IL DIVANO DEI GIUSTI/2 - E IN CHIARO CHE VEDIAMO? VI ATTENDE UNA SERATA MEDIAMENTE INTERESSANTE, ANCHE SENZA GRANDI NOVITÀ - IN PRIMA SERATA C'E' IL BELLISSIMO "TURNER", IL MOLTO VISTO, MA SEMPRE DIVERTENTE, “DOVE OSANO LE AQUILE”, E IL FANTASY-AVVENTUROSO “ADELE E L’ENIGMA DEL FARAONE” - NELLA NOTTE PASSA ANCORA UNA VOLTA LA COMMEDIA EROTICA-SOFISTICATA “LA CUGINA”, MA OCCHIO AL NOTEVOLISSIMO “YOUNG ADULT”, DOMINATO DA UNA CHARLIZE THERON DA URLO IN UN RUOLO DA PROTAGONISTA “STRONZA, PSICOTICA E ZOCCOLA”… - VIDEO

-

Condividi questo articolo


Marco Giusti per Dagospia

 

turner turner

Stasera se non vi buttate a vedere “Shogun” su Disney + o a rivedere “Dune Parte Uno” per capire meglio in sala “Dune Parte Due”, in chiaro vi attende una serata mediamente cinematograficamente interessante, anche senza grandi novità. Su Tv2000 alle 20, 55 c’è il bellissimo “Turner” di Mike Leigh, che ha lavorato a questo film per dieci anni e lo ha messo in piedi con un budget ridicolo. Talmente sottile nella scrittura e denso nella messa in scena e nella ricostruzione di ogni dettaglio, che i giurati di Cannes non lo capirono del tutto, anche se premiarono il suo protagonista, Timothy Spall, che diventa qui un grande eroe dickensiano e romantico.

 

turner turner

I critici inglesi, da Peter Bradshaw a Scott Foundas, avevano da subito urlato al capolavoro. Il film è un grande affresco tragicomico di due ore e mezzo su venticinque anni della vita del celebre pittore inglese J.M.W.Turner (1775-1851), interpretato da un Timothy Spall che incontra finalmente il ruolo di una vita malgrado si esprima molto spesso con grugniti e digrignamenti di denti. Grrr...

turner turner

 

Scritto e diretto con grande intelligenza drammaturgica e rispetto storico, mentre Dick Pope, storico direttore della fotografia del regista, cerca di ricostruire visivamente e digitalmente (ahi…) lo sguardo di Turner sui cieli e sui mari in tempesta inglesi e sulle sue osservazioni sulla luce e sul colore. "Il sole è Dio", dirà prima di morire. Ma Mike Leigh non vuole costruire un ritrattino piccolo borghese dell'artista, punta da subito a contestualizzarlo nel suo mondo, a cavallo tra la fine di un secolo ancora classicista e le nuove invenzioni e scoperte del secolo nascente.

 

clint eastwood dove osano le aquile clint eastwood dove osano le aquile

Molto visto, ma sempre divertente, su Iris alle 21, il comedy war “Dove osano le aquile” di Brian G. Hutton con Richard Burton, Clint Eastwood, Mary Ure, Patrick Wymark, Michael Hordern, con soggetto e sceneggiatura scritti da Alistair MacLean. Due ore e mezzo di azione e di sparatorie sulle montagne austriache. Credo che la scena della locanda di “Bastardi senza gloria” sia tutta ispirata a questo film, dove vedevamo un assurdo Clint Eastwood con ciuffone alla Callahan vestito da nazista per camuffarsi. Clint lo aveva ribattezzato “Dove osano le controfigure” (Where Doubles Dare”), viste le tante scene di montagna girate con gli stuntmen.

sms, sotto mentite spoglie. sms, sotto mentite spoglie.

Burton invece odiava i film di guerra, ma fu proprio lui a volerlo fare per far colpo sul figlio di Liz, che adorava invece questo genere di cinema. Allora il produttore Elliot Kastner invitò MacLean a scrivere una storia adatta a lui. Sembra che non la smise mai di bere e appena poteva si chiudeva coi suoi amici Peter O’Toole e Richard Harris. Bel cast, comunque, Mary Ure, Patrick Wymark, Ingrid Pitt e Derren Nesbitt. Cine 34 alle 21 propone una riuscita commedia di Salemme, “SMS. Sotto mentite spoglie” con Vincenzo Salemme, Giorgio Panariello, Luisa Ranieri, Lucrezia Lante Della Rovere, storia di amore e tradimenti possibili e immaginari.

