IL DIVANO DEI GIUSTI/2 - ALTERNATIVE PER LA PRIMA SERATA IN CHIARO? “LA BELLA E LA BESTIA” CON VINCENT CASSEL E UNA GIOVANISSIMA LÉA SEYDOUX, “UNA SETTIMANA DA DIO", UNO DEI PIÙ STRANI FILM DI JIM CARREY NEL SUO PERIODO GLORIOSO, E “GRANDI MAGAZZINI” TERRIBILE, MA PIENO DI ATTORI CHE UNISCONO LA COMMEDIA PIÙ ALTA, LA TV E IL BASSO DEL NOSTRO CINEMA DI GENERE - IN SECONDA SERATA AVETE IL RARISSIMO, TRASHISSIMO E DUNQUE IMPERDIBILE “IL PRATO MACCHIATO DI ROSSO"… - VIDEO

-

Condividi questo articolo


La bella e la bestia il film con Vincent Cassel al cinema immagini La bella e la bestia il film con Vincent Cassel al cinema immagini

Marco Giusti per Dagospia

 

Alternative per la prima serata in chiaro? “La Bella e la Bestia” di Christophe Gans con Vincent Cassel nel ruolo della Bestia e una giovanissima Léa Seydoux in quelli della Bella, André Dussollier, Eduardo Noriega, Myriam Charleins, Cielo alle 21, 15. Buona versione. Non sarà il capolavoro di Jean Cocteau, ma il cast è notevole. “Fast & Furious 8” diretto da  F. Gary Gray con Vin Diesel, Dwayne Johnson, Charlize Theron, Helen Mirren, Jason Statham, Italia 1 alle 21, 20.

tensione superficiale 3 tensione superficiale 3

 

Del tutto diverso il film offerto da Rai 5 alle 21, 15, “Tensione superficiale” diretto da Giovanni Aloi con la brava Cristiana Dell'Anna gà vista in “Gomorra – La serie”, Francesca Sanapo, Benno Steinegger, Philipp Peter Heidegger, dove è di scena una madre italiana che, per necessità, si prostituisce in Austria, ma verrà scoperta nella sua cittadina di frontiera. Neo-neorealismo. Rai Movie alle 21, 10 propone il vecchio e divertente “Cowboys” di Delmer Daves con Glenn Ford, Jack Lemmon, Anna Kashfi, Brian Donlevy, Dick York, Victor Manuel Mendoza, dove un cittadino di Chicago come Jack Lemmon finisce vaccaro assieme al ben più esperto Glenn Ford.

 

una settimana da dio 4 una settimana da dio 4

Scritto da Edmund North e da Dalton Trumbo, che non firma perché blacklisted, tratto da un libro di Frank Harris sulle sue esperienze da cowboy, è un film di grande struttura narrativa e solida regia. Lemmon patì le pene dell’inferno sul set e rischiò di morire non essendo assolutamente preparato a fare il cowboy. Su Canale 27 alle 21, 10 uno dei più strani film di Jim Carrey nel suo periodo glorioso, “Una settimana di Dio”, diretto da Tom Shadyac con Jim Carrey, Morgan Freeman, Jennifer Aniston, Philip Baker Hall, dove Dio in persona, cioè Morgan Freeman, offre a uno sciagurato reporter tv una settimana dove potrà governare sul mondo come un Dio a suo piacimento.

 

grandi magazzini grandi magazzini

Bellissimo, ma veramente troppo visto “Gli spietati”, grande western di Clint Eastwood con Clint Eastwood, Gene Hackman, Morgan Freeman, Richard Harris, Iris alle 21, forse il punto più alto delle sue regie. E imperdebile, per altri motivi, “Grandi magazzini” di Castellano & Pipolo, un film tardo e terribile, ma pieno di attori voluti da Mario Cecchi Gori che uniscono la commedia più alta, la tv e il basso del nostro cinema di genere. Nino Manfredi, ad esempio, che fa l’attore decaduto che non ricorda la battuta assieme al fido Luciano Bonanni. “Com'era la battuta?”, fa Manfredi. E Bonanni: “Anch'io compro ai grandi magazzini.” –“Ah sì”, chiude Manfredi: “Anche Bonanni compra ai grandi magazzini!”.

