CIAK, MI GIRA - IL QUARTO EPISODIO DELLA SAGA DEMENZIALE DEI DUE YOUTUBER SOFIE E LUI, “ME CONTRO TE IL FILM – MISSIONE GIUNGLA”, INCASSA IERI 800 MILA EURO, CHIUDE IL RUBINETTO AL POVERO “AVATAR: LA VIA DELL’ACQUA”, MA SOPRATTUTTO SFONDA LA COPPIA BRAD PITT-MARGOT ROBBIE, PROTAGONISTA DI “BABYLON” - TROPPO FACILE DIRE CHE NON È CINEMA, IL PUBBLICO OGGI VUOLE PIÙ LEGGEREZZA. QUESTO SPIEGHEREBBE ANCHE PERCHÉ TANTI FILM DA FESTIVAL, CON FINALI DOVE IL PROTAGONISTA SI UCCIDE O MUORE PER MALATTIA, NON STIANO FUNZIONANDO BENE - VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

Marco Giusti per Dagospia

 

me contro te il film – missione giungla 5 me contro te il film – missione giungla 5

E’ così. Il quarto episodio della saga demenziale dei due youtuber di Partinico Sofie e Lui, “Me contro Te Il film – Missione giungla” di Gianluca Leuzzi, incassa ieri 800 mila euro, portando al cinema 118 mila ragazzini, con un totale in tre giorni di 1 milione 375 mila euro e chiude il rubinetto al povero “Avatar: la via dell’acqua”, secondo con 512 mila euro e un totalino da 41, 8 milioni di euro, ma soprattutto sfonda la coppia Brad Pitt Margot Robbie protagonista di “Babylon” di Damien Chazelle, che si ferma ieri a soli 319 mila euro, 43 mila spettatori e un totale di 540 mila euro.

 

 

avatar way of water avatar way of water

Magari non è male in assoluto, ma non è quello che ci si aspettava. In America, avendo incassati solo 15 milioni, con quel che costa, è stato salutato come un flop da 100 milioni di dollari, e si aspettava con ansia la risposta europea, ma certo qui il distacco è clamoroso.

 

In Francia, dove sono più cinéphiles di tutti, è secondo dietro “Avatar”, ma in Inghilterra leggo di spettatori che si fanno i selfie in sale vuote dove si proietta il film. Ahi. Per quanto sia un fenomeno locale, il film dei “Me contro Te” riporta invece al cinema la gente che nessun altro film italiano riesce a catturare.

 

 

margot robbie babylon margot robbie babylon

Troppo facile dire che non è cinema, ma certo il pubblico oggi vuole più leggerezza, più positività. Questo spiegherebbe anche perché tanti film da festival e da grandi premi, con finali dove il protagonista, giovane o vecchio che sia, si uccide o muore per malattia, non stiano funzionando bene.

 

Vediamo se con l’arrivo martedì delle nomination agli Oscar qualcosa cambierà nell’interesse del pubblico. Ma i film sono quelli che sappiamo già.

 

antonio albanese grazie ragazzi 2 antonio albanese grazie ragazzi 2

In tutto questo vedo che in America l’unico film che, dopo sei settimane di dominio assoluto, si sta avvicinando agli incassi giornalieri di “Avatar2” è “Missing”, piccolo mystery-thriller tutto o quasi al computer scritto e diretto da Will Merrick e Nicholas Johnson con Storm Reid.

 

In Italia troviamo invece al quarto, quinto e sesto posto “Grazie ragazzi” con Antonio Albanese con 240 mila euro e un totale di 1, 3, “Tre di troppo” con Fabio De Luigi e Virginia Raffaele con 155 mila euro e un totale di 4, 1 milioni, e “Le otto montagne” con Borghi&Marinelli sulle Alpi con 139 mila euro e un totale di 4, 9.

alessandro borghi le otto montagne alessandro borghi le otto montagne le otto montagne di felix van groeningen e charlotte vandermeersch le otto montagne di felix van groeningen e charlotte vandermeersch

me contro te il film – missione giungla 5 me contro te il film – missione giungla 5 me contro te il film – missione giungla 1 me contro te il film – missione giungla 1 me contro te il film – missione giungla 2 me contro te il film – missione giungla 2 me contro te il film – missione giungla 4 me contro te il film – missione giungla 4 me contro te il film – missione giungla 3 me contro te il film – missione giungla 3 me contro te il film – missione giungla 1 me contro te il film – missione giungla 1

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

CRACK, ALLA FINE TUTTO CROLLERÀ (GIORGIA COMPRESA) - “MONTE DI PIETÀ”, LABIRINTICA E IMPIETOSA MOSTRA DELLO SVIZZERO CHRISTOPH BUCHEL ALLA FONDAZIONE PRADA DI VENEZIA, È UN PRECIPIZIO NELL’ABISSO DEL DENARO. LÀ DOVE COLLASSA LA NOSTRA PATOLOGICA COMPULSIONE DI ACCUMULARE TUTTO E DI PIÙ, TRA CELEBRITÀ DIVORATE DALLA POLVERE DELL OBLIO E STILISTI RIDOTTI A BARZELLETTA, LÀ, IN UN MONDO-PALUDE CHE HA SUCCHIATO TUTTO, TIZIANO E CANALETTO, “MERDA D’ARTISTA” DI MANZONI E LE TELE-VENDITE DI WANNA MARCHI, CARRI ARMATI E BORSETTE TAROCCATE PRADA, L’IMMAGINE CHIAMATA AD ACCOMPAGNARCI ALL’ULTIMA MINZIONE DELL’UMANITÀ, APPOGGIATA DAVANTI AL BAGNO, SOPRA UNA SCATOLA PRONTA PER ESSERE SPEDITA VIA, È LEI, GIORGIA DEI MIRACOLI CHE SORRIDE INCORNICIATA…

DAGOREPORT - FEDEZ E FABIO MARIA DAMATO OUT: MISSIONE COMPIUTA PER MARINA DI GUARDO! LA MAMMA DI CHIARA FERRAGNI IN QUESTI MESI HA RIPETUTO A CHIUNQUE CHE IL PANDORO-GATE E LE SUE CONSEGUENZE ERANO TUTTA COLPA DI FABIO MARIA DAMATO E DI FEDEZ. LA SIGNORA AGGIUNGEVA SOVENTE, CON IMBARAZZO DEGLI ASTANTI, CHE CHIARA AVREBBE DOVUTO SUBITO DIVORZIARE. E COSÌ SARÀ – D’ALTRONDE, CHIARA HA DATO DA VIVERE A TUTTA LA FAMIGLIA MATRIARCALE: DALL’IMPROVVISATA SCRITTRICE MARINA ALLE SORELLE INFLUENCER DI SECONDA FASCIA. DI COSA VIVREBBERO SE LA STELLA DI FAMIGLIA SMETTESSE DI BRILLARE?