 

midnight special midnight special

Canale 20 alle 21, 05 propone il più raro, ma certo meno popolare “Midnight Special”, fantascientifico scritto e diretto da Jeff Nichols con Michael Shannon, Jaeden Lieberher, Joel Edgerton, Kirsten Dunst, Adam Driver, Sam Shepard, dove un padre, Shannon, scappa con suo figlio dotato di super poteri, inseguito dagli uomini del governo e da una setta di fanatici religiosi. Rai Movie alle 21, 10 propone invece “Sommersby” di Jon Amiel con Jodie Foster, Richard Gere, Bill Pullman, James Earl Jones, remake americano del francese “l ritorno di Martin Guerre!”, con un soldato, il Sommersby del titolo, che torna dalla guerra e viene accolto dalla moglie come il vero marito.

adele e l’enigma del faraone adele e l’enigma del faraone

 

Anche se non ha le stesse cicatrici di quello, il cane non lo riconosce, ecc. Lei aspetta anche un figlio. Ma il problema principale viene dalle accuse che pesano sul vero Sommersby che potrebbe portarlo alla forca. Certo, che se non fosse il vero Sommersby… Carino il fantasy-avventuroso di Luc Besson “Adele e l’enigma del faraone” con Louise Bourgoin, Mathieu Amalric, Jean-Paul Rouve, Gilles Lellouche, Frédérique Bel. Cielo alle 21, 15 propone il modesto fantascientifico “Termination Point” di Jason Bourque con Jason Priestley, Lou Diamond Phillips, Garwin Sanford, Gary Hudson, Stefanie von Pfetten.

MOONFALL MOONFALL

 

Meglio la cazzatona “Moonfall” di Roland Emmerich con Halle Berry, Patrick Wilson, John Bradley, Michael Peña, Donald Sutherland, Rai 4 alle 21, 20. Anche se molto vista. Su Italia 1 alle 21, 20 c’è ancora Liam Neeson in cerca di vendetta e di gente da menare in “Taken 3” di Olivier Megaton con Liam Neeson, Famke Janssen, Maggie Grace, Forest Whitaker, Jon Gries, Leland Orser.

kurt russell stargate kurt russell stargate

 

Ancora più interessante “Stargate”, altro fantascientifico, ma più delirante, di Roland Emmerich con Kurt Russell, James Spader, lo strepitoso Jaye Davidson di “La moglie del soldato” in versione superqueer, Alexis Cruz, Mili Avital.  Ci sono battute incredibili, come "Give my regards to King Tut, asshole". Roger Ebert scrive che è l’opera massima in vista della quale anni di film trash diretti da Ed Wood ci hanno preparato. Imperdibile.

vengo anch io 5 vengo anch io 5

Passiamo alla seconda serata con un bel documentario di Fabrizio Corallo e Valeria Parisi du Ennio Flaiano, cioè “Ennio Flaiano, straniero in patria”, Rai Storia alle 22, ricostruzione della vita del celebre scrittore e sceneggiatore con interviste a Federico Fellini, Vittorio Gassman, Suso Cecchi D’Amico, Ugo Gregoretti e la moglie Rosetta Rota. Su Cine 34 alle 22, 55 passa l’opera prima e unica della coppia comica Nuzzo-Di Baise, cioè “Vengo anch’io” con Con Corrado Nuzzo, Maria Di Biase, Gabriele Dentoni, Cristel Caccetta, Ambra Angiolini. “Mi hai riconosciuto dal profilo di #cartogheter?” – “No, dalla macchina di merda”.