francesca dellera grandi magazzini francesca dellera grandi magazzini

E Gigi Reder meraviglioso con Paolo Villaggio in versione Zed, Franco Fabrizi, Paolo Panelli e Gianni Bonagura, Enrico Montesano, Christian De Sica, Enzo De Toma, quello del Pennello Cinghiale, le belle del tempo, Laura Antonelli, Ornella Muti, addirittura Heather Parisi, Eva Grimaldi e Francesca Dellera messe lì dai produttori chissà perché. La versione lunga esiste, due ore e non so quanto, ma non l’ho mai vista. Ovviamente ha ora tutto Mediaset. Sembrava quasi uno spot per quando Berlusconi avrebbe comprato, due anni dopo, la Standa. E poi si è mangiato anche Cecchi Gori. Il giovane. Col vecchio Mario non ce l’avrebbe mai fatta. Occhio alle apparizioni di Marco Giallini giovanissimo, Sabrina Salerno, Teo Teocoli, Victor Cavallo, Ennio Antonelli.

 

alberto sordi monica vitti polvere di stelle alberto sordi monica vitti polvere di stelle

Passiamo alla seconda serata con “Polvere di stelle” diretto da Alberto Sordi, scritto da Ruggero Maccari e Bernardino Zapponi con Alberto Sordi come Mimmo Adami e Monica Vitti come Dea Dani, capocomico e soubrette, John Philip Law, Wanda Osiris, Carlo Dapporto, Cine 34 alle 23, 35, omaggio al varietà del primissimo dopoguerra con star come Wanda Osiris e Carletto Dapporto, ma anche piccoli attori dell’epoca come Marco Leandris e Alfredo Adami. C’è anche Alvaro Vitali in un piccolissimo ruolo a Roma. Notevole la tournée a Bari con John Philip Law bel marinaio. Certo, con un regista più bravo sarebbe venuto un gran film.  

 

juliet, naked – tutta un’altra musica juliet, naked – tutta un’altra musica

Piuttosto curioso “Juliet, Naked – Tutta un’altra musica” di Jesse Peretz con Rose Byrne, Ethan Hawke, Chris O'Dowd, Megan Dodds, Azhy Robertson, Lily Brazier, Rai Movie alle 0, 25, storia di una ragazza e del suo fidanzato, pazzo conoscitore dell’opera di un rocker sconosciuto ai più, tal Tucker Crowe, che da anni ha abbandonato la musica. L’uscita di un rarissimo demo di 25 anni prima scatenerà una bufera tra i due fidanzati e riporterà alla luce lo scomparso cantante.

 

il prato macchiato di rosso il prato macchiato di rosso

Aprite gli occhi che su Rete 4 alle 2, 05 passa il rarissimo “Il prato macchiato di rosso”, thriller erotico/politico scritto e diretto da Riccardo Ghione con Marina Malfatti, Nino Castelnuovo, Enzo Tarascio, Claudio Biava, Dominique Boschero, Barbara Marzano, Daniela Caroli e Lucio Dalla in versione ubriacone puzzolente, dove una coppia di depravati, Malfatti molto nuda e Tarascio molto vestito, adescano giovani hippies, come Daniela Caroli e George Willing, nella loro dimora e succhiano il loro sangue con uno strano apparecchio per creare un megamostro. Per fortuna che si muove contro di loro Nino Castelnuovo, agente dell’Unesco (???).

austin powers il controspione 3 austin powers il controspione 3

La Boschero e la Caroli sono super. Il film trashissimo. Imperdibile. Visto a Perugia, nel vecchio cinema Lilli, oggi chiuso, con un pubblico di massimo cinque persone. Più ricco, ma non più divertente il parodistico “Austin Powers – Il controspione” di Jay Roach con Mike Myers, Elizabeth Hurley, Mimi Rogers, Christian Slater, Carrie Fisher, Rob Lowe. Decisamente raro anche il comicarolo, parodia di una parodia di un film di guerra “La feldmarescialla. Rita fugge... Lui corre... Egli scappa”, diretto da Steno dopo il successo di “Tre uomini in fuga”, con Rita Pavone, Francis Blanche, Terence Hill, Aroldo Tieri, Jess Hahn, Michel Modo, Cine 34 alle 2, 35.

 

la feldmarescialla 1 la feldmarescialla 1

Ci sono belle facce secondarie, Giovanni Cianfriglia, Gilberto Galimberti, per non parlare dei tedeschi interpretati dai romanissimi Veriano Ginesi, Mimmo Poli, Puccio Ceccarelli e, ovviamente, Max Turilli. Rita canta anche il Geghegè. Rai Movie alle 3, 35 presenta “La scelta” di Michele Placido con Raoul Bova, Ambra Angiolini, Valeria Solarino, Michele Placido, Manrico Gammarota. Placido ha ripreso un vecchio testo teatrale di Pirandello, “L’innesto”, messo in scena nel gennaio del 1919, quasi un secolo fa, con Maria Melato protagonista, lo ha riscritto assieme a Giulia Calenda, lo ha fatto produrre alla moglie Federica Vincenti, e lo ha ambientato in quel di Bisceglie, grazie all’Apulia Film Commission.

ambra angiolini raoul bova la scelta1 ambra angiolini raoul bova la scelta1

 

La trama, che Placido riprende quasi integralmente, compresi i nomi dei protagonisti e il finale, dal testo di Pirandello, vede una giovane coppia, Giorgio e Laura, cioè Bova e Ambra, lui ristoratore e lei maestra di canto al conservatorio, che non riescono a aver figli. E lei ne soffre moltissimo. La sorella Francesca, cioè Valeria Solarino, ne ha invece due, e ha pure una situazione di famiglia allargata con ben due uomini, oltre a un posto nella sede della Natuzzi poltroni e divani di Bisceglie per doveri di sponsor (è così…).

ambra angiolini raoul bova la scelta ambra angiolini raoul bova la scelta

 

Un giorno Laura, mentre sta tornando a casa, viene acchiappata in un vicolo della ridente cittadina, menata e stuprata da un ignoto che si era appostato in un vicolo non si capisce bene perché. Ne esce sconvolta. Ma non vuole sporgere denuncia di stupro al comando dei Carabinieri dal maresciallo Michele Placido che l’ha trovata in mezzo alla strada sotto shock. Non solo. Sapendo di essere rimasta incinta, Laura-Ambra pensa di tenere il bambino, che è da subito “il mio bambino”. Non voleva proprio questo? Ma il marito non è della stessa idea.

la scelta 1 la scelta 1

 Non vuole un figlio di uno sconosciuto che ha violentato la moglie. La mamma di Laura cercherà di mettere in mezzo un medico, che nella commedia aveva un ruolo ben più importante, ma la ragazza non ne vuole sapere. A Pirandello, e a Placido, che lo media dalle sue esperienze con Marco Bellocchio, non interessa tanto il meccanismo di racconto, quanto la figura della donna rispetto alla maternità e la sua capacità di far uscire di scena qualsiasi maschio, anche il marito. L’orrore della violenza, in qualche modo, si trasforma per la donna, che pensava di non poter più avere figli (e qui, forse, Pirandello un secolo fa non poteva avere gli strumenti scientifici di oggi per capire quale dei due coniugi fosse sterile), in una sorta di benedizione, visto che sta realizzando il suo sogno. Non era male.

 

the boxer the boxer

 Iris alle 4, 05 propone l’ottimo “The Boxer” di Jim Sheridan con Daniel Day-Lewis, Emily Watson, Brian Cox, Daragh Donnelly, mentre Cine 34 alle 4, 15 passa “Assicurasi vergine” di Giorgio Bianchi, commedia sexy siciliana alla Germi che tentava di lanciare Romina Power come attrice alla Stefania Sandrelli. Con lei ci sono molti buoni attori del tempo, Leopoldo Trieste, come il padre che assicura la verginità della figlia per cento milioni di lire sicuro che la perderà rapidamente, Vittorio Caprioli, Daniela Rocca, Dino Mele. L’ho visto quando uscì… Non memorabile.

romina power assicurasi vergine romina power assicurasi vergine

 

Chiudo con un grande titolo di Fernando Di Leo su Rai Movie alle 5, “Il boss” con Henry Silva, Richard Conte, Gianni Garko, Vittorio Caprioli, Antonia Santilli, Corrado Gaipa, Marino Masé, Howard Ross, Claudio Nicastro. C’è pure Jimmy il Fenomeno.

 

 

La bella e la bestia il film con Lea Seydoux cose da sapere h partb La bella e la bestia il film con Lea Seydoux cose da sapere h partb La bella e la bestia il film VINCENT CASSEL LEA SEYDOUX La bella e la bestia il film VINCENT CASSEL LEA SEYDOUX

 

il boss 1 il boss 1 romina power assicurasi vergine romina power assicurasi vergine romina power assicurasi vergine romina power assicurasi vergine the boxer the boxer tensione superficiale 2 tensione superficiale 2 the boxer the boxer the cowboys the cowboys la feldmarescialla la feldmarescialla la scelta 2 la scelta 2 la feldmarescialla 2 la feldmarescialla 2 the cowboys the cowboys john wayne the cowboys john wayne the cowboys austin powers il controspione 6 austin powers il controspione 6 grandi magazzini grandi magazzini ornella muti grandi magazzini ornella muti grandi magazzini laura antonelli enrico montesano grandi magazzini laura antonelli enrico montesano grandi magazzini austin powers il controspione 1 austin powers il controspione 1 austin powers il controspione 2 austin powers il controspione 2 austin powers il controspione 4 austin powers il controspione 4 austin powers il controspione 5 austin powers il controspione 5 sabrina salerno grandi magazzini sabrina salerno grandi magazzini polvere di stelle 1 polvere di stelle 1 polvere di stelle 1 polvere di stelle 1 polvere di stelle 2 polvere di stelle 2 polvere di stelle polvere di stelle grandi magazzini grandi magazzini grandi magazzini grandi magazzini una settimana da dio 3 una settimana da dio 3 paolo villaggio grandi magazzini 2 paolo villaggio grandi magazzini 2 una settimana da dio 2 una settimana da dio 2 una settimana da dio 1 una settimana da dio 1 gli spietati gli spietati morgan freeman gli spietati morgan freeman gli spietati morgan freeman clint eastwood gli spietati morgan freeman clint eastwood gli spietati clint eastwood gli spietati clint eastwood gli spietati richard harris gli spietati richard harris gli spietati tensione superficiale 1 tensione superficiale 1 il boss 2 il boss 2

fast and furious 8 fast and furious 8 fast and furious 8 fast and furious 8 fast and furious 8 fast and furious 8 fast & furious 8 fast & furious 8

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – L’INSOFFERENZA DI AMADEUS VERSO LA RAI È ESPLOSA DURANTE IL FESTIVAL DI SANREMO 2024, QUANDO IL DG RAI  GIAMPAOLO ROSSI, SU PRESSIONE DEI MELONI DI PALAZZO CHIGI, PROIBI' AI RAPPRESENTANTI DELLA PROTESTA ANTI-GOVERNATIVA DEI TRATTORI DI SALIRE SUL PALCO DELL'ARISTON - IL CONDUTTORE AVEVA GIÀ LE PALLE PIENE DI PRESSIONI POLITICHE E RACCOMANDAZIONI PRIVATE (IL PRANZO CON PINO INSEGNO, LE OSPITATE DI HOARA BORSELLI E POVIA SONO SOLO LA PUNTA DELLA CAPPELLA) E SI È LANCIATO SUI DOLLARONI DI DISCOVERY – L’OSPITATA “SEGRETA” DI BENIGNI-MATTARELLA A SANREMO 2023, CONSIDERATA DAI FRATELLINI D’ITALIA UN "COMIZIO" CONTRO IL PREMIERATO DELLA DUCETTA, FU L'INIZIO DELLA ROTTURA AMADEUS-PRESTA…

DAGOREPORT - DOVE VA IL PD, SENZA LA BANANA DELLA LEADERSHIP? IL FALLIMENTO DI ELLY SCHLEIN È SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI. GENTILONI È UNA “SAPONETTA” SCIVOLATA DA RUTELLI A RENZI, PRIVO DI PERSONALITÀ E DI CARISMA. QUALITÀ ASSENTI ANCHE NEL DNA DI FRANCESCHINI, ORLANDO E GUERINI, PER NON PARLARE DI BONACCINI, CHE HA LO STESSO APPEAL DI UNA POMPA DI BENZINA - ECCO PERCHÉ, IN TALE SCENARIO DI NANI E BALLERINI, SOSTENUTO DAI MAGHI DELL’ULIVO BAZOLI E PRODI, BEPPE SALA POTREBBE FARCELA A RAGGRUPPARE LA SINISTRA E IL CENTRO E GUIDARE LE ANIME DIVERSE E CONTRADDITTORIE DEL PD. NELLO STESSO TEMPO TROVARE, ESSENDO UN TIPINO PRAGMATICO, UN EQUILIBRIO CON L’EGO ESPANSO DI GIUSEPPE CONTE E SQUADERNARE COSÌ UNA VERA OPPOSIZIONE AL GOVERNO MELONI IN CUI SCHLEIN HA FALLITO