 9 MILA SPETTATORI. QUASI NULLA… - VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

Marco Giusti per Dagospia

 

everything everywhere all at once everything everywhere all at once

Ma come? Uno vince non uno, ma sette Oscar, torna in sala in Italia e che pubblico trova? I soliti quattro gatti. Mi sa neanche troppo convinti. Ieri il potente “Everything Everywhere All At Once” dei Daniels con Michelle Yeoh e Jamie Lee Curtis, vincitore appunto di ben sette Oscar, è quinto con 3.010 spettatori e 19 mila euro di incasso. Ma che scherziamo… Cominciamo a dire che, cinematograficamente parlando, era una giornataccia.

pierfrancesco favino l ultima notte di amore pierfrancesco favino l ultima notte di amore

Perfino il potentissimo “Creed III” ieri, era primo con 63 mila euro e 9 mila spettatori per un totale di 5, 5 milioni. Quasi nulla. Secondo posto per “L’ultima notte di Amore”, il thriller di Andrea Di Stefano con Pierfrancesco Favino, 51 mila euro e 8 mila spettatori con un totale di 1 milione. “The Whale” con Brendan Fraser, magari forte di due Oscar, scavalca “Scream VI”, e incassa 50 mila euro con un totale di 2, 1 milioni. Mentre “Scream VI” finisce al quarto posto con 42 mila euro, 6 mila spettatori e un totale di 826 mila euro.

Women Talking – Il Diritto di scegliere Women Talking – Il Diritto di scegliere

Se “Everything Everywhere All At Once”, lo so il titolo è impossibile per il pubblico italiano, è quinto, “Mixed by Erry” è sesto con 15 mila euro e un totale di 588 mila euro. Decimo posto, a sorpresa, per un altro film premiato con l’Oscar, migliore sceneggiatura non originale, l’ultrafemminista “Women Talking”, scritto e diretto dalla canadese Sarah Polley, che ricorderete bambina ne “Le avventure del Barone di Munchausen” di Terry Gilliam. Ne ha fatta di strada.

everything everywhere all at once 8 everything everywhere all at once 8 Scream VI Scream VI Scream VI Scream VI MIXED BY ERRY MIXED BY ERRY MIXED BY ERRY MIXED BY ERRY MIXED BY ERRY MIXED BY ERRY MIXED BY ERRY MIXED BY ERRY MIXED BY ERRY MIXED BY ERRY Scream VI Scream VI Scream VI Scream VI Women Talking – Il Diritto di scegliere Women Talking – Il Diritto di scegliere Women Talking – Il Diritto di scegliere Women Talking – Il Diritto di scegliere Women Talking – Il Diritto di scegliere Women Talking – Il Diritto di scegliere Women Talking – Il Diritto di scegliere Women Talking – Il Diritto di scegliere Women Talking – Il Diritto di scegliere Women Talking – Il Diritto di scegliere Women Talking – Il Diritto di scegliere Women Talking – Il Diritto di scegliere Women Talking – Il Diritto di scegliere Women Talking – Il Diritto di scegliere Women Talking – Il Diritto di scegliere Women Talking – Il Diritto di scegliere everything everywhere all at once 5 everything everywhere all at once 5 the whale brendan fraser the whale brendan fraser the whale locandina the whale locandina brendan fraser the whale brendan fraser the whale everything everywhere all at once 4 everything everywhere all at once 4 everything everywhere all at once 7 everything everywhere all at once 7 pierfrancesco favino l ultima notte di amore pierfrancesco favino l ultima notte di amore pierfrancesco favino l ultima notte di amore pierfrancesco favino l ultima notte di amore pierfrancesco favino l ultima notte di amore pierfrancesco favino l ultima notte di amore pierfrancesco favino l ultima notte di amore pierfrancesco favino l ultima notte di amore everything everywhere all at once 6 everything everywhere all at once 6 CREED III CREED III CREED III CREED III CREED III CREED III CREED III CREED III gli oscar di everything everywhere all at once gli oscar di everything everywhere all at once

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - LA RUOTA DELLA FORTUNA INIZIA A INCEPPARSI PER MARTA FASCINA. CAPITO CHE TAJANI LA CONSIDERA UN DEPUTATO ABUSIVO, LA “VEDOVA” HA CONFIDATO ALL'AMICO MARCELLO DELL’UTRI CHE AL TERMINE DELLA LEGISLATURA NON SI RICANDIDERÀ IN FORZA ITALIA - ‘’MARTA LA MUTA’’, DOPO AVER INNALZATO ALESSANDRO SORTE A COORDINATORE DELLA LOMBARDIA, SE L'E' RITROVATO COINVOLTO (MA NON INDAGATO) NEL CASO TOTI PER I LEGAMI CON DUE DIRIGENTI DI FORZA ITALIA, A LUI FEDELISSIMI, I GEMELLI TESTA, INDAGATI PER MAFIA - C’È POI MEZZA FAMIGLIA BERLUSCONI CHE SOGNA CHE RITORNI PRESTO A FARE I POMODORINI SOTT’OLIO A PORTICI INSIEME AL DI LEI PADRE ORAZIO, UOMO DI FLUIDE VEDUTE CHE AMMINISTRA IL MALLOPPONE DI 100 MILIONI BEN ADDIVANATO NEGLI AGI DOVIZIOSI DI VILLA SAN MARTINO - SI MALIGNA: FINCHÉ C’È MARINA BERLUSCONI CI SARÀ FASCINA. MA LA GENEROSITÀ DELLA PRIMOGENITA, SI SA, NON DURA A LUNGO... (RITRATTONE AL CETRIOLO DI MARTA DA LEGARE)

DAGOREPORT - RINNEGANDO LE SVASTICHELLE TEDESCHE DI AFD, MARINE LE PEN SPERAVA DI NON ESSERE PIU' DISCRIMINATA DAGLI EURO-POTERI: MA CONTRO DI LEI C’È MACRON, CHE LA DETESTA - IL TOYBOY DELL’ELISEO HA LA LEADERSHIP DELL'UNIONE EUROPEA E DARÀ LE CARTE DOPO IL 9 GIUGNO. INSIEME CON SCHOLZ E IL POLACCO TUSK NON VUOLE LE DESTRE TRA LE PALLE: UNA SCHICCHERA SULLE RECCHIE DI GIORGIA MELONI, CHE, CON LA SUA ECR, SARÀ IRRILEVANTE E DOVRA' ACCONTENTARSI, AL PARI DI LE PEN, DI UN COMMISSARIO DI SERIE B – LA FUSIONE A FREDDO TRA GLI “IDENTITARI” DI LE PEN E I “CONSERVATORI” DELLA “SÒLA GIORGIA” POTREBBE AVVENIRE, MA SOLO DOPO LE ELEZIONI EUROPEE. MA TRA LE DUE CI SONO SOLO OPPORTUNISMI