 

vengo anch io 6 vengo anch io 6

Fu, quando uscì, un ottimo esordio comico italiano, cattivo, aggressivo, divertente, politicamente scorretto e pieno di battute pesanti. Brutti, sfigati e cattivi, Corrado e Maria sono due buffi rifiuti della società patinata di oggi che si incontrano casualmente per un viaggio verso il Salento, allora territorio cinquestelle. Lui, Corrado, imbottito di farmaci di ogni tipo, è un reduce di una sinistra scomparsa (“Anche io avevo dei sogni, poi il comunismo è crollato, il muro è caduto, la Seat Marbella non la producono più…”) che va in Salento per suicidarsi.

 

vengo anch io 3 vengo anch io 3

Lei, Maria, appena uscita di prigione per aver accoltellato quello che pensava fosse l’uomo che l’aveva messa incinta diciotto anni prima, va a Brindisi a trovare la figlia, Cristel Caccetta. In auto con loro un buffo ragazzetto con la sindrome di Asperger, in grado di dire solo la verità. Attraversano un’Italia desolata dove anche i ristoratori della costa marchigiana sembrano diventati tutti leghisti alla Traini. “Uccidili tutti: non ne voglio che rimanga uno vivo. Sti meridionali ‘emmerda”, dice il pur napoletanissimo Francesco Paolantoni.

 

la cugina la cugina

Ovviamente tra il depresso di sinistra pronto al suicidio e l’ex galeotta con la borsetta piena di sex toys (“è un byte, la notte digrigno”) scoppia la scintilla, anche se a lui non tirava più da tempo. In fondo, Maria è romantica, tanto che si ricorda ancora il complimento che le fece l’uomo che la mise incinta, “Che bello culo che teni”. Cielo alle 23, 15 rispolvera ancora una volta la commedia erotica-sofisticata “La cugina” di Aldo Lado con Massimo Ranieri che ama la bella cugina Dayle Haddon, anche se lei sposerà il più ricco Christian De Sica.

dio esiste e vive a bruxelles 1 dio esiste e vive a bruxelles 1

Su tele San Marino alle 23, 30 ci ripropongono con piacere “Grand Hotel” di Edmund Goulding con Greta Garbo tra le braccia di John Barrymore, Wallace Beery, Joan Crawford, Lionel Barrymore, Lewis Stone, capolavoro della MGM di Irving Thalberg. Su Rai Movie alle 23, 35 passa la commedia di buona fattura “Il medico di campagna” di  Thomas Lilti con François Cluzet, Marianne Denicourt, Isabelle Sadoyan, Félix Moati, Christophe Odent, mentre LA7D alle 23, 35 propone la commedia satirica “Dio esiste e vive a Bruxelles” di  Jaco Van Dormael con uno spettacolare Benoît Poelvoorde con Dio in version e belga con ciavatte, Yolande Moreau, Catherine Deneuve, Pili Groyne, Laura Verlinden.

 

delitto sull’autostrada 3 delitto sull’autostrada 3

Su Italia 1 alle 23, 40 trovate “Mission: Impossible III” di J.J. Abrams con Tom Cruise, Michelle Monaghan, Ving Rhames, Keri Russell, Philip Seymour Hoffman, che non reggeva il confronto con i primi due film della serie diretti da Brian De Palma e John Woo. Torna Tomas Milian su Cine 34 alle 0, 40 con “Delitto sull’autostrada” diretto da Bruno Corbucci con Viola Valentino, Bombolo, Olimpia Di Nardo, Giorgio Trestini, Adriana Russo. Su Rai Movie all’1, 25 la commedia francese di Dany Boom “Raid – Una poliziotta fuori di testa” con Alice Pol, Dany Boon, Michel Blanc, Yvan Attal, Patrick Mille, Sabine Azéma.

 

young adult young adult

Occhio su 7Gold all’1, 30 perché passa il notevolissimo “Young Adult” di Jason Reitman, benissimo scritto dalla Diabo Cody di “Juno” e dominato da una Charlize Theron da urlo in un ruolo da protagonista “stronza, psicotica e zoccola”. Uno sguardo cupissimo della provincia americana e una storia sgradevole che non piacquero al grande pubblico. Mavis Gary, la protagonista non più giovanissima di “Young Adult”, un tempo reginetta della scuola in quel di Mercury nel Minnesota, un posto che “puzza di merda di pesce”, poi fuggita a Minneapolis, dove ha incontrato un certo successo come scrittrice di romanzetti rosa per “giovani adulti” (ma firma solo nel retro della copertina), non è cattiva, ma si trascina dietro un dolore e una depressione che sembrano frutto di un paese che non può che produrre malessere.

 

young adult young adult

Come l’Orlando Bloom di “Elizabethtown”, sull’orlo del suicidio prima del suo viaggio verso la casa paterna, anche lei è già in preda a una profonda crisi, colmata con inutili serate di sesso e alcool prima di intraprendere il suo viaggio di ritorno verso Mercury. Il motivo, però, se lo costruisce di sana pianta. Rivuole a tutti i costi Buddy Slade, cioè Patrick Stewart (“Watchmen”), il suo fidanzatino dei tempi della scuola, che ora è un uomo apparentemente felice, sposato e con fresca figlioletta.

young adult 2 young adult 2

 

Ovvio che Mavis Gary, “stronza psicotica e zoccola” come se la ricordano a Mercury, farà qualsiasi cosa per riaverlo. Ma soprattutto si bombarderà di bourbon e di bombe distillate in casa da Matt Freehauf, il meraviglioso Patton Oswalt, un ciccione abbandonato nelle sitcom tv dieci anni fa, un suo vecchio compagno di scuola sfigato e sciancato che a stento ha riconosciuto. E’ Matt una delle grandi trovate del film, che altrimenti sarebbe stato identico ai tanti ritorni a casa americani che negli anni abbiamo visto, e, ovviamente, una Charlize Theron che ci riporta alle psicopatiche alcoliste anni ’60 alla Joanne Woodward e alla Elizabeth Taylor di un tempo.

a.a.a. massaggiatrice bella presenza offresi 1 a.a.a. massaggiatrice bella presenza offresi 1

I due, l’ex-reginetta di bellezza e il ragazzo più sfigato della scuola, formano una coppia di depressi odiosi e cattivi che fanno lievitare il film verso una dimensione di rancori inespressi che produrranno altro malessere mettendo a nudo, come si diceva un tempo, il vuoto della provincia e della famiglia americana. Cine 34 alle 2, 45 propone un giallo-erotico un tempo (prima di Cine 34…) rarissimo, “A.A.A. massaggiatrice bella presenza offresi” di Demofilo Fidani con Paola Senatore sempre nuda, Simonetta Vitelli, Jerry Colman, Raffaele Curi, Carlo Gentili, Ettore Manni, Jack Betts, Giancarlo Prete.

ania pieroni ladies and gentlemen ania pieroni ladies and gentlemen

 

Leggo che ci sono delle perle, Howard Ross vestito da Superfly e la scena di sesso tra Franco Ressel e la Senatore. Incredibile la sponsorizzazione del mobilificio "Il Pentagono" di Guidonia. Iris alle 2, 40 presenta il polpettone con giallo e storia d’amore tra una giapponese e un americano ambientato durante la seconda guerra mondiale “La neve cade sui cedri”, diretto dall’australiano Scott Hicks con Ethan Hawke, Youki Kudoh, Max Von Sydow, Rick Yune, James Cromwell, Richard Jenkins. Su Rete 4 alle 3 passa la commedia alla Frank Capra (seee…) “Ladies e Gentlemen”, già “Toilette”, diretta da Tonino Pulci con Maurizio Micheli, Renato Scarpa, Ania Pieroni, Massimo Lopez, Claudia Poggiani. E

 

a chi tocca, tocca... a chi tocca, tocca...

’ qui che sembra il regista osò dare un ceffone a Ania Pieroni e lei si presentò il giorno dopo col suo fidanzato, Bettino Craxi. Sarà vero? Pulci non fece più nulla per anni, però. Rai Movie alle 3, 15 presenta invece “A chi tocca, tocca...!” diretto in giro per l’Europa (Amsterdam, Venezia…) da Gianfranco Baldanello e Menahem Golan con Fabio Testi a caccia di uranio, Janet Agren sempre in mutande, Assaf Dayan, il figlio attore di Moshe Dayan, Siegfried Rauch, Oded Kotler, Gianni Rizzo, tardo eurospy italo-tedesco-israeliano.

malabimba. malabimba.

 

Su Cine34 alle 3, 45 torna “Malabimba” di Andrea Bianchi con Katell Laennec, Patrizia Webley, Enzo Fisichella, Mariangela Giordano, Giuseppe Maroccu. La malabimba del titolo è un’invasata che si masturba davanti a uno zio infermo che ci rimane secco sul colpo, seduce poi una suora che finirà suicida, e si prepara al gran finale. La chiudo qui. Difficile trovare un film più trash.

malabimba malabimba

 

dove osano le aquile dove osano le aquile malabimba 1 malabimba 1 malabimba malabimba

 

dove osano le aquile dove osano le aquile taken 3 – l’ora della verita 1 taken 3 – l’ora della verita 1 a chi tocca, tocca... a chi tocca, tocca... la neve cade sui cedri 2 la neve cade sui cedri 2 la cugina la cugina la neve cade sui cedri 2 la neve cade sui cedri 2 la neve cade sui cedri la neve cade sui cedri a.a.a. massaggiatrice bella presenza offresi a.a.a. massaggiatrice bella presenza offresi a.a.a. massaggiatrice bella presenza offresi a.a.a. massaggiatrice bella presenza offresi la cugina la cugina jaye davidson stargate jaye davidson stargate taken 3 – l’ora della verita taken 3 – l’ora della verita moonfall moonfall moonfall moonfall young adult 1 young adult 1 young adult young adult moonfall 1 moonfall 1 una poliziotta fuori di testa. una poliziotta fuori di testa. raid – una poliziotta fuori di testa raid – una poliziotta fuori di testa joan crawford grand hotel joan crawford grand hotel il medico di campagna il medico di campagna greta garbo grand hotel 1 greta garbo grand hotel 1 delitto sull’autostrada 4 delitto sull’autostrada 4 joan crawford john barrymore grand hotel joan crawford john barrymore grand hotel delitto sull’autostrada delitto sull’autostrada tomas milian delitto sull'autostrada tomas milian delitto sull'autostrada tomas milian bombolo delitto sull’autostrada tomas milian bombolo delitto sull’autostrada delitto sull’autostrada 1 delitto sull’autostrada 1 greta garbo grand hotel greta garbo grand hotel halle berry moonfall halle berry moonfall dio esiste e vive a bruxelles 2 dio esiste e vive a bruxelles 2 dio esiste e vive a bruxelles 1 dio esiste e vive a bruxelles 1 dio esiste e vive a bruxelles dio esiste e vive a bruxelles dio esiste e vive a bruxelles dio esiste e vive a bruxelles dio esiste e vive a bruxelles 2 dio esiste e vive a bruxelles 2 midnight special 1 midnight special 1 sms, sotto mentite spoglie sms, sotto mentite spoglie sommersby sommersby sommersby sommersby adele e l’enigma del faraone adele e l’enigma del faraone adele e l’enigma del faraone adele e l’enigma del faraone termination point termination point dove osano le aquile dove osano le aquile vengo anch io 2 vengo anch io 2 Ladies & Gentlemen Ladies & Gentlemen malabimba 5 malabimba 5 malabimba6 malabimba6

 

malabimba 2 malabimba 2 a.a.a. massaggiatrice bella presenza offresi 2 a.a.a. massaggiatrice bella presenza offresi 2 stargate stargate MOONFALL MOONFALL

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

FLASH! - A TORINO, PER IL DOPO PALENZONA ALLA PRESIDENZA DI CRT, SI STANNO SONDANDO LE ISTITUZIONI SUL NOME DI MICHELE VIETTI, MAGISTRATO EX-CSM, OGGI DISOCCUPATO. UN NOME CHE È GRADITO AL SINDACO DI TORINO, STEFANO LORUSSO, CHE NON HA MAI SOPPORTATO LA PRESENZA E SOPRATTUTTO LA DISUBBIDIENZA DI PALENZONA - A DAR VOCE ALLA CANDIDATURA DI VIETTI C'È LA DI LUI CONSORTE, CATERINA BIMA, CHE RICOPRE IL RUOLO DI VICE PRESIDENTE DI CRT ED È STATA TRA GLI OPPOSITORI DELLA GESTIONE PALENZONA...

DAGOREPORT - CONTINUA L’IMBROGLIO-SCHLEIN: ELLY RINCULA SUL NOME NEL SIMBOLO DANDO LA COLPA A BONACCINI (SIC!) E SI RIMANGIA ''CAPOLISTA OVUNQUE": LO SARA' SOLO AL CENTRO E NELLE ISOLE - ALLA DIREZIONE NAZIONALE DEL PD DI IERI LA SVALVOLATA MULTIGENDER HA PERSO LA MAGGIORANZA DEL PARTITO. I VENTI DI RIVOLTA INVESTONO TUTTE LE VARIE ANIME DEL PD - ELLY SI È RIMBOCCATA LA LAPIDE QUANDO HA DETTO: O IL MIO NOME NEL SIMBOLO O MI METTETE CAPOLISTA IN TUTTE LE CIRCOSCRIZIONI. DI TALE PROPOSTA, LA ZARINA DEL PD NE AVEVA PARLATO SOLO CON BONACCINI. IL PRESIDENTE DEL PD HA ACCONSENTITO IN CAMBIO DELLA CANDIDATURA NEL SUD DEL RAS DELLE PREFERENZE, RAFFAELE “LELLO” TOPO, FIGLIO DELL’AUTISTA DI GAVA, CHE OVVIAMENTE FA PARTE DELLA SUA CORRENTE (AH! I CACICCHI…) - ALLA FINE VICINO A SCHLEIN RESTANO SOLO IN DUE, IL MULTI-TRASFORMISTA ZINGAR-ELLY E FRANCESCO BOCCIA, IL VERO ARTEFICE DEL SISTEMA PUGLIA, GARANTE DI DECARO ED EMILIANO - ANCHE SE ALLE EUROPEE IL PD GALLEGGERA' AL 20%, SINESTR-ELLY DOVRA' FARE LE VALIGIE...

DAGOREPORT: 100 SCALFARI MENO UNO - NON È SOLTANTO TELE-MELONI A CENSURARE GLI SCRITTORI: C'E' ANCHE IL GRUPPO GEDI – IL LIBRO SUL CENTENARIO DI SCALFARI CURATO DA SIMONE VIOLA, NIPOTE DI EUGENIO, IN EDICOLA INSIEME A ‘’REPUBBLICA’’, SQUADERNA CENTO INTERVENTI DI ALTRETTANTI TESTIMONIAL, TRANNE QUELLO INNOCUO E DEL TUTTO PERSONALE DI GIOVANNI VALENTINI, EX DIRETTORE DELL’ESPRESSO - LE SUE CRITICHE, MANIFESTATE SUL "FATTO QUOTIDIANO" SULL’OPERAZIONE “STAMPUBBLICA” E POI NEL SUO LIBRO SULLA PRESA DI POSSESSO DEL GIORNALE DA PARTE DI ELKANN, GLI VALGONO L’OSTRACISMO E LA DAMNATIO MEMORIAE – IL TESTO CENSURATO…

DAGOREPORT –  PER SALVARE IL "CAMERATA" ROSSI, PROSSIMO A.D. RAI, UNA MELONI INCAZZATISSIMA VUOLE LA TESTA DEL COLPEVOLE DEL CASO SCURATI PRIMA DEL 25 APRILE: OGGI SI DECIDE IL SILURAMENTO DI PAOLO CORSINI, CAPO DELL'APPROFONDIMENTO (DESTINATO AD ESSERE SOSTITUITO DOPO LE EUROPEE DA ANGELA MARIELLA, IN QUOTA LEGA) – SERENA BORTONE AVEVA PROVATO A CONTATTARE CORSINI, VIA TELEFONO E MAIL, MA SENZA RICEVERE RISPOSTA - ROSSI FREME: PIÙ PASSA IL TEMPO E PIU’ SI LOGORA MA LA DUCETTA VUOLE LE NOMINE RAI DOPO IL VOTO DEL 9 GIUGNO SICURA DEL CROLLO DELLA LEGA CON SALVINI IN GINOCCHIO…)