IL CINEMA DEI GIUSTI - “THE TRAGEDY OF MACBETH” DI JOEL COEN, PER LA PRIMA VOLTA SENZA L’OMBRA DEL FRATELLO ETHAN, È ASSOLUTAMENTE UNO DEI DIECI MIGLIORI FILM DELL’ANNO - E’ UN MACBETH RICOSTRUITO NELLA SUA INCREDIBILE ESSENZA DI MACCHINA PERFETTA PER RACCONTARE UNA STORIA MILLE VOLTE GIÀ RACCONTATA DI SANGUE E POTERE. DOVE I MERAVIGLIOSI DENZEL WASHINGTON E FRANCES MACDORMAND SONO UNA VECCHIA COPPIA SENZA FIGLI, DOVE AL SESSO E AL DESIDERIO SI SONO SOSTITUITI IL COMPLOTTO E L’ORRORE. GRANDE CINEMA - VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

Marco Giusti per Dagospia

 

the tragedy of macbeth 2 the tragedy of macbeth 2

“Se Ingmar Bergman tornasse dall'oltretomba oggi per dirigere Shakespeare in un film, ecco come sarebbe”, ha scritto John Waters segnalando “The Tragedy of Macbeth” di Joel Coen, per la prima volta senza l’ombra del fratello Ethan, come uno dei dieci migliori film dell’anno. Lo è. Assolutamente.

 

the tragedy of macbeth the tragedy of macbeth

E’ anche un Macbeth ricostruito nella sua incredibile essenza di macchina perfetta per raccontare una storia mille volte già raccontata di sangue e potere. Dove i meravigliosi Macbeth di Denzel Wasgington e Lady Macbeth di Frances MacDormand sono una vecchia coppia senza figli dove al sesso e al desiderio si sono sostituiti il complotto e l’orrore.

 

the tragedy of macbeth 1 the tragedy of macbeth 1

Seguendo un percorso inevitabile di follia e di morte, dettato dall’incredibile strega di Kathryn Hunter, dove la scelta e il caso così cari al cinema dei Coen Brothers non sembrano più elementi fondamentali della narrazione e della circolarità delle traiettorie dei loro personaggi come accadeva in “A Serious Man” o in “Inside Llewyn Davis”.

 

the tragedy of macbeth locandina the tragedy of macbeth locandina

Macbeth e Lady Macbeth sono inseriti in un allucinante bianco e nero di Bruno Delbonnel e nelle iperteatrali scenografie di Stefan Dechant per esaltare una fisicità usurata e celibe che li costringe a un gioco dove qualsiasi mossa è già prevista e non può che sfogare nel sangue. Un sangue contagioso più di una malattia che sfoga nell’orrore l’unica cosa che davvero li lega, l’essere per sempre una coppia.

 

Una vecchia coppia che sa già che un bambino, il futuro, sarà in grado di distruggere per sempre il loro sogno di potere. Se Macbeth e Lady Macbeth si muovono, come dice Joel Coen, come una vecchia coppia di gangster da hard boiled anni ’40, come in un film di Raoul Walsh, il più bravo di tutti nel noir, la messa in scena, la fotografia e il decor li spingono dentro altre mille citazioni di altri Macbeth, dal “Trono di sangue” di Akira Kurosawa alla doppia lezione di Orson Welles, il suo “Voodoo Macbeth” con attori neri del 1936, dove Macbeth furono Juano Hernandez e l’attore criminale Jack Carter, parzialmente riportato nel suo “Macbeth” del 1948, dove lasciò il personaggio a se stesso, con una luce che rendeva lui stesso nero.

 

the tragedy of macbeth the tragedy of macbeth

Joel Coen, Denzel Washington e Frances MacDormand sembrano riprendere il cuore del Macbeth di Orson Welles, il desiderio di costruire un orrore primitivo e selvaggio di qualcosa che è dentro di noi e che solo le parole di Lady Macbeth possono fare uscire. Grande cinema. Lo vedete da  oggi su AppleTV+. Purtroppo.

denzel washington the tragedy of macbeth denzel washington the tragedy of macbeth the tragedy of macbeth 3 the tragedy of macbeth 3 denzel washington frances mcdormand the tragedy of macbeth denzel washington frances mcdormand the tragedy of macbeth the tragedy od macbeth the tragedy od macbeth denzel washington the tragedy of macbeth denzel washington the tragedy of macbeth the tragedy of macbeth 2 the tragedy of macbeth 2

 

denzel washington the tragedy of macbeth denzel washington the tragedy of macbeth frances mcdormand the tragedy of macbeth frances mcdormand the tragedy of macbeth the tragedy of macbeth the tragedy of macbeth frances mcdormand the tragedy of macbeth frances mcdormand the tragedy of macbeth denzel washington the tragedy of macbeth denzel washington the tragedy of macbeth the tragedy of macbeth the tragedy of macbeth

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

"LA 'DIVERSITÀ' GRILLINA HA RETTO POCHI ANNI: LA PRESUNZIONE NON FA MENO DANNI ALLA POLITICA DELL’IMMORALITA’" – MICHELE SERRA: “BEPPE GRILLO È SOTTO INCHIESTA. È PURO CINISMO COMPIACERSI DEL FALLIMENTO DEI TENTATIVI DI MORALIZZAZIONE. MA È PURA STUPIDITÀ NON LEGGERE, NEL DISFACIMENTO STRUTTURALE DEL GRILLISMO, LA MERITATA SCONFITTA DELL'IMPROVVISAZIONE E DELLA PRESUNZIONE" – LA PARABOLA DI GRILLO: "DALLO SHOW BUSINESS ALLA FANGOSA ROUTINE GIUDIZIARIA, COME UN SOTTOSEGRETARIO O ASSESSORE, DI QUELLI CHE PIGLIAVA PER I FONDELLI AI TEMPI D'ORO"

business

SIAMO UOMINI O GENERALI?  - ORA CHE CALTAGIRONE E DEL VECCHIO (VIA BARDIN) SI SONO SFILATI DAL CDA, È TUTTO PRONTO PER LA BATTAGLIA FINALE SUL LEONE DI TRIESTE: MA CHI SARANNO I SOLDATI DEI DUE SCHIERAMENTI? DA UN LATO CI SARÀ LA LISTA DEL CDA, CHE RICANDIDERÀ DI CERTO DONNET (GALATERI È IN FORSE) - DALL’ALTRA PARTE CI SONO I “PATTISTI”: IN PISTA PER LA PRESIDENZA LA PRESIDENTE DI MPS PATRIZIA GRIECO E SERGIO BALBINOT. PER IL POSSIBILE AD SI FANNO I NOMI DI TERZIARIOL, DE GIORGI E DELL’AMMINISTRATORE DELEGATO DI POSTE DEL FANTE…

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute