IL DIVANO DEI GIUSTI - CHE FILM ABBIAMO SE NON VEDIAMO ITALIA - SPAGNA? AVETE "GHOST", MA PASSA ANCHE "AMERICAN GIGOLO" - IN SECONDA SERATA OCCHIO AL DECAMEROTICO “FIORINA LA VACCA”. NELLA NOTTE TROVATE ANCHE IL TERRIBILE “TRAVOLTI DAL DESTINO”, CON MADONNA E ADRIANO GIANNINI AL POSTO DI MARIANGELA MELATO E GIANCARLO GIANNINI, E “CARNALITÀ MORBOSA” - CHIUDO CON LA LETTERA DI UN LETTORE, CHE GIRO A TUTTI I CULTORI DI CINEMA MINORE, SU UN MISTERO CINEMATOGRAFICO: IL FILM "IL MISTERO DELL'AQUILA NERA"… - VIDEO

-

Condividi questo articolo


Marco Giusti per Dagospia

 

ghost ghost

Ma se non vediamo Italia - Spagna, se non andiamo al cinema a vedere "Inside Out 2", se abbiamo già visto "The Boys" che film abbiamo in chiaro nella giornata più calda di giugno? Bella domanda. Canale 5 alle 21, 20 spara un filmone popolar-sentimentale come "Ghost - Fantasma" di Jerry Zucker con Demi Moore ceramista e Patrick Swayze che la provoca anche da morto. Qualche fan di "Ghost" ci ricasca sempre. Allora fece epoca tutto. L'idea del Fantasma che non demorde, Whoopi Goldberg che ti mette in comunicazione con l'aldilà, la scena erotica con lei che modella la creta e lui dietro in modalità te l'appizzo...

 

toto d'arabia toto d'arabia

 Cine 34 alle 21 propone il tardo "Totò d'Arabia" diretto da Paolo Heusch ma firmato dallo spagnolo Jose Antonio de la Loma per motivi di sovvenzioni statali, con Totò, la bella Nieves Navarro, moglie del coproduttore Luciano Ercoli, un bel po' di facce spagnole, Fernando Sancho, Jorge Rigaud e il fedelissimo Mario Castellani. Nato come parodia di Lawrence d'Arabia il film venne trasformato sul set in parodia di 007. Girato a Barcellona dai fratelli Balcazar, legatissimi a Ercoli e ai primi anni del western all’italiana.

 

toto d'arabia 1 toto d'arabia 1

Nella sua monografia su Totò (“I film di Totò”, Le Mani, 1998), Alberto Anile racconta che un giorno Heusch si prese sottobraccio Totò e lo portò a vedere Lawrence d’Arabia di David Lean. “Beh, sì”, disse Totò alla fine della proiezione, “questo è un capolavoro, non dovremmo neanche fare un film su una cosa così”. Ma il film si farà, e Totò, stranamente, andò pure a girarlo a Barcellona dai Balcázar, viaggiando in treno e portandosi dietro la sua Cadillac e l’autista, Cafiero. Fu lì che incontrò Franco e Ciccio che stavano girando un western comico. Lo vidi quando usci' e ricordo che Totò Lawrence faceva ridere. Come farebbe ridere un De Luca truccato da Lawrence.

american gigolo american gigolo

La 7 alle 21, 15 propone il televisivo "Il processo di Norimberga" diretto da Yves Simeneou con Alec Baldwin, Brian Cox, Jill Hennessy, Christopher Plummer e Roger Dunn. Bella mattinata, però.  La 7D alle 21, 15 ripropone l'appendice passato "American Gigolo" di Paul Schrader con Richard Gere, Laureen Hutton, Hector Elizondo, Nina Van Pallandt, Bill Duke. Gran film. Canale 27 alle 21, 15 passa un veramente raro, ma temo non così interessante "La storia infinita 2" sequel diretto da Jonathan Brandis con Kenny Morrison, Clarissa Burt.

 

ladre per caso ladre per caso

Su Cielo alle 21, 20 appare un più divertente "Ladre per caso" , commedia diretta da Pascal Bourdiaux con Jean Reno, Reem Kherici, Camille Xhampux e Famke Janssen. Su Tv2000 alle 20, 55 passa un poco noto biopic su uno sconosciuto eroe di guerra che salvò celebri artisti ebrei, come Chagall, Max Ernst, Thomas Mann dalla follia nazista "Varian Fry - Un eroe dimenticato" diretto da Lionel Chetwynd con William Hurt, Julia Ormond, Matt Craven, Alan Arkin.

 

una doppia verita' una doppia verita'

Rai Movie alle 21, 10 propone un thriller, “Una doppia verità”, diretto da Courtney Hunt con Keanu Reeves, Renée Zellweger, Gugu Mbatha-Raw, James Belushi, Jodi Lyn Brockton, dove un avvicato difende un ragazzo di 17 anni accusato di aver ucciso il padre. Ma è davvero innocente come pensa la madre? Critiche davvero modeste.

 

ROBERT PATTINSON - CIVILTA PERDUTA ROBERT PATTINSON - CIVILTA PERDUTA

Piuttosto bello, e molto classico, “Civiltà perdute” o “The Lost City of Z”, diretto dal sofisticato James Gray con Charlie Hunnam, Tom Holland, Sienna Miller, Robert Pattinson, Angus MacFadyen, Iris alle 21, 10, ricostruzione piuttosto precisa della scomparsa di un grande esploratore inglese, Percy Fawcett che a 58 anni, partendo da Cuiabá, insieme al figlio diciottenne Jack e all’amico Raleigh Rimell parte alla ricerca di una sorta di Eldorado in piena Amazzonia. Il 29 maggio 1925 è la data dell’ultima lettera dell’esploratore alla moglie. Dopo non se ne seppe più nulla.

ribelli 1 ribelli 1

 

Rai 2 alle 21, 20 propone il mai visto né sentito “Il vigneto dell’amore”, film canadese diretto da tal David Weaver con Laura Osnes, Juan Pablo Di Pace, Matthew James Dowden, Eric Keenleyside, Lini Evans. Meglio, ma non di molto, l’avventuroso con palombari alla ricerca di un carico d’oro scomparso in mare nel 1715, “Tutti pazzi per l’oro”, diretto da Andy Tennant con Matthew McConaughey, Kate Hudson, Donald Sutherland, Alexis Dziena, Ewen Bremner, Italia 1 alle 21, 20. Così così.

 

the terminal the terminal

Ancora poiù interessante “Ribelli” di Allan Mauduit con Cécile De France, Yolande Moreau, Audrey Lamy, Simon Abkarian, Samuel Jouy, storia di tre operaie che inscatolano il pesce che diventano casualmente criminali e ribelli. Contro tutto e tutti. E armate. Su Rete 4 alle 21, 25 torna il sempre notevole “The Terminal”, diretto da Steven Spielberg con un grande Tom Hanks che si ritrova cittadino senza patria nel terminal di un grande aeroporto, Catherine Zeta-Jones, Stanley Tucci, Diego Luna, Zoë Saldana, Kumar Pallana.

la fidanzata di papa. la fidanzata di papa.

 Su Tv8 alle 21, 30 è la volta della commedia “La fidanzata di papà” diretta da Enrico Oldoini con Massimo Boldi, Simona Ventura, Elisabetta Canalis, Natalia Bush, Martina Pinto, Nino Frassica, i Fichi d’India, Loredana De Nardis, tutto girato a Miami. Occhio a Enzo Salvi che, circuito da un Izzo in versione donna se ne esce con “"a me me piace la patata mica il pesce!". Finissimo.

 

il comune senso del pudore 2 il comune senso del pudore 2

Passiamo alla seconda serata con il biopic “Dalida” dedicato alla celebre cantante italo-franco-egiziana, diretto da Lisa Azuelos con Sveva Alviti, Riccardo Scamarcio, Jean-Paul Rouve, Nicolas Duvauchelle. Sveva Alviti sarà la madrina del Festival di Venezia questo fine agosto. Su Cine 34 alle 22, 55 torna il fenomenlae “Il comune senso del pudore” diretto da Alberto Sordi, scritto da Rodolfo Sonego con Claudia Cardinale, Alberto Sordi, Florinda Bolkan, Rossana Di Lorenzo, Cochi Ponzoni.

 

dagmar lassander philippe noiret il comune senso del pudore dagmar lassander philippe noiret il comune senso del pudore

Tre episodi dedicati all’impatto della ventata di cinema porno e stampa erotica sulla società italiana. Da urlo l’ultimo episodio, quello con la protagonista, Dagmar Lassander, che si rifiuta di fare la scena del cavallo e il produttore, Philippe Noiret, che le spiega che “L’ingroppata è artistica”. “La Taularde”, diretto da Audrey Estrougo, che ha diretto parte degli episodi della recente serie dedicata a Karl Lagerfeld, interpretato da Sophie Marceau, Suzanne Clément, Anne Le Ny, Marie Denarnaud, Alice Belaïdi, Rai4 alle 23, 35, è un dramma carcerario al femminile dove una donna borghese, professoressa!, finisce in carcere perché ha aiutato il marito a evadere.

 

space cowboys 2 space cowboys 2

Su Italia 1 alle 23, 45 passa il profetico “Virus letale” diretto da Wolfgang Petersen con Dustin Hoffman, Rene Russo, Morgan Freeman, Donald Sutherland, Cuba Gooding jr., mentre su Irios a mezzanotte l’ottimo western spaziale diretto da Clint Eastwood “Space Cowboys” con Con Clint Eastwood, Tommy Lee Jones, Donald Sutherland, James Garner. Davvero riuscito. Rete 4 alle 0, 10 propone “presunto innocente”, classico legal drama diretto da Alan J. Pakula con Harrison Ford, Greta Scacchi, Brian Dennehy, Raul Julia, Bonnie Bedelia che trovate anche in versione seriale su Apple tv+.

presunto innocente 3 presunto innocente 3

 

Rai Movie all’1 propone la commedia “Se scappi ti sposo” di Garry Marshall con Julia Roberts, Richard Gere, Joan Cusack, Hector Elizondo. Aprite gli occhi sul decamerone di Galliano Juso (produttore) ispirato a Ruzante, cioè “Fiorina la vacca”, diretto da Vittorio de Sistio con un cast di bellissime, Ornella Muti, Janet Agren, Ewa Aulin, Angela Covello, Jenny Tamburi e di bravi attori, Felice Andreasi, Gastone Moschin, Renzo Montagnani.

 

fiorina la vacca fiorina la vacca

Iris alle 2, 30 passa il terribile remake diretto da Guy Ritchie di un classico di Lina Wertmuller, cioè “Travolti dal destino”, con Madonna e AdrianO giannini al posto di Mariangela Melato e Giancarlo Giannini. Con loro anche Bruce Greenwood, Jeanne Tripplehorn, Elizabeth Banks. Il pubblico lo snobbò proprio. Si ragiona su Cine 34 alle 3, 05 con l’hard, che stasera vedrete in versione soft (non protestate…) “Carnalità morbosa” diretto da Mario Siciliano con Marina Hedman Frajese, Sonia Bennett, Adriano Bonfanti, Enzo Andronico, Bruno Romagnoli.

madonna adriano giannini travolti dal destino madonna adriano giannini travolti dal destino

Sembra che Enzo Andronico, comico palermitano legato a Franco e Ciccio, non sapesse di essere finito in un hard e avesse fatto togliere la versione hard dalle sale dopo aver fatto causa. Gli esperti sostengono che il film non esista più in versione hard. Peccato! Leggo che dovrebbe esserci nel cast anche Luisa Bonfanti, amica di Pasolini, che dopo aver girato qualche hard si suicidò nel giugno del 1984 e la cui vita ha ispirato Franco Angeli, l'artista, che le ha dedicato addirittura un'opera teatrale, andata in scena a Roma al Teatro Colosseo nel 2003. Ma non è sicuro che Luisa Bonfanti e Adriana Bonfanti, così è citata sui titoli di testa, sia la stessa persona.

travolti dal destino travolti dal destino

 

La chiudo su “Mondo matto al neon”, svitatissimo titolo per un documentario erotico di Carlo Veo del 1963.  E rilancio con la lettera di un appassionato lettore di Dagospia, il signor Guido Reggi, che giro a tutti i cultori di cinema minore. Anche perché del film in questione non ne so assolutamente nulla:

 

carnalita morbosa carnalita morbosa

“Spett. Marco Giusti, la disturbo per risolvere un mistero cinematografico: Di questo film non ho trovato quasi nulla in rete, solo ipotesi o notizie frammentarie. (questo cast è PURA FANTASCIENZA Trafiletto allegato tratto dalla rivista L'Eternauta n.90-1990)

- secondo una fonte (non verificata) “Il Mistero dell'Aquila Nera” è un film di fantascienza che parla di una fatidica partita tra immigranti e alieni (!!!!!) e ad allenare una delle due squadre ci dovrebbe essere Giorgio Chinaglia - Da varie fonti risulta che il regista di cognome faccia Mazzanti, ma di nome si è indecisi tra Gianni e Vittorio.

 

Il primo si scopre che è un doppiatore morto nel 2000, mentre il secondo è davvero il regista morto il 16 novembre 1993. La conferma arriva quando recuperati i bollettini ufficiali della Direzione Generale del MiBACT si legge che Vittorio Mazzanti è soggettista, sceneggiatore e regista de “Il Mistero dell'Aquila Nera”.

 

mondo matto al neon mondo matto al neon

-Nel medesimo documento si può leggere anche chi fu il produttore dell'opera che corrisponde alla Filmark di Tomei Roberto che aveva sede a Roma in via Mirabella Eclano 49, ma che oggi  non esiste più. Una società omonima (sottoforma di cooperativa), produttrice di un film “articolo 28”, intitolato Il mistero dell’Aquila nera per la regia di Vittorio (o Gianni) Mazzanti, che rimase senza visto censura e distribuzione. - Anche la data in cui il film è stato girato è riportata sotto due voci l'88 e il '90, ma il bollettino conferma la data di registrazione (N° 8010) della sceneggiatura avvenuta il 16 marzo 1989, quindi molto probabilmente l'uscita del film è avvenuta l'anno seguente.

 

- secondo il Davinotti esiste un John Mazzanti (alias Vittorio Mazzanti) regista di un drammatico/erotico dal titolo "Donna?" girato nel 1992 ma uscito solo nel 1997 su VHS

- nella filmografia dell'attrice Luciana Frazzetto e' indicato il Mistero dell'aquila nera

Nel cast  figurano anche Vincenzo Zingaro, Walter Toschi, Paolo Fiorino e Antonella Sperati, ma nessuno di essi sa che fine abbia fatto il film e le sue copie.”

ghost fantasma 2 ghost fantasma 2 ghost 1 ghost 1 madonna adriano giannini travolti dal destino madonna adriano giannini travolti dal destino demi moore patrick swayze whoopi goldberg ghost fantasma demi moore patrick swayze whoopi goldberg ghost fantasma richard gere american gigolo? richard gere american gigolo? TOM HANKS - THE TERMINAL TOM HANKS - THE TERMINAL carnalita morbosa. carnalita morbosa. carnalita morbosa 9 carnalita morbosa 9 carnalita morbosa. 2 carnalita morbosa. 2 sabrina ferilli versione dalida sabrina ferilli versione dalida il comune senso del pudore il comune senso del pudore fiorina la vacca fiorina la vacca fiorina la vacca fiorina la vacca ewa aulin fiorina la vacca 3 ewa aulin fiorina la vacca 3 ewa aulin fiorina la vacca ewa aulin fiorina la vacca GARRY MARSHALL SE SCAPPI TI SPOSO GARRY MARSHALL SE SCAPPI TI SPOSO se scappi ti sposo se scappi ti sposo se scappi, ti sposo se scappi, ti sposo il comune senso del pudore il comune senso del pudore dalida dalida space cowboys 3 space cowboys 3 richard gere american gigolo richard gere american gigolo sabrina ferilli versione dalida sabrina ferilli versione dalida space cowboys 2 space cowboys 2 space cowboys 1 space cowboys 1 ladre per caso ladre per caso SIENNA MILLER - CIVILTA PERDUTA SIENNA MILLER - CIVILTA PERDUTA la fidanzata di papa 2 la fidanzata di papa 2 massimo boldi elisabetta canalis la fidanzata di papa' massimo boldi elisabetta canalis la fidanzata di papa' elisabetta canalis la fidanzata di papa elisabetta canalis la fidanzata di papa ribelli 4 ribelli 4 la fidanzata di papa la fidanzata di papa ribelli 3 ribelli 3 ribelli 2 ribelli 2 demi moore patrick swayze ghost fantasma demi moore patrick swayze ghost fantasma

 

wolfgang petersen virus letale wolfgang petersen virus letale sabrina ferilli versione dalida sabrina ferilli versione dalida

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - LUGLIO SI CONFERMA IL MESE PIÙ CRUDELE PER IL FASCISMO DI IERI (25 LUGLIO, LA CADUTA DEL DUCE) E PER IL POST-FASCISMO DI OGGI (18 LUGLIO, L’EURO-CAPITOMBOLO DELLA DUCETTA) - IL "NO" A URSULA VON DER LEYEN SEGNA LO SPARTIACQUE DEL GOVERNO MELONI NON SOLO IN EUROPA MA ANCHE IN CASA: SI TROVERÀ CONFICCATA NEL FIANCO NON UNA BENSÌ DUE SPINE. OLTRE ALL'ULTRA' SALVINI, S'AVANZA UNA FORZA ITALIA CON VOLTI NUOVI, NON PIÙ SUPINA MA D’ATTACCO, CHE ''TORNI AD ESSERE RIFERIMENTO DEI TANTI MODERATI DEL PAESE” (PIER SILVIO) - ORA I PALAZZI ROMANI SI DOMANDONO: CON DUE ALLEATI DI OPPOSIZIONE, COSA POTRÀ SUCCEDERE AL GOVERNO DELLA UNDERDOG DELLA GARBATELLA? NELLA MENTE DELLA DUCETTA SI FA STRADA L’IDEA DI ANDARE AL VOTO ANTICIPATO (COLLE PERMETTENDO), ALLA RICERCA DI UN PLEBISCITO CHE LA INCORONI “DONNA DELLA PROVVIDENZA” A PIAZZA VENEZIA - MA CI STA TUTTA ANCHE L’IDEA DI UNA NUOVA FORZA ITALIA CHE RIGETTI L'AUTORITARISMO DI FDI PER ALLEARSI CON IL PARTITO DEMOCRATICO E INSIEME PROPORSI ALL’ELETTORATO ITALIANO COME ALTERNATIVA AL FALLIMENTO DEL MELONISMO DEL “QUI COMANDO IO!”

DAGOREPORT - ANZICHÉ OCCUPARSI DI UN MONDO SOTTOSOPRA, I NOSTRI SERVIZI SEGRETI CONTINUANO LE LORO LOTTE DI POTERE - C’È MARETTA AL SERVIZIO ESTERO DELL’AISE, IL VICE DIRETTORE NICOLA BOERI VA IN PENSIONE. CARAVELLI PUNTA ALLA NOMINA DEL SUO CAPO DI GABINETTO, LEONARDO BIANCHI, CHE È CONTRASTATA DA CHI HA IN MENTE UN ESTERNO – ACQUE AGITATE ANCHE PER IL CAPO DELL’AISI, BRUNO VALENSISE: IL SUO FEDELE VICE DIRETTORE CARLO DE DONNO VA IN PENSIONE, MENTRE L’ALTRO VICE, GIUSEPPE DEL DEO, USCITO SCONFITTO DALLA CORSA PER LA DIREZIONE, SCALPITA – MENTRE I RAPPORTI CON PALAZZO CHIGI DELLA DIRETTORA DEL DIS, ELISABETTA BELLONI, SI SONO RAFFREDDATI…

DAGOREPORT – GIORGIA VOTA NO E URSULA GODE – VON DER LEYEN È DESCRITTA DAI FEDELISSIMI COME “MOLTO SOLLEVATA” PER IL VOTO DI GIOVEDÌ, SOPRATTUTTO PERCHÉ ORA NON È IN DEBITO IN NESSUN MODO CON LA DUCETTA – LA PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE UE ERA DETERMINATA A METTERSI NELLE CONDIZIONI DI NON CHIEDERE L'APPOGGIO DI FDI E AVEVA DATO DISPOSIZIONI DI CALCOLARE IN ANTICIPO IL NUMERO DEI FRANCHI TIRATORI – I DUE CONTATTI TELEFONICI CON MELONI PRIMA DEL VOTO E IL TIMORE CHE, SOTTO LA SPINTA DI TAJANI, LA SORA GIORGIA AVREBBE GIOCATO LA CARTA DEL VOTO FAVOREVOLE DI FDI PER INCASTRARLA POLITICAMENTE…

FLASH! - ALLA DIARCHIA DEI BERLUSCONI NON INTERESSA ASSOLUTAMENTE AVERE UN RUOLO POLITICO (MARINA HA IMPOSTO IL VETO A PIER SILVIO). MOLTO MEGLIO AVERE UN PESO POLITICO - DI QUI L'IDEA DI COMPRARE UN QUOTIDIANO GIA' IN EDICOLA ( "IL GIORNO" DI RIFFESER?), VISTO CHE "IL GIORNALE" DI SALLUSTI E ANGELUCCI SERVE ED APPARECCHIA SOLO PER GIORGIA MELONI - IMPOSSIBILITATI PER RAGIONI DI ANTI-TRUST, L'OPERAZIONE DI MARINA E PIER SILVIO VERREBBE PORTATA A TERMINE DA UN IMPRENDITORE AMICO, FIANCHEGGIATORE DI FORZA ITALIA... 

DAGOREPORT - SE "AMERICA FIRST" DI TRUMP CONQUISTERA' LA CASA BIANCA PER L'EUROPA NULLA SARA' COME PRIMA - NEI SUOI 4 ANNI DA PRESIDENTE TRUMP NON HA MANCATO DI EVIDENZIARE L’IRRILEVANZA DELL'UNIONE EUROPEA, ENTRANDO IN CONFLITTO PER LO SCARSO IMPEGNO ECONOMICO A FINANZIARE LA NATO - AL 'NYT' IL TRUCE VANCE HA GIA' MESSO IN CHIARO CHE IL FUTURO DELL'UCRAINA "NON E' NEL NOSTRO INTERESSE" - SE LO ZIO SAM CHIUDE I RUBINETTI, DOVE VA UN'EUROPA DISSANGUATA DALLA GUERRA RUSSO-UCRAINA? AL VECCHIO CONTINENTE NON RESTERA' ALTRO CHE RICOMINCIARE A FARE AFFARI CON IL PRINCIPALE COMPETITOR DEGLI STATI UNITI PER LA SUPREMAZIA GLOBALE, L'ONNIPRESENTE CINA DI XI JINPING - DAVANTI A UNO SCENARIO DEL TUTTO NUOVO, CON L'UE COSTRETTA A RECUPERARE I RAPPORTI CON PECHINO E MOSCA (ORBAN E' GIA' AL LAVORO), COME REAGIRA' L'EX "SCERIFFO DEL MONDO